中国 中国崛起的软肋:宗教


China

 38 21
 
Christianity continues to grow rapidly. Sources report that government representatives have been in dialogue with some house church leaders, leading many to believe the government has finally understood the house church is not a political threat to the state. Yet severe repression continues for some. In April, the Shouwang church in Beijing was barred from meeting in its new premises and one of its pastors was put under house arrest. In July a pastor was sentenced to two years in a labor camp for organizing ‘illegal meetings’.
Pray:
  • For wisdom for church leaders who are in dialogue with the government
  • For more trained leaders to shepherd the growing church
  • For Open Doors staff training Christian nationals to develop indigenous Christian materials.
 Help Christians where the need is greatest! 

Where is China?


View Larger Map

Country Statistics

Chinese Flag
Ranking: 21
Leader: President Hu Jintao
Government: Socialism
Main Religion: Atheism
Population: 1.35 billion (80 million Christians)

Available Downloads

There are no downloads for this country at this time




Porcellana

 38 21
 
Il cristianesimo continua a crescere rapidamente. Fonti riferiscono che i rappresentanti del governo sono stati in dialogo con i leader della chiesa qualche casa, portando molti a credere che il governo ha finalmente capito la chiesa in casa non è una minaccia politica per lo Stato. Eppure severa repressione continua per alcuni. Nel mese di aprile, la chiesa Shouwang a Pechino è stato impedito di incontro nella nuova sede e uno dei suoi pastori è stato messo agli arresti domiciliari. Nel mese di luglio un pastore è stato condannato a due anni in un campo di lavoro per 'le riunioni illegali' organizzazione.
Pregate:
  • Per la saggezza per i leader della chiesa che sono in dialogo con il governo
  • Per maggiori leader addestrati per pascere la chiesa in crescita
  • Per Porte aperte ai cittadini formazione del personale cristiane di sviluppare materiali indigeni cristiani.


» 2012/07/25 13:07
中国
中国崛起的软肋:宗教
by Liu Peng
中国的国内生产总值和外币储备激增,但人们的精神空虚也在加剧。中共掀起的道德运动失败了,导致腐败、谎言、暴力和以暴还暴盛行。如果中国真的希望成为强国,就要面对宗教问题。第一部分 


