Tag
*
PRESIDENTE Bashar Al-Assad INTERVISTA A Addounia TV.
DAMASCO - Ago 30, 2012 - il presidente Bashar al-Assad ha dato la seguente intervista a Addounia TV sugli sviluppi locali e regionali:
*
Cari telespettatori di Addounia TV ... saluti,
Vi salutiamo dal Palazzo del Popolo nella capitale siriana di Damasco.Siamo onorati di incontrare il presidente Bashar al-Assad, presidente della Repubblica araba siriana. Signor Presidente, benvenuto sul Addounia TV.
Presidente al-Assad: Benvenuto a te e alla Addounia TV.
Domanda: Signor Presidente, mi permetta di discutere durante l'incontro di oggi i temi più importanti che occupano i pensieri dei cittadini siriani che informarsi in merito a tutti i giorni e in cui soffermarsi su tutte le questioni in, se spetta alla situazione sul terreno o la politica situazione ... si parte con la situazione sul campo ... certo, Aleppo ... hanno parlato molto di Aleppo ... qual è la situazione ad Aleppo, come si fa a vederlo?
Presidente al-Assad: Non possiamo separare la situazione ad Aleppo dalla situazione in Siria. La differenza è che Aleppo e Damasco sono le due più grandi città e le due città più importanti. Uno è la capitale politica e l'altra è la capitale economica. La valutazione del normale cittadino sulla situazione in generale - tra cui Aleppo - passa attraverso escalation, quando vede l'escalation che considera la situazione a peggiorare e quando vede la calma egli ritiene che la situazione sia migliore ... le cose non sono misurati in questo modo. Quando ci sono militari o di operazioni di sicurezza allora ci potrebbe essere un'escalation costante e improvvisamente la situazione finisce bene o, al contrario, termina una continua escalation con calma. Alla fine, il problema è una battaglia di volontà in primo grado. Hanno una volontà di distruggere il paese. Hanno cominciato con Daraa, si trasferì a Homs e Damasco e Aleppo e Deir Ezzor e Lattakia, a tutte le province. Essi cercano di spostarsi da un luogo ad un altro. L'importanza è la differenza di scala o il peso della città nel contesto della Siria, ma se prendiamo in considerazione la scala delle battaglie complesse condotte dalle forze armate sui livelli tecnici, tattici e strategici, poi sono tra i più tipi complessi di battaglie, ma le forze armate ottenere grandi successi in questo senso. Tutti sperano che la realizzazione o la risoluzione di essere nel giro di settimane o giorni e ore.Questo è illogico, siamo coinvolti in una battaglia regionale e globale, così il tempo è necessario per risolvere il problema. Ma posso riassumere tutto questa spiegazione in una frase: ci stiamo muovendo in avanti e la situazione è praticamente meglio ma la risoluzione non è stato raggiunto e questo richiede tempo.
Domanda: Signor Presidente, per quanto riguarda aree o province in cui i problemi si muovevano, a partire da Daraa alla Campagna Damasco, Homs, Lattakia, Aleppo e Idleb. Naturalmente, ci sono quelli che hanno affrontato la questione dei paesi vicini. In questo caso, molti si chiedono quale sia la posizione dello Stato siriano nei confronti dei paesi vicini, in particolare dal momento che alcuni paesi in via di facilitare, in treno, la finanza e il braccio in tutti i modi che possano costituire una violazione dello Stato siriano, la sicurezza della Siria e la sicurezza dei cittadini siriani?