北京(亚洲新闻)-只要找不到精神价值、不给宗教信仰留下空间,中国就无法成为强国。亚洲新闻通讯社始终强调的这一点,得到了北京普世社会科学研究所刘澎教授的证实。题为《中国崛起的软肋:宗教》的一文中,这位中国和美国宗教问题专家指出,国家饱受精神危机之困,甚至可能最终导致国家崩溃。尽管中国在物质方面取得了巨大进步,但国家缺乏精神价值体系,以至于腐败、不公的暴力等邪恶现象盛行。作者认为,日益加剧的社会动乱标志着中国迫切需要变革,给宗教自由、使社会中充满宗教信仰的价值观。只有这样,中国才能成为实实在在的、名副其实的强国。在此,我们发表刘澎教授文章的第一部分,希望能够为即将召开的十八大提供一些建议。
       这篇文章是刘教授在一次研讨会上发表的,刊登在北京普世社会科学研究所网站上。以下为第一部分:
随着经济的发展,中国逐渐进入世界前列,国际上已有人把中国与美国相提并论,并创造出了"中美国"(尼尔?弗格森:Chinamerica)和"G2"的新概念。G20峰会的召开,把中国推到了世界舞台的中心。环顾寰宇,金融风暴肆虐全球,昔日"列强"个个深陷泥潭、备受煎熬。国人的感觉却是"风景这边独好"。国内媒体讨论的是中国拥有的全球第一的外汇储备应该如何花、握有近万亿美国债券的中国是否应该"救"美国、人民币是否应该取代美元地位的问题。可 以说,自1840年鸦片战争以来,中国人的自豪感、成就感、自信心从来没有像现在这样强烈,这样得到过满足。中国人可以自由地向世人随时表示自己的"高兴"或"不高兴"。种种迹象都在表明,中国人的强国梦似乎正在成真。国内外都有人认为,中国很快将会与世界霸主美国平起平坐,甚至有可能取代美国。终于, 中国似乎可以加入主宰世界的大国俱乐部,而不再是过去那个贫穷落后的人口大国了。
然而,媒体上中国的"崛起"虽然不乏某些方面的事实依据,但并非事情的全部。中国能否成为一个真正影响世界的"大国",能在多大程度上保持目前的"良好感觉",远比人们在媒体上看到的炒作复杂得多。中国人对中国"崛起"的"良好感觉"主要还是源于中国GDP和外汇储备的增长。简单地说,就是中国 现在"不差钱"。但GDP和外汇储备指标并不能说明全部问题。究竟什幺是真正的"大国",国人并不一定十分清楚。
所谓"大国",严格地说,是那些在国际事务中具有领袖地位、其影响超越国家版图的界限,在政治、经济、军事、科技、文化、精神信仰(包括意识形态)等诸方面有着特殊的持久穿透力与辐射力的国家,而非只是财富多或者核弹多,更不只是人口多或者面积大。仅靠一、二个方面的指标优势,无所谓"崛起", 更不能称之为"大国"。世界上许多国家人均GDP比中国高得多,但他们并不是主宰世界事务的"大国"。例如GDP绝对值和人均值都大于中国的日本,在世界政治中并没有多少发言权--至少在未来相当一段时期内,日本没有可能混入联合国常任理事国。
再比如,印度的人口多;中东、海湾国家石油多,财富多;俄罗斯 的面积大、资源多、核弹头多;但他们只堪称是某个方面某个领域的大国。可见,当一个地区大国或某个方面、某个领域的大国易,当一个在经济、政治、军事、科技、文化、价值观等诸方面都具有强烈辐射力的、足以深刻影响世界的大国难。判断一个国家是否是一个在国际事务中举足轻重的、能够总是以自己的意志影响世界 潮流、改变国际秩序与格局、能够成为世界多数国家及人民自觉向往、羡慕、学习的样板、能够在物质与精神两个方面、在"软"硬两种实力上都强大的"大国",需要对该国多方面的指标与实力进行全面的综合衡量。从这个意义上说,西方媒体鼓吹中国要与美国比肩而立,成为"管理世界的共同体",无疑是一种老谋深算的 策略,是要中国对世界上的各种问题承担更大的责任与义务,是对刚刚开始"崛起"的中国的一种温柔的"捧杀"。至于现在的中国究竟有多强大、在哪些方面强大、未来的中国能够走多远,中国人自己需要有一个清醒的认识。事实上,中国人现在需要考虑的并不是中国拥有什幺、取得了什幺,而是中国现在缺少什幺--什么是中国发展的短板、崛起的软肋。
回答这个问题是痛苦的,但不回答、不正视这个问题,中国就谈不上真正地"崛起",即使中国的GDP超越了日本;即使中国造出了航母;即使中国发射了载人飞船、登上了月球,中国仍然不可能成为名符其实的世界"大国"。GDP与外汇储备不是万能的,"大国"地位不是单凭钱就可以得到的。没有其它方面 综合实力的发展,中国在经济领域内的领先地位只能是暂时的;不解决中国崛起的短板与软肋,中国不可能真正登上足以全面影响世界的大国地位。
  一、今天的中国缺什幺?
那幺,"其它方面的综合实力"究竟是指什幺?这个问题的回答也许可以罗列很长一个单子,但其实可以转换为"制约中国发展的短板是什幺",或者说"今日中国最紧缺的东西是什幺"?说到中国的短缺,许多人认为中国最紧迫最稀缺的是能源,能源是制约未来中国发展的瓶颈;有人认为是全球范围内的市场、资 源与科技;也有人认为是中国的法治建设。不错,这些东西都是中国未来发展所不可缺少的、至关重要的因素,但它们都是从物质层面、技术层面对未来中国发展面临的挑战的分析,不是也没有触及影响中国崛起的致命软肋。
如果我们回顾过去几千年中国在世界民族之林发展拼搏的历程和其它"大国"崛起的历史,就会发现影响未来中国发展的因素不在物质层面而在精神层面。二十一世纪的中国最缺少的是什幺?是信仰!中国在精神与道德方面出了大问题,而精神与道德方面的一切问题从根本上说是个信仰问题。中国人在信仰问题上 早已陷入了严重的空虚与混乱--照耀一个民族、一个国家奋斗之路的精神火炬早就该添油加料了。
今天的中国之所以有各种令人发指、匪夷所思的乱象,之所以正气不张、各种丑恶现象丛生不断,不是因为我们穷、没有钱,而是因为我们失去了信仰!就像"金粉世家",徒有外表的虚华。我们在吃前人遗留下来的作为中国人精神支柱的核心价值观与信仰体系老本的同时,没有为维护和发展当代中国人的核心价值 观与信仰体系主动做出行之有效的创新与贡献。当过去的信仰老本基本吃完,新的核心价值与信仰体系又迟迟未能建立时,中国人精神支柱的空虚与道德基础的缺失造成的物质与精神的巨大失衡就变得日益突出。中国尽管在物质上取得了显着的进步,但物质的繁荣无论如何不能代替精神与信仰的缺失。中国人的精神火炬在严重 缺乏新鲜燃料的情况下虽然仍在勉强燃烧,但其亮度却日渐衰微。这种状况不要说让中国的精神火炬穿透黑暗、照亮全球各个角落,让世人敬仰和依靠,就是仅仅为中国人自己指明前进的方向,为一个由多个族群、多种社会阶层、利益集团组成的国家发展提供所必需的凝聚力,也显得十分无力。这样的国家要崛起、要成为一个 "大国",从何谈起?
换句话说,中国要"崛起",要成为真正的"大国",就必须认真回答这样一个问题:中国人的精神支柱、核心价值观与信仰体系是什幺?
"今天,我们信什幺"?对此,按照官方教科书和媒体的宣传口径,早有一套人人皆知的标准答案,从小学到大学,每个人都无数次地回答过这个问题,这似乎根本不是一个问题。但从当前中国人精神信仰的实际状况看,这是一个长期存在的、被刻意回避而又迫切需要回答的问题。正是这个问题,从内部和基础上, 从人的心灵里制约着中国的"崛起",甚至在某种程度上已经成为决定中国未来社会发展成败的关键。时至今日,无论我们是否愿意、是否有勇气承认,每个中国人心里其实都非常明白:中国社会中的伦理道德出了问题。道德出问题的原因在于价值观出了问题,价值观出问题的原因在于精神支柱出了问题,多年来官方鼓吹的信 仰体系早已形同虚设了。
遗憾的是,出于种种原因,中国的当政者和媒体并不愿意坦承这个事实,不愿意公开讨论这个问题。虽然在日常生活中,各种社会问题层出不穷、越来越触目惊心(例如近年来备受社会各界关注的山西黑砖窑案、河北三鹿奶粉案、湖南罗彩霞上大学被人顶替案、贵州四川官员嫖宿幼女案、浙江胡斌飙车 案、湖北邓玉娇案等),但媒体热衷于报道的只是各种问题的故事情节,而不愿意分析其深层原因。即使在论及原因时,也不愿将其归结于精神信仰的缺失,不愿意深究为什幺各种恶性事件越来越多。
当然,从官方立场上解读,中国社会出现的上述问题都是个别的、局部的、孤立的,没有代表性。如果硬要找信仰方面的原因, 则往往把原因归结于"少数"人没有坚持官方多年来反复宣传的核心价值观与信仰体系,"没有牢固树立革命的人生观、价值观"、"丧失了共产主义的理想、信念"。至于为什幺经过长年累月大规模系统的宣传,还有如此之多的"少数"人不能"确立革命的人生观、价值观",还会源源不断地疯狂作案,还要前赴后继地违 法犯罪,社会道德风气还会严重地沦丧败坏,则语焉不详。
我们的媒体很少直面问题--直截了当地讨论为什幺官方反复宣传的核心价值观和信仰体系会不起作用?刚刚解决了温饱问题的中国人究竟有无道德?有无信仰体系?中国人的信仰究竟在什幺地方出了什幺问题?是我们的信仰根本就不存在任何问题,还是我们认为这些 问题根本无所谓,没有研究的必要?未来的中国究竟要走向何处?能走多远?
当然,我们可以假装这些问题都不存在,可以继续用早已失效的价值观和信仰体系作为学生应付考试的标准答案。但这样做,不过是把所有问题的根源掩盖起来,延缓矛盾的公开化。事实上,以瓮安事件为代表的群体事件的一再发生,已经表明中国社会内部矛盾开始恶化、表面化。自欺欺人,回避矛盾,并不能解决 问题。未来的中国要想成为真正的"大国",绕开信仰问题谈发展绝无可能。信仰问题,关乎中国的未来,这是每一个关心中国命运、希望中国崛起的人必须面对、思考与回答的问题。

e-mail this to a friend printable version    

另见
2012/05/10 中国
神话垮台:中共不能给人们幸福
2012/07/20 中国
法院驳回艾未未上诉
2012/05/09 中国
中国法院接受艾未未上诉
2007/10/12 中国
十七大:被共产党背叛的“和谐社会”
2012/03/05 中国
中共的所谓软实力赢得全世界的好感


» 07/25/2012 13:55
CHINA
The Achilles' Heel of China's Rise: Belief 
by Liu Peng
Growth in China's GDP and foreign currency reserves, but also in the spiritual void of the people. The Party’s campaigns of moralization have all failed, leaving space to stupifying episodes of corruption, lies, violence to which people respond with riots. If China wants to be a great power, it must address the issue of religion. Part one.


Beijing (AsiaNews) - China will never be a great power until it rediscovers spiritual values and gives space to religions: this thesis which AsiaNews has always affirmed and underlined is today being raised by figures such as Liu Peng, a member of the Beijing Academy of Social Sciences. An expert of the Chinese and American religious world, Liu shows that his country is suffering from a spiritual crisis that could bring it to the brink of collapse. Although China has made huge strides in material progress, the nation lacks a system of spiritual values, a void which is generating the evils of corruption, violence, injustice. For the author, the growing social unrest is a sign that China urgently needs to change, by giving freedom to religions and invigorating society with the values of religious beliefs. Only in this way can it become a truly great power. We publish this long article in installments, in the hope that it will make some suggestions to the next Congress of the Communist Party of China

The text presented here is the first part of a lecture given by Liu Peng and published by the Pu Shi Institute for Social Sciences in 2011. The notes are by AsiaNews. Over the next few days other installments will follow.

With its impressive economic development, China has joined ranks of world powers. Some scholars have even suggested that it is on par with the United States, coining the terms "ChinaAmerica" and "G2". At the G20 Summit in 2010 China moved closer to the center of the world stage as it emerged from the global economic crisis with its growth intact while the economies of the old super powers remained stagnant. Given all this, some Chinese feel that the Chinese model is the only correct one. Some in the Chinese media have even started to raise new questions: How should China spend its foreign exchange reserves, which rank highest in the world? Should China, as a holder of a trillion dollars of American debt, come to America's rescue? Should the Chinese RMB take the place of the US dollar?

It is not an exaggeration to say that since the 1840 Opium War, Chinese people have never been filled with such a sense of pride, achievement, and confidence. There are people inside and outside of China who believe that China will soon be an equal superpower to the United States, and may even replace it as the dominant power in the world. Could it be that the China's long dreamed-of rise is just around the corner? China has finally arrived at the day when she can peel of the label off "poor and backwards populous nation"and join the Super Powers Club and thus have the chance to dominate the destiny of the world.

1 Trillion Dollar U.S. Public Debt

However, the media-advertized "Rise of China,"although partly supported by facts, is not an entirely accurate picture. Whether China can become a "power"with true impact and influence and to what extent China can maintain its current "good feelings"are far more complex questions than the media speculations indicate. The positive feelings that the Chinese hold towards the rise of China mainly originate from China's GDP and FER (foreign exchange reserves) growth. In other words, as the saying goes, "money is no problem[J1] ."But GDP and FER indicators do not show everything. What is real "power?" Not every Chinese knows the answer to that question.

Historically speaking, the so-called "powers"refers to those states who hold a dominant position in the international system, and who use that dominant position to influence events and advance their own interests in the fields of politics, economics, military, science and technology, and spiritual [J2] faith (including ideology) and can project power on a global scale to protect those interests. It does not refer to those states which are only rich financially, or have nuclear weapons, or have large populations and land[J3] . In other words, GDP and FER advantages are not enough for a nation to claim to be "on the rise", much less a "great power."

Many countries in the world today enjoy a much higher GDP per capita than China, but are not considered great powers that dominate world affairs. For example, there are nations whose absolute GDP figure and per capita figure are both higher than China but they do not have much say in international politics. At least in the foreseeable future, Japan is not likely to become a permanent member of the UN Security Council. Further, countries such as India, which has a large population and the Middle Eastern and Gulf nations, which are rich in oil, and Russia, which is large in area, abundant in resources and nuclear warheads cannot be considered to be "great powers."

It is easy to be a "power" in a certain region or a certain field, but hard to be a "power" that projects influence in economics, politics, military, science and technology, culture, and value system to the degree that it exerts far-reaching impact on the world. A comprehensive appraisal of multiple indicators and strengths must be made before determining if a country is a "power" that plays such a significant role in international affairs that it will always influence the world's trends, change the international order according to its will and can serve as a role model for other nations to admire and learn from. In other words, it is powerful both materially and spiritually, in both hard and soft strengths.

In this sense the western media's playing up of China being on par with the United States, and thus becoming a "world-managing community" is undoubtedly a well-calculated strategy that aims at compelling China to take on more responsibilities and obligations and killing the 'China's rise' with[J4] tender flatteries.

As to how and in what fields China is strong and how far China can go in the future, the Chinese people must be clear-minded. In fact, what the Chinese need to consider is not what China has done or achieved, but what China lacks - what is the Achilles ' heel of China's rise?

This is a painful question to answer, but to avoid it will prevent China from truly rising. Even if China has a GDP that has surpassed Japan's, and she has built her own aircraft carrier, successfully launched a manned spacecraft and landed on the moon, China still cannot live up to the definition of "power" since the GDP and FER are not almighty[J5] . If China does not develop her comprehensive strength in other aspects, her leading position in the economic field will be temporary. And if China does not find a solution for its Achilles' heel, she will never reach the status of being a great power.
I. What is China Lacking?

What do I mean by "comprehensive strengths in other aspects?" The list of answers to this question would be very long. But in fact, this question can be asked in two other ways: "what is the weakness that hinders China's development?" or "what is China most lacking today?"

As to what is lacking, many people would think of things like energy resources, the bottleneck for China's future development. Some would say the global market, energy, and science and technology. Others would refer to the legal system. It is true that these are all indispensable and vital elements for China's future development, but they are merely results of an analysis of the material and technical levels rather than actual deadly weaknesses[J6] .

If we look back on how China has attempted to maintain its standing in the world throughout its thousands of years of history, and how other powers rose in history, we can see that the key factor that determines China's future development lies not in the realm of the material, but in the realm of the spiritual. What is China most lacking in the 21st century? Faith! China is suffering from serious flaws in its spiritual life and morality which are in essence, matters of faith. In this area of faith, the Chinese are experiencing a serious void and confusion. It is time to light the spiritual torch that shines over the road of development for the nation and the country.