Presidente al-Assad: Alcuni paesi limitrofi stare a Siria, ma forse non sono proprio in grado di controllare il contrabbando di rifornimenti logistici ai terroristi. Alcuni paesi si affacciano o mantenere le distanze, e in alcuni paesi partecipano a questa materia, ma dobbiamo distinguere tra ciò che noi, come la Siria e come popolo siriano e come paese vuole da questi paesi. Non cerchiamo una relazione o di una controversia con il paese e con la gente? Per quanto riguarda la Turchia, ad esempio, la posizione dello Stato turco è noto, e si assume la responsabilità diretta per il sangue che ha sanguinato ed è stato versato in Siria. Ma quando abbiamo iniziato a sviluppare il nostro rapporto con la Turchia, che non hanno cercato un rapporto con persone o di un governo transitorio, ma piuttosto abbiamo cercato di una storia di rapporto teso e turbolento per quasi nove anni circa. Abbiamo voluto cancellarlo, allora possiamo tornare indietro a causa dell'ignoranza di alcuni funzionari turchi, o dobbiamo guardare il rapporto con il popolo turco, tanto più che questo popolo praticamente stava con noi durante questa crisi e non deriva, nonostante la media e pressione finanziaria andare nella direzione opposta. Dobbiamo pensare prima dei popoli, perché i governi sono transitori e dobbiamo preservare i rapporti con i popoli, perché queste persone sono quelle che praticamente ci proteggono, come approvvigionamento logistico resterà debole se la gente non abbracciano il problema.

Domanda: Ma qui chiedere le posizioni di questi popoli verso i loro governi.Alcuni siriani aspettano un movimento da parte di queste persone come politiche dei loro governi danneggiare paesi limitrofi e danneggiare la reputazione e la dignità del popolo.
Presidente al-Assad: Esatto, ma questo ha bisogno di tempo, e non dobbiamo dimenticare che questi stessi popoli stanno conducendo battaglie contro questi governi. Battaglie politiche, naturalmente, e questa volta le esigenze.Abbiamo bisogno di essere obiettivo, ma dobbiamo tener conto per vincere e perdere. Animosity con i popoli non ridurre l'offerta di terroristi, al contrario, renderà l'offerta più disponibile. Dobbiamo migliorare le relazioni e aiutare questi popoli con la presentazione di fatti, quando questi popoli scoprire la realtà di ciò che sta accadendo in Siria e la verità circa la posizione dei propri funzionari, diventeranno più forti nella loro battaglia politica e la longevità di questi governi e queste funzionari sarà breve nel lavoro politico., siamo in grado di resistere a questo incantesimo breve e siamo in grado di adattarsi ad esso, mentre noi risolvere la battaglia in Siria.
Domanda: Signor Presidente, ha parlato in merito a molti Homs, Case che hanno visto in quanto le attività di forti inizi armate e sentimenti elevati di tutti i tipi. Molti si chiedono: qual è la situazione a Homs? Perché non è la situazione più a Homs?
Presidente al-Assad: Non si può separare la situazione di Homs dalla situazione del resto delle province. Per quanto riguarda il ritardo di risolvere la situazione in città, è noto che, quando armate battaglie salariali forze nelle città devono prendere in considerazione due cose: in primo luogo, la preoccupazione per la vita umana, e la seconda, la preoccupazione per le proprietà. A parte questo, se le forze armate voleva usare tutte le loro capacità militari, fra cui potenza di fuoco poi si può schiacciare il nemico in breve tempo, ma questo è inaccettabile e non ottenere i risultati desiderati.Questo tipo di operazioni richiede tempo. D'altra parte, non possiamo dimenticare che non c'è fornitura costante di uomini armati a Homs, in particolare perché consideravano Homs essere il centro da cui la vittoria sperano si muoveranno, in aggiunta alla sua vicinanza ai confini libanesi.
Domanda: Possiamo chiamarla una zona cuscinetto?
Presidente al-Assad: La maggior parte dei siriani sono province province di confine, Deir Ezzor, Hasaka, Raqqa, Idleb, Lattakia, Daraa, Sweida, e anche in parte Homs confini dell'Iraq troppo. Questo può essere un motivo (perché alcune zone cuscinetto d'uso), ma non in grado di analizzare per conto dei progettisti. Questo problema non è importante per noi, se li considerano zone tampone o meno. Una zona cuscinetto è una zona istituita con l'approvazione dello Stato attraverso accordi specifici tra i due paesi, e noi come stato mai in un giorno ha deciso di ritenere che ci sia una zona fuori controllo siriano.Quando l'esercito vuole penetrare in una zona allora può farlo. Essi consideravano molte aree al di fuori di controllo dello Stato e l'esercito è entrato più di queste aree con facilità, il che significa che essi non sono stati in grado di creare questa zona. Pertanto, credo che parlare di zone di rispetto è in primo luogo inesistente, e in secondo luogo non realistico, anche per i paesi che hanno un ruolo ostile.