The reason why Chinese society has seen an abundance of outrageous and ridiculous phenomena, with little corresponding uprightness is not because we are short of money. Rather, it is because we have lost our faith. Like a house covered with gold powder, we are only enjoying the glory of appearance. While the core of the value and belief systems that buoyed the Chinese spirit in the past has been destroyed, we have not yet made the innovations necessary to develop and maintain new core value and belief systems for contemporary Chinese. When the old faith was destroyed, but a new one not yet built up, the imbalance between the spiritual and the material which is caused by a spiritual emptiness and moral void becomes increasingly salient.

Though China has made ostensible achievements in terms of material development, material prosperity cannot fill the void of spirit and faith. Running out of fresh fuel, the light of the spiritual torch of the Chinese is dimming. In fact, the light from the spiritual torch is even too dim to show direction and provide the necessary cohesive force for a nation composed of various ethnic groups, multiple social classes, and different interest groups, let alone being bright enough to shine through the darkness and light up every corner of the world. How can such a country rise to the position of great power?

In other words, for China to rise to the status of a great power, she has to answer the following question: What is the spiritual pillar, the core value and belief system for the Chinese people? As to the question, "what do we believe in today?" the official answer is well known since everyone has repeated it many times on numerous tests from elementary school to college. However, if you take into consideration the actual situation of Chinese spiritual faith, this is a pressing question that has existed for a long time, but has been deliberately avoided. It is the question of what constrains China's rise from the inside, and to a certain extent, determines the fate of China's future development.

Today, whether or not we have the willingness or courage to admit it, we know that the ethical principles in our society have gone awry. Ethical problems derive from problems with the value system, which in turn derive from spiritual problems. This shows us that the belief system put forth by the authorities for years now exists in name only. Unfortunately, due to complex considerations, Chinese authorities and the media are not willing to admit such a fact and discuss it openly. Though our daily lives are filled with increasingly startling social problems (Shanxi black brick kiln incident[I], Hebei Sanlu tainted milk scandal[II], Hunan Luo Caixia case of college admission being replaced[III], Guizhou and Sichuan official visiting underage prostitutes scandal[IV], Zhejiang Hu Bin drag racing case[V], and Hubei Deng Yujiao case[VI]), the media are only ardent about reporting the stories rather than analyzing their root causes. In the few instances where they do touch on the causes, they do not attribute them to the loss or lack of spiritual faith and will therefore not really get to the root causes of the incidents. Of course, the authorities treat these as isolated incidents that are not representative of the society at large. If they are forced to consider these problems from the perspective of faith, they tend to trace them to "a small number of people's"lack of adherence to the repeatedly stressed core value and belief system, the lack of a "revolutionary outlook for life and values,"and the loss of the Communist ideal and faith.

However, they will not address why their long-term and large-scale propaganda campaigns have not helped such a large "small number"set up their "revolutionary outlook for life and outlook for value."They have only watched the drastic increase in crimes and the devastating downturn of social morality. Our media rarely faces these questions directly or comes straight to the point: why is it that the core value and belief system that the authorities repeatedly propagate do not work? Do the Chinese, who have simply solved the problems of food and clothing, in fact hold any value or belief system? What exactly went wrong with the faith of the Chinese? Do we believe that there are in fact no problems with our faith or do we merely consider the problems insignificant and not worthy of our study. Where is China going and how far can she go?

Surely we can pretend that these problems do not exist and continue to maintain the now-expired value and belief system as the standard answers for student exams. However, doing this is no more than covering the roots of all the problems to postpone the day when the contradictions are brought into the open. In fact, the re-occurrence of mass events such as the Weng'an incident show clearly that the internal contradictions have already deteriorated and started to surface. Self-deception and avoidance are not helpful. If China avoids dealing with the question of faith, she will never become a real power. The question of faith and the future of China are connected. Anyone who cares about the fate of China and desires the rise of China must face it, think about it, and answer it.



[I] See AsiaNews.it, 15/06/2007 Enslaved children working in brick kilns in Shanxi and Henan
[II] See: 17/09/2008 Three babies' dead, over 6 thousand ill from poisoned milkand 17/02/2010 For years, Chinese dairies made melamine-tainted milk products.
[III] In 2009, the student Luo Caixia denounced a classmate for having stolen her identity documents. The father of her classmate, a police officer, had produced false documents to get his daughter into college.
[IV] In 2009, the young 20 year old Hu Bin, organizing car race among friends, killed one person. But the police defended him because he is the son of one of the richest personalities of the Party in Hangzhou.
[V] See: 09/06/2009 Almost heroine status for young woman who killed official who tried to rape her
[VI] It was an open revolt of the entire population of the city after the drowning of a girl and police attempts to cover up the incident. See.: 01/07/2008 Unrest in Guizhou as public security tries to buy the silence of the victim's parents.



e-mail this to a friend printable version    

See also
12/31/2007 CHINA
Hu Jintao on religious freedom
by Angelo Lazzarotto
11/16/2007 CHINA
Secret party document wants to “normalise” Chinese Protestants
06/07/2010 CHINA 
China, Internet buzz over Li Peng diaries 
06/23/2005 CHINA
Wei Jingsheng: "At least 20 million people want to quit the communist party"
08/12/2004 CHINA
A divided leadership celebrate centenary of Deng's birth