Domanda: Signor Presidente, come il comandante in capo dell'esercito e delle Forze Armate e con la vostra conoscenza della situazione sul terreno e dei suoi dettagli, ci sono quelli tra l'opposizione che parlano e chiedono perché le forze siriane e la Siria esercito sono all'interno delle città siriane, pur non essendo un singolo proiettile è stato sparato nel Golan per quasi quaranta anni. Chiedono a questo proposito, se posto naturale carri armati si trova all'interno di città siriane e non sul fronte del Golan.
Presidente al-Assad: Il compito dell'esercito e delle forze armate in tutti i paesi del mondo, è quello di proteggere la patria. Proteggere la patria non significa solo protegge dall'esterno, ma dall'interno, nonché, qualsiasi nemico che viene da qualsiasi luogo. Devi difendere il tuo paese attraverso le istituzioni competenti, in primo luogo l'esercito e le forze armate. Questa volta, il nemico mosso dal di dentro, non dal di fuori, e si può dire che mi sono siriani e vi dico che qualsiasi siriano che esegue un piano estraneo ed ostile diventa un nemico e non è più siriano. La prova è che se un siriano commette spionaggio poi viene condannato a morte dalla legge è l'esecuzione.In realtà, coloro che attuare il piano di un nemico sono considerato un nemico.Il nemico mosso dal di dentro, in modo che le forze armate si mosse.

Domanda: Quindi questo non è in contraddizione con il concetto di resistenza e che la Siria adotta le idee di resistenza.
Presidente al-Assad: Niente affatto, al contrario, la Siria adotta le idee di resistenza. Ma l'altra idea è che se la Siria adotta la resistenza, allora perché non c'è resistenza verso il Golan - questo può essere l'idea vuol dire - allora la resistenza è emerge quando uno stato abbandona la sua responsabilità nel recuperare la sua terra, che non è successo in Siria come in Libano, forse a causa della guerra civile, al momento, e come in Palestina, quando non c'è stato, in primo luogo per reclamare diritti, in modo che la resistenza doveva esistere. Quando abbandoniamo, come forze un credo, politica e armato il nostro obiettivo primario di bonifica dei terreni, allora ci sarà una resistenza siriana.
Domanda: Signor Presidente, per quanto riguarda le operazioni militari che si svolgono all'interno della Siria ora, si parla per strada siriano che la Siria ha ricevuto una luce verde, una luce verde russo e cinese verde chiaro, con un po 'andare, per quanto anche a dire un americano verde chiaro o magari una luce verde occidentale. Siria Ha bisogno di una luce verde per effettuare quello che sta facendo ora?
Presidente al-Assad: In varie fasi si era parlato di una luce verde. Per esempio, quando la Siria entrato Libano nel 1976 si è parlato tale e si è ripetuta in altri stadi. In realtà, la Siria non ha bisogno di una luce verde in emissioni sovrane, nelle questioni locali e non nelle questioni nazionali, da amici né da nemici, né da avversari. Se non possedere la luce verde e poi non c'è bisogno per la nostra esistenza come patria e come stato.
Domanda: Signor Presidente, ci sono quelli che dicono che il movimento popolare in Siria è rimasto tranquillo per quattro o cinque mesi ed è diventato operativo dopo che era oppresso dallo Stato. Alcuni citazione o distorcere un discorso di Sua Eccellenza, il discorso prima dell'ultimo in cui hai detto che nel mese di Ramadan è diventato un movimento armato e tutte le attività che erano fuori pacifica divenne armato.
Presidente al-Assad: No, questa spiegazione è imprecisa per un semplice motivo: se fossero disarmati allora cosa spiega che nella prima settimana di turbolenza e gli eventi ci sono stati un certo numero di martiri tra forze di sicurezza e di polizia? Allora come ha fatto queste persone muoiono? Hanno morire urla? Dalle onde sonore di manifestanti? Questo è illogico. La verità è che sono morti con le armi, ma il tipo di inserimento e l'obiettivo di inserimento erano diverse. A quel tempo, l'obiettivo principale è stato chiamando a raccolta il popolo dai manifestanti tiro, uomini della sicurezza e la polizia in modo che la polizia e la sicurezza rispondere e uccidere più civili, in tal modo la diffusione di una stato di ostilità verso lo stato. Dopo il fallimento di questo progetto, hanno spostato dopo l'ultimo Ramadan all'azione armata attraverso il quale hanno raggiunto le zone ribelli che lo Stato non può entrare come Baba Amr e in altre aree, e, naturalmente, queste aree sono state inserite in modo tattica gli uomini armati è cambiata. Ora, dopo Baba Amr è stato immesso e dopo la caduta dei loro siti in varie altre province che erano considerati fortificata, sono passati a un altro metodo che ha coinvolto più omicidi e più il terrorismo contro i cittadini e più di cittadini che puniscono da strade di blocco, impedendo l'arrivo di farina per il pane, come il gasolio e combustibile, gasolio e gas, e altre necessità quotidiane. In effetti, gli uomini armati è apparso fin dai primi giorni. Le immagini trasmesse dalla tv siriana su quanto accaduto a Daraa, le riprese di uomini armati che hanno detto al momento sono state realizzate, erano reali.
Domanda: Si dice che sulla strada che lo stato ritardato la risoluzione, il che significa che dopo che la gente ha visto lo stato di avanzamento delle operazioni militari hanno detto che lo stato è in grado di fare quel tipo di operazioni militari e di sicurezza ora che sono nel quadro della risoluzione, e allora perché l'ha ritardo in questo senso, che ha comportato per molti che pensavano che lo Stato è debole in modo che ha acquisito più armi, sono stati tratti in inganno più, e spostato in avanti con questo progetto su larga scala?
Presidente al-Assad: Lo Stato non tardò, e la prova è che quando le forze armate percepito un escalation a Daraa durante l'inizio degli eventi nei primi mesi, l'esercito entrò Daraa. Non abbiamo mai esitato per un secondo per la risoluzione. Ma a ogni passo lo Stato ha preso, vi è stato uno sviluppo nel loro modus operandi, così a sua volta lo stato di bisogno di misure più contatore.Alcuni vogliono che gestire questa fase, come gestiamo la tappa di oggi.Questo è illogico. Lo stadio è diverso, il loro modus operandi era diverso, anche la comprensione pubblica di ciò che sta accadendo era diverso. Molte persone sono state ingannato all'inizio, pensando che ciò che sta accadendo è uno stato di eccitazione un'ondata di La primavera araba che interesserà la Siria, che questi giovani sono eccitabili, che non ci sono uomini armati, che lo Stato è fabbricando, tutti i questi cose che abbiamo usato per ascoltare. Per noi come uno stato, la mancanza di comprensione del pubblico era un problema. Che cosa ha aiutato lo stato della risoluzione negli ultimi mesi è stata la chiarezza del quadro per la maggior parte della popolazione siriana come c'è un cambiamento delle condizioni politiche e della sicurezza delle condizioni di sicurezza stessi.
C'è un cambiamento di umore dell'opinione pubblica nei confronti di ciò che sta accadendo e verso gli uomini armati in quanto hanno scoperto che ciò che sta accadendo non è una rivoluzione, né una sorgente, ma sono piuttosto si tratta di atti terroristici nel senso pieno della parola, e la specificazione di il fattore esterno che non era chiaro all'inizio. Quando ho consegnato il mio primo discorso all'Assemblea del Popolo e ha parlato di un complotto e di confronto, molti si sono domandati confronto ciò che cospirazione e ciò che, accusandoci di dire che tutto è un complotto e considerando quello che stava accadendo per essere un semplice caso di eccitazione come ho già detto prima, e che, se il Presidente avesse detto una specie pochi e le parole sentimentali allora il problema sarebbe stato risolto. Ho detto loro che il problema non è iniziata con sentimenti e non si concluderà con sentimenti, c'è un piano e ci sono strumenti interni, per cui fin dall'inizio abbiamo preso una decisione per la risoluzione perché il quadro era chiaro, ma il metodo di risoluzione differisce a seconda delle diverse fasi della crisi.