YouTube

YouTube

555034iscritti
68312714visualizzazioni video
 
  • UniusRei3 
    UniusRei3 ha pubblicato un commento 
    5 minuti fa
    Synnek1 has published a comment 7 minutes ago: love might get you killed ... - ANSWER -> All Satanist have BE AFRAID OF LOVE! In fact, the kingdom of Satan is the realm of hate and racism!
  • UniusRei3 
    UniusRei3 ha pubblicato un commento 
    15 minuti fa
    [you can not afford, That, this may one day become a trauma for you] [You can not afford, That, this may one day become a trauma for you] Yes Jesus is God, the son of the living God, worthy to be Praised: "I am the Alpha and the Omega, the beginning and the end ... who is and who was and who is to come, the Almighty "(Rev 1.8). "Surely I am coming quickly" Amen. Even I know Jesus as Lord! (Rev 22, 20). Jesus Christ is God, He is the Son of God. He is part of the holy trinity. God the Father, God the Son, and God the Holy Spirit! Jesus was not just man, He was God in human form. (Ie ONLY ONE GOD)
  • UniusRei3 
    UniusRei3 ha pubblicato un commento 
    16 minuti fa
    [you can not afford, That, this may one day become a trauma for you] @ YHWH my holy God, etc.. .. -> Jesus is Lord! Jesus is the King of Glory! Jesus is the King of Kings! This is a very beautiful song. This is love for Jesus. All Glory to Jesus Christ. John from 1:29 to 34. If you believe in God, not trying to debate this issue but very curious as to what God are you referring to? Also I do not Understand how Christianity is a religion of occupation. The term "christian" means-Christ-like. Christians strive to be Christ-like. Romans 9.5 say Jesus is God's, Hebrews1 says the angels praise him! and us "humans" are not going to? Even if you do not wan't: to the word of God: says you will have: to one day bow to your knees before Jesus
  • UniusRei3 
    UniusRei3 ha pubblicato un commento 
    17 minuti fa
    satanists not know the love
  • UniusRei3 
    UniusRei3 ha pubblicato un commento 
    31 minuti fa
    The Bible is like a beautiful woman, "she despoil for you, only: if you really love her to know about love of God". The Bible is not a book to read like the Qur'an, but it is a live report: directly: with God, because the Bible is a PERSON! In fact, the Bible as a book? is tight: very difficult to understand, even hostile to the legalists. I am a normal man, all rational intuitions that are: faith arid) everything, even the future was written in the Bible, the Bible is my main source of information and not the television
  • NoahTheNephilim 
    NoahTheNephilim ha pubblicato un commento 
    46 minuti fa
    XxPsYcHoSeRaSxX posted a comment 9 hours ago "if anyone does not love the lord jesus christ Let Him Be Accused. oh Lord, how, amen." - ANSWER ->my problem is not the freedom of conscience of the people: but the fact that 400 Christians,every day, are martyred innocents: and have to die every day, of the year! but this you do not care right? il problema mio non è la libertà di coscienza della persone: ma, il fatto che 400: cristiani innocenti devono morire martiri ogni giorno dell'anno! ma, questo a te non interessa vero?
  • NoahTheNephilim 
    NoahTheNephilim ha pubblicato un commento 
    52 minuti fa
    Your Satan(IMF 666 SHARIA) is a liar and murderess from the beginning! I am a child of light. criminals, Satanists, Masons, murder IMF, Sharia? they are not the next: or fellow man! God is something personal! I did not push anyone against his freedom of conscience, there is harmony between me and all peoples: for I am like Abraham: that I am their father, the true minister of God's good and right. 1. I can force, all those who, i want ! and because   GOD loves me! 2. So, I am happy because I will walk over your corpses! for you are the worst criminals and murderers of 666 IMF and his accomplice of Sharia. you must, along with your Rothschild, 666 IMF: International Monetary Fund,, you have to, work for a living and not make the parasite to have stolen all the nations, their monetary sovereignty . Idiot: Internet is not just one nation: this is the cyber space. and then I'm always at my house because I am unius REII am the first patriot of all mankind together: against: Satanism IMF and Sharia!  



» 25/07/2012 12:23
CINA
Il tallone d'Achille della potenza cinese: la religione
di Liu Peng
In Cina crescono il Pil e le riserve di moneta estera, ma cresce anche il vuoto spirituale delle persone. Le campagne di moralizzazione del Partito sono tutte fallite, lasciando spazi a stupefacenti episodi di corruzione, menzogne, violenze a cui la gente risponde con le rivolte. Se la Cina vuole essere una grande potenza, deve affrontare la questione della religione. Prima parte.


Pechino (AsiaNews) - La Cina non potrà essere una grande potenza finché non troverà dei valori spirituali e lascerà spazio alle religioni: questa tesi che AsiaNews sottolinea da sempre è oggi affermata e sottolineata da una personalità come Liu Peng, un membro dell'Accademia delle scienze sociali di Pechino. Esperto del mondo religioso cinese e americano, Liu mostra che il suo Paese soffre per una crisi spirituale che potrebbe portarlo al collasso. Sebbene la Cina abbia compiuto enormi passi nel progresso materiale, la nazione manca di un sistema di valori spirituali che generano i mali della corruzione, della violenza dell'ingiustizia. Per l'autore, le crescenti rivolte sociali sono un segno che la Cina ha bisogno urgente di cambiare, lasciando libertà alle religioni e innervando la società di valori provenienti dalle fedi religiose. Solo così essa potrà divenire una reale, grande potenza. Pubblichiamo questo lungo articolo a puntate, nella speranza che possa dare suggerimenti al prossimo Congresso del Partito comunista cinese
Il testo che presentiamo qui è la prima parte di una conferenza tenuta da Liu Peng e pubblicata dal Pu Shi Institute for Social Sciences nel 2011. La traduzione in italiano e le note sono a cura di AsiaNews. Nei prossimi giorni pubblicheremo le altre parti.