Domanda: Signor Presidente, questa crisi inclusa ed è stato esacerbato dalla presenza di alcuni personaggi che partecipò in corruzione in questa fase e sfruttato la crisi tra i funzionari, se erano nelle forze di sicurezza dell'esercito o allo stato o uomini d'affari e commercianti e molti attività che hanno sfruttato la crisi e anche contribuito ad aumentarla. Che dire di quelli?
Presidente al-Assad: vorrei distinguere tra gli operatori di crisi che compaiono in ogni crisi in tutti i paesi, siano essi commercianti in senso economico o materiale o di altre persone che vogliono sfruttare la crisi per altri interessi privati, e potrebbero essere all'interno lo stato o fuori dello stato, e dall'altro, gli errori che si verificano all'interno della crisi e non hanno alcuna relazione prolungare la crisi. Ci sono stati degli errori che è successo, ci sono stati trasgressioni che è successo, vi erano violazioni, furti, alcuni dei quali è stato scoperto, ma in un numero limitato e quelli sono stati deferiti alla magistratura molti mesi fa. Tutti coloro che ha fatto un errore o voluto prolungare la crisi per motivi diversi devono essere ritenuti responsabili.Questo problema è definitiva e non è in discussione o dibattito, ma la domanda è come identificarli. Si tiene conto della nota non l'anonimo, e la maggior parte delle cause intentate e le denunce che vengono in contro le squadre sono anonimi, e nei casi in cui sono stati individuati i soggetti responsabili e la parte lesa ha portato il nome e c'era controllo e di indagine e la colpa o reato è stato dimostrato e di cui la magistratura. La sfida principale è come scoprire chi sono queste persone, tanto più che, nelle condizioni di lavoro e di sicurezza nel corso dell'inchiesta caotica situazione diventa più difficile di prima. In linea di principio, questi individui devono essere ritenuti responsabili anche se fosse dopo aver superato queste condizioni e riportare la calma.
Domanda: nel senso che se fossero in posizioni di potere, allora il licenziamento non è sufficiente, ma anche la prova?
Presidente al-Assad: Quando non si dispone di una prova ma gli indicatori piuttosto inconcludenti, allora si può respingere tale individuo, per mancanza di fiducia nelle loro prestazioni, ma quando si ha la prova definitiva che questa persona ha fatto qualcosa, allora deve essere di cui la magistratura immediatamente indipendentemente dalla posizione che occupa.
Domanda: Ci sono quelli che dicono che dopo quasi un anno e mezzo della crisi c'è ancora un problema con la materia di appuntamenti, con un po 'chiedendosi perché nominare qualcuno che non è qualificato, che non ha la capacità e la qualifica necessaria e che potrebbero causare problemi in seguito ci portano a licenziamenti e cercando per loro esempio. Signor Presidente, c'è un difetto nel meccanismo di nomina, tanto più che la crisi non ha influenzato o forse non motivare gli strumenti in un modo più grande in questo senso?
Presidente al-Assad: C'è un aspetto oggettivo a questa affermazione e uno soggettivo. I lati obiettivo è che non abbiamo in Siria finora gestione delle risorse umane in senso scientifico, e questo è una scienza autonoma, e questo è ciò che stiamo facendo, mettendo gli ultimi ritocchi su un progetto legato al pubblico impiego, che valuta la persona dopo essere entrate nel pubblico impiego e fino a lasciare con un corso completo che specifica lo sviluppo del loro lavoro. Qualcuno ne venga il bene lungo e la valutazione è corretta, ma dopo un po 'si discostano. Il meccanismo di ingresso non è sufficiente. Come per dire che questa persona è venuto e non dimostrare di essere buono nel meccanismo attuale, in assenza di gestione delle risorse umane allora si può solo provare, come non si sa se questa persona avrà esito negativo. Si deve cercare di sapere che verranno a mancare, e fino a quando non sono riusciti e si possono sostituire quindi dov'è il problema? Naturalmente, questo richiede tempo, ma non si dispone di altre opzioni. Ci sono casi in cui una persona è successo in un luogo e si suppone che il suo successo in questo luogo porterà al suo successo altrove, solo per scoprire che questo non è vero dopo aver provato. Infatti, con l'assenza di risorse umane nella loro forma scientifica, allora non hanno altra scelta se non per provare, e la cosa importante in questo caso non è quello di tacere su qualcuno che sbaglia o non riesce, né mantenere al loro posto, e a sua volta, c'è qualcuno che non riesce in un posto non perché siano cattivi, ma perché questo posto non li soddisfa, durante il trasferimento altrove potrebbero avere successo.