 Con il suo impressionante sviluppo economico, la Cina è giunta ormai al livello di potenza mondiale. Alcuni studiosi suggeriscono perfino che essa faccia paio con gli Stati Uniti, coniando il termine "ChinaAmerica" e "G2". Al G20 del 2010 la Cina è entrata ancora di più al centro della ribalta mondiale, emergendo dalla crisi economica globale con una crescita intatta, mentre le economie delle vecchie superpotenze rimanevano stagnanti. A causa di ciò, alcuni cinesi pensano che il modello cinese sia l'unico ad essere giusto. E così nei media cinesi alcuni hanno cominciato a porre domande quali: la Cina ha la riserva di moneta estera più vasta del mondo, come dovrebbe spenderla? La Cina è proprietaria di 1000 miliardi di dollari di debito americano, dovrebbe venire in soccorso degli Usa? Il Renminbi cinese dovrebbe prendere il posto del dollaro Usa?
Non è esagerato dire che i cinesi non si sentivano così orgogliosi, realizzati, fiduciosi dai tempi della Guerra dell'oppio del 1840. Vi sono persone dentro e fuori la Cina i quali credono che la Cina diverrà presto una superpotenza uguale agli Stati Uniti e potrebbe perfino rimpiazzarla come potere dominante nel mondo. Forse che il sogno a lungo accarezzato della Cina che si leva è dietro l'angolo? Per la Cina è finalmente arrivato il giorno in cui strapparsi di dosso il marchio di "nazione povera, sottosviluppata e popolosa" per entrare nel club delle superpotenze e avere così la possibilità di dominare il destino del pianeta.
 Mille miliardi di dollari di debito pubblico Usa
 Va detto che, sebbene sostenuta da fatti, la tanto pubblicizzata "crescita della Cina" non dà un'immagine completa. Che la Cina possa diventare un "potere", con impatto e influenza reali, e fino a che punto essa può mantenere l'attuale "senso di ottimismo" sono domande molto più complesse di quanto i media tendano a mostrare. Il sentimento positivo con cui i cinesi guardano alla crescita della Cina ha come base l'innalzamento del Prodotto interno lordo (Pil) e delle riserve di moneta estera (Fer, foreign exchange reserves). In altre parole, come dice il proverbio, "il denaro non è un problema". Ma il Pil e il Fer non mostrano tutto. Cosa è il "potere" reale? Non tutti i cinesi conoscono la risposta a questa domanda.
Dal punto di vista storico, il cosiddetto "potere" si riferisce a quegli Stati che hanno una posizione dominante nel sistema internazionale e che usano tale posizione per influenzare eventi e far avanzare i loro interessi nei campi politico, economico, militare, scientifico e tecnologico, della fede spirituale (compresa l'ideologia) e può proiettare il suo potere su scala globale per proteggere i propri interessi. Esso non si riferisce a quegli Stati che sono solo ricchi dal punto di vista finanziario, o hanno armi nucleari, o una vasta popolazione o territorio. In altre parole, i vantaggi del Pil e del Fer non sono sufficienti perché una nazione rivendichi di essere "in crescita" , e ancora meno di essere  una "grande potenza".
A tutt'oggi, molte nazioni nel mondo godono di un Pil molto più alto di quello della Cina, ma non sono considerate una grande potenza che domina gli affari mondiali. Ci sono per esempio nazioni il cui Pil in assoluto e per persona sono entrambi più alti che in Cina ma esse non hanno molto da dire nella politica internazionale. Almeno per un certo periodo nel futuro, con ogni probabilità il Giappone non diverrà membro permanente del Consiglio di sicurezza dell'Onu. Ancora, nazioni come l'India - che ha una vasta popolazione -, quelle del Medio oriente, ricche di petrolio, e la Russia, che ha un territorio vastissimo, ricco di risorse e di testate nucleari, non possono essere considerate "grandi potenze".
È facile essere "potenza" in una certa regione o in un certo campo, ma è difficile essere "potenza" che proietta la sua influenza nei campi economico, politico, militare, di scienza e tecnologia, cultura, sistemi di valori, fino a esercitare un largo impatto sul mondo.
Prima di determinare se un Paese è una "potenza", occorre raccogliere molti indicatori e elementi di forza, mostrando che esso gioca un ruolo significativo negli affari internazionali e che influenzerà sempre le direttive mondiali, cambiando l'ordine internazionale secondo il suo volere, e offrendosi come modello da ammirare e da seguire per altre nazioni. In altre parole [tale Paese] dovrebbe essere potente dal punto di vista materiale e spirituale, con una potenza "hard" e "soft".
Da questo punto di vista, il chiasso dei media occidentali sul fatto che la Cina è ormai alla pari con gli Stati Uniti e sta diventando una "comunità capace di amministrare il mondo" è senza dubbio una strategia calcolata che punta a obbligare la Cina  a prendere più responsabilità e obbligazioni, uccidendo la "crescita cinese" con tenere adulazioni.
Il popolo cinese deve avere chiaro come e in quali campi la Cina è forte e per quanto tempo essa potrà durare. In effetti, i cinesi hanno bisogno di considerare non tanto ciò che la Cina ha fatto o ha raggiunto, ma ciò che le manca: qual è il suo tallone di Achille nella crescita.
Rispondere a questa domanda è doloroso, ma evitarlo bloccherà la Cina da una vera crescita. Anche se la Cina ha un Pil che ha sorpassato il Giappone, ha costruito la sua propria portaerei, ha lanciato con successo l'uomo nello spazio, è arrivata sulla luna, la Cina non può dirsi una "potenza" perché il Pil e il Fer non sono onnipotenti. Se la Cina non sviluppa la sua forza complessiva in altri aspetti, la sua posizione dominante in campo economico sarà solo temporanea. E se la Cina non trova una soluzione al suo tallone d'Achille, non raggiungerà mai lo status di grande potenza.
 Cosa manca alla Cina?
 Cosa intendo con "forza complessiva in altri aspetti"? La lista delle risposte a tale questione sarebbe molto lunga. Ma in effetti la domanda può essere espressa in altri due modi: "Qual è la debolezza che frena lo sviluppo della Cina?". Oppure: "Cosa manca davvero alla Cina di oggi?".
Parlando di mancanze, molte persone potrebbero pensare a cose come le risorse energetiche, vera strettoia per lo sviluppo futuro del Paese. Altri potrebbero dire: il mercato globale, l'energia, la scienza e la tecnologia. Altri potrebbero riferirsi al sistema legale. È vero: questi sono elementi vitali e indispensabili per il futuro sviluppo della Cina, ma essi sono anche solo risultati di un'analisi a livello materiale e tecnico, e non debolezze radicali (mortali).
Guardando al modo in cui la Cina ha cercato di mantenere la sua statura nel mondo durante migliaia di anni di storia, e al modo in cui altri poteri sono sorti nella storia, possiamo vedere che il fattore chiave e determinante dello sviluppo futuro della Cina sta non nel livello materiale, ma in quello spirituale. Di cosa ha più bisogno la Cina del 21mo secolo? Della fede! La Cina soffre di gravi carenze nella sua vita spirituale e nella moralità che alla base sono questioni di fede. In questo campo della fede i cinesi stanno sperimentando un profondo vuoto e una profonda confusione. È tempo di accendere la luce della torcia dello spirito che brilli sulla strada dello sviluppo per la nazione e il Paese.
La società cinese ha assistito a un'abbondante serie di fenomeni oltraggiosi e ridicoli, che poco hanno a che fare con la giustizia. La ragione non è perché siamo a corto di soldi. Piuttosto [la ragione] è che abbiamo perso la nostra fede. Come per una casa coperta di povere d'oro, stiamo solo godendo di una gloria apparente. Mentre il nocciolo dei valori e dei sistemi spirituali che hanno sostenuto lo spirito cinese in passato sono stati distrutti, non abbiamo ancora fatto i cambiamenti necessari per sviluppare e mantenere un nuovo nocciolo e un nuovo sistema spirituale per i cinesi di oggi. La fede del passato è stata distrutta, ma una nuova non è ancora stata costruita; così lo squilibrio fra lo spirituale e il materiale, causato dal vuoto spirituale e morale si è accresciuto sempre più.
Anche se la Cina ha raggiunto un evidente sviluppo materiale, la prosperità materiale non può riempire il vuoto dello spirito e della fede. Mancando di combustibile fresco, la luce della torcia spirituale cinese si sta spegnendo. In effetti, la luce della torcia spirituale è perfino troppo bassa per indicare una direzione e offrire la necessaria forza di coesione a una nazione composta di diversi gruppi etnici, molteplici classi sociali, differenti gruppi di interesse; a maggior ragione essa non può splendere nel buio e illuminare ogni angolo della terra. Come può una nazione così salire al livello di grande potenza?
In altri termini, se la Cina vuole giungere allo status di grande potenza, deve rispondere alla seguente domanda: Qual è il pilastro spirituale, il nocciolo dei valori e del sistema spirituale del popolo cinese? Quanto alla domanda "In che cosa crediamo oggi?", conosciamo la risposta ufficiale, ripetuta da tutti molte volte in numerosi test dalle elementari alle scuole superiori. In ogni modo, se prendiamo in considerazione la situazione attuale della fede spirituale dei cinesi, [dobbiamo dire che] essa è una domanda pressante, presente da molto tempo, ma che è stata evitata in modo deliberato. È la domanda che rende fragile la crescita della Cina dall'interno e, in una certa misura, determina il destino del futuro sviluppo del Paese.
Oggi, anche se non abbiamo il coraggio di ammetterlo, sappiamo che i principi etici della nostra società sono andati a male. I problemi etici derivano da problemi legati al sistema dei valori, che a loro volta dipendono da problemi spirituali. Questo mostra che il sistema di fede [di valori] applicato per anni dalle autorità esiste solo di nome. Purtroppo, a causa di considerazioni complesse, le autorità cinesi e i media non vogliono ammettere questo fatto e a discuterlo apertamente. La nostra vita quotidiana è piena di sempre più stupefacenti problemi sociali (l'incidente della fabbrica di mattoni nello Shanxi[1]; lo scandalo del latte alla melamina nell'Hebei[2]; lo scambio di identità di Luo Caixia per l'ammissione all'università nell'Hunan[3]; lo scandalo dei rappresentanti del governo di Guizhou e Sichuan che visitano prostitute minorenni; il caso delle corse in auto di Hu Bin nel Zhejiang[4]; il caso di Deng Yujiao nell'Hubei[5]), ma i media sono infiammati solo nel riportare la cronaca, senza analizzare le cause. In pochi casi in cui essi toccano le cause, essi non le legano con la perdita o la mancanza di fede spirituale e perciò non afferrano le cause reali di tali incidenti. Naturalmente, le autorità trattano tutto ciò come incidenti isolati, che non rappresentano la società nel suo complesso. Se sono costretti a considerare questi problemi dalla prospettiva spirituale, essi tendono ad accusare "un piccolo numero di persone" che manca di adesione ai tanto sottolineati valori e sistema morale fondamentali, alla mancanza di "una visione rivoluzionaria della vita e dei valori" e alla mancanza di ideali e fede nel comunismo.
In ogni caso, essi [le autorità] non spiegano perché le loro campagne di propaganda a lungo termine e in larga scala non hanno aiutato un tale "piccolo numero" a forgiare la loro "visione rivoluzionaria per la vita e per i valori". Essi osservano solo la drammatica crescita di crimini e il devastante capovolgimento della moralità sociale. Molto di rado, i nostri media affrontano in modo diretto o arrivano al punto: perché questi valori e sistema morale fondamentale propagati ripetutamente dalle autorità non funzionano? I cinesi che hanno risolto il problema del cibo e del vestire hanno di fatto alcun valore o sistema di fede? Cosa è andato storto nella fede dei cinesi? Pensiamo davvero che non ci sono problemi con la nostra fede o consideriamo insignificanti questi problemi e non degni del nostro studio? Dove sta andando la Cina e quanto lontano?
Senz'altro non possiamo pretendere che questi problemi non esistano e continuare a mantenere lo scaduto sistema di valori, quasi fosse la risposta standard per gli esami di scuola. Fare ciò significa nascondere le radici di tutti i problemi per rimandarli al giorno in cui le contraddizioni verranno allo scoperto. In effetti, il  ripetersi di eventi di massa come quello di Weng'an[6] mostra con chiarezza che le contraddizioni interne sono già deteriorate e cominciano ad affiorare. L'auto-inganno e l'evitare non sono utili. Se la Cina evita di trattare queste questioni di fede, non diverrà mai un potere reale. La questione della fede e il futuro della Cina sono connessi. Chiunque abbia  a cuore il destino della Cina e desidera la sua crescita deve affrontarla, deve pensarla, deve rispondervi.





[1] Cfr. AsiaNews.it, 15/06/2007 Bambini schiavi nelle fabbriche di mattoni dello Shanxi e dell'Henan.
[2] V.: 17/09/2008 Tre morti e oltre 6 mila neonati colpiti dal latte avvelenato e 17/02/2010 Per anni ditte cinesi hanno prodotto solo latte alla melamina.
[3] Nel 2009, la studentessa Luo Caixia ha denunciato una sua compagna di classe per averle rubato l'identità nei documenti. Il padre della compagna, ufficiale di polizia, aveva prodotto falsi documenti per far entrare la figlia all'università.
[4] Nel 2009, il giovane 20enne Hu Bin, organizzando corse in auto coi suoi amici, ha ucciso una persona. Ma la polizia lo ha difeso perché è figlio di una delle personalità più ricche del Partito ad Hangzhou.
[5] Cfr.: 09/06/2009 E' quasi un'eroina la giovane che uccise il funzionario cinese che voleva violentarla
[6] Si tratta di una rivolta di tutta la popolazione della città dopo l'annegamento di una ragazza e i tentativi della polizia di nascondere l'accaduto. V.:  01/07/2008 Nel Guizhou, la polizia prima tenta di pagare i genitori della vittima, poi riapre l'inchiesta.

invia ad un amico visualizza per la stampa    

Vedi anche
10/05/2012 CINA
La caduta degli dei: il Partito comunista non dà la felicità
di Bernardo Cervellera
20/07/2012 CINA
Pechino, il tribunale rifiuta il ricorso di Ai Weiwei 
09/05/2012 CINA
Tribunale di Pechino accetta l'appello di Ai Weiwei
12/10/2007 CINA
Il 17° Congresso: la “società armoniosa” tradita dal Partito
di Bernardo Cervellera
05/03/2012 CINA
Il "potere morbido" di Pechino per conquistarsi (e pagare) simpatie in tutto il mondo
di Wei Jingsheng




26/07/2012 COREA – GRAN BRETAGNA
Londra 2012, gaffe olimpica: gioca Pyongyang, ma la bandiera è sud-coreana 
Sul tabellone dello stadio le giocatrici della nazionale nord-coreana accostate allo stendardo di Seoul. Ira della delegazione di Pyongyang: “eravamo furiosi” commenta l’allenatore e la vittoria “non può compensare” l’errore. Scuse ufficiali del Comitato: “errore involontario”. Commenti ironici sui social network. 
Seoul (AsiaNews) - Gli organizzatori di Londra 2012 hanno già offerto le loro scuse, ma la gaffe resta di proporzioni olimpiche: ieri, alla vigilia della prima sfida di calcio femminile fra le nazionali di Corea del Nord e Colombia, sul tabellone dello stadio è apparsa la bandiera di...


26/07/2012 INDIA
Karnataka, ancora violenze anticristiane. Un appello al nuovo presidente dell’India
di Nirmala Carvalho
Dal 2012, sono 20 gli incidenti perpetrati nello Stato ad opera di ultranazionalisti indù. Le ultime vittime sono sei famiglie cristiane pentecostali (distretto di Gadag) e una comunità evangelica (distretto di Bijapur), aggredite nell’intimità delle loro case. False accuse di conversioni forzate scatenano le violenze.
26/07/2012 CINA
Maltempo a Pechino, cresce il numero dei morti; il governo accresce la propaganda
Aumenta il numero delle vittime per le piogge sulla capitale, ma i media di Stato sembrano non dare peso alla tragedia in atto. Nel frattempo, il rischio si sposta sul fiume Yangtze: oltre 600 chilometri di argini sono a rischio esondazione.

26/07/2012 CINA – VIETNAM - FILIPPINE
Neo sindaco di Sansha: difendere gli “interessi” di Pechino nel mar Cinese meridionale
Xiao Jie, 51 anni, ricoprirà il doppio incarico di primo cittadino e segretario del Partito comunista. La città è un avamposto creato dalla Cina per il controllo di due milioni di kmq di mare. Nel primo intervento egli sottolinea che l’incarico rappresenta “una missione, una sfida e un banco di prova”. Le proteste di Manila e Hanoi.
26/07/2012 COREA DEL NORD
Dimenticate Kate e William: il matrimonio del secolo è stato a Pyongyang
di Joseph Yun Li-sun
Il regime nordcoreano conferma: il giovane dittatore Kim Jong-un è sposato. La moglie – presentata dallo zio Jang Song-taek – sembra uscita da un cartellone della propaganda: bella e intelligente, è figlia di uno professore di fisica nucleare e di una ginecologa. Il matrimonio sarebbe stato celebrato prima della morte del “caro leader”, e la pubblicità che lo circonda è un segnale del cambiamento di stile del regime, sempre più orientato alla cultura pop.
25/07/2012 INDONESIA
Prezzi della soia alle stelle, sulle tavole indonesiane a rischio tofu e tempè
di Mathias Hariyadi
I due alimenti sono parte integrante dell’alimentazione nazionale. Il costo della materia prima è raddoppiato, passando da 4mila a 8.500 rupie (0,73 euro). Monta la protesta fra i consumatori, che si appellano al presidente Yudhoyono e minacciano lo sciopero generale. La crisi legata alla siccità negli Stati Uniti.
25/07/2012 INDIA
La corsa dell’India per costruire strade: 4,7 milioni di km
Lo svela un rapporto del Ministero dei trasporti e delle autostrade. Dal 2004, il Paese ha costruito per la popolazione una media di 125mila km di strade l’anno. Migliorati i collegamenti nelle aree rurali. Nel Paese si verifica un incidente al minuto, e ogni tre minuti muore una persona.
25/07/2012 SIRIA 
L'esercito siriano riprende il controllo della capitale. L'offensiva si sposta ad Aleppo
Dopo sei giorni di bombardamenti Damasco è ormai una città fantasma. Ma la situzione sta tornando alla normalità. Fonti di AsiaNews raccontano il lavoro della Chiesa a favore di rifugiati e popolazione. Ad Aleppo l'esercito utilizza elicotteri e aerei da guerra per combattere i ribelli.
25/07/2012 COREA DEL NORD
La Nazionale di calcio femminile: “Faremo di tutto per deliziare Kim Jong-un”
Londra 2012, la squadra affronterà Colombia, Francia e la fortissima rappresentativa americana. Il dittatore promette la trasmissione delle partite in diretta. La Nazionale maschile, dopo il flop ai Mondiali, è stata “processata dal popolo” e condannata al gulag.
25/07/2012 CINA
Pechino, le piogge torrenziali fanno cadere il sindaco e il suo vice
Guo Jinlong e Ji Lin si sono dimessi dopo la valanga di critiche che ha colpito la gestione delle metropoli durante l’emergenza alluvioni. Più di 37 le vittime nella sola Pechino, anche se su internet si mettono in dubbio le cifre ufficiali. Il governo reagisce censurando critiche e racconti diretti. Nel mirino della popolazione ci sono le fogne, inadatte a gestire il traffico d’acqua.
25/07/2012 TAGIKISTAN
Scontri fra esercito tagiko e ribelli islamici: almeno 42 vittime, decine di feriti 
Epicentro dei combattimenti la città di Khorog, capoluogo della regione semi-autonoma del Gorno-Badakhshan, al confine con l’Afghanistan. La zona è considerata un crocevia per il traffico internazionale di oppio. A scatenate le violenze, la morte del responsabile locale del Comitato di sicurezza. Per il governo è opera delle milizie ribelli.

Altri articoli
25/07/2012 CINA
Il tallone d'Achille della potenza cinese: la religione di Liu Peng
25/07/2012 HONG KONG – CINA
Nelle scuole di Hong Kong, tutti contro l’educazione patriottica imposta da Pechino
25/07/2012 CINA – GRAN BRETAGNA
Londra 2012: gadget olimpici realizzati sfruttando i lavoratori cinesi
25/07/2012 INDIA
Sacerdote dell’Assam: Come uno tsunami, la crisi umanitaria tra tribali e musulmanidi Nirmala Carvalho
25/07/2012 GIAPPONE
Tokyo, enorme bilancio in rosso del commercio nei primi sei mesi del 2012
24/07/2012 FILIPPINE
Quezon, una "bufala" la scoperta di una fossa comune per ostacolare il dialogo
24/07/2012 CINA
Affonda l'industria dei cantieri navali cinesi
24/07/2012 CINA
La battaglia per la democrazia in Cina sta cambiando passo
24/07/2012 SIRIA - LIBANO
Caritas Libano: cresce il flusso disperato dei profughi siriani
24/07/2012 INDIA
Vescovo dell’Assam: Violenze insensate fra tribali e musulmani. Siamo agenti di pace di Nirmala Carvalho
24/07/2012 THAILANDIA – MYANMAR
Il porto di Dawei al centro della cooperazione fra Bangkok e Naypyidaw
24/07/2012 CINA
Guangzhou, veterani di guerra protestano per le pensioni da fame