Domanda: Signor Presidente, molte persone tutto il link al Presidente, dicendo che il Presidente ha nominato questo ministro o emesse o discusso, confondendo un decreto presidenziale con un errore o qualcosa che il governo ha il compito di. Vostra Eccellenza ha parlato in più di una occasione di un controllo vero che i media dovrebbero eseguire sul comportamento dei governi. Come possono i media hanno il ruolo più importante in materia di vigilanza?
Presidente al-Assad: I funzionari devono essere monitorati dal modulo sopra e monitoraggio di seguito, che significa la base pubblica, ma richiede finora sono da monitorare funzionari dall'alto solo, e questo non è sufficiente.Potrebbe essere sufficiente per alcuni livelli di responsabilità, un ministro, un direttore generale e simili, ma ci sono livelli più bassi, come i dipendenti che hanno bisogno di controllo popolare in cui i media svolgono un ruolo principale. I media provato in varie fasi a svolgere questo ruolo, ma questo non è solo attraverso gli articoli che evidenziano questioni generali, come il ruolo dei media è quello di preparare una valigia piena come, nei paesi che sono avanzati in ciò che accade questo settore, il giornalista presenta un caso completo contenente elementi di prova, e in questo caso non c'è altra scelta per i funzionari, ma di rinviare questo caso è quello di indagine e poi la magistratura. Questo è ciò che i media manca. Naturalmente, per i media per avere successo in questo, abbiamo bisogno anche di una maggiore trasparenza da parte dello Stato, in quanto gli interessati tenterà di chiudere tutte le porte di fronte ai mezzi di comunicazione, ma i media devono rimanere persistente e determinati in questo quadro. Naturalmente, per il ruolo del Presidente, è responsabile per l'intero stato e non può eludere o dire che non sono responsabile di un certo aspetto dello stato, ma c'è una certa realtà: nessuno può vedere tutti gli angoli del paese.
Domanda: Da qui l'enfasi sul ruolo delle istituzioni che Vostra Eccellenza ha parlato in quanto il discorso di giuramento, che in uno stato di stabilimento ogni punto deve assumere il suo vero ruolo?
Presidente al-Assad: Esattamente. Finché gli stabilimenti non sono maturi, il ruolo di un funzionario, tra cui il presidente del rimarrà un ruolo carente. Il Presidente sovrintende in maniera generale le politiche di stabilimenti e interviene in alcuni casi, ma qui abbiamo a che fare con migliaia di casi ogni giorno, i casi che riguardano i cittadini che non possono essere controllati tutti i giorni a meno che non ci sono istituzioni di stabilimenti o di partecipazione sul parte dei cittadini nella gestione degli affari dello Stato.
Domanda: Lei Eccellenza ha detto che i media dovrebbero persistere, ma c'è un meccanismo che organizza il lavoro in modo più efficace e dà così - non vogliamo dire che l'autorità in senso letterale, ma piuttosto un ruolo più importante per i media? Ci è concesso di intervenire più negli affari che possono essere correlate al controllo?
Presidente al-Assad: E 'più di una questione di essere autorizzato o meno. Per me, in qualità di funzionario, quando fate il vostro dovere, riesco, e il tuo ruolo è un successo per me, ed è nel mio interesse personale che il supporto riesce a questo proposito, e c'è interesse nazionale anche come la patria riesce, istituzioni successo e cittadini successo e diventa una confortevole. In queste cose, tutti noi vincere quando si gioca il suo ruolo. I media giocano il suo ruolo non è una questione di permettere o no, ma piuttosto una questione di sapere esattamente come giocare il ruolo oggettivamente, e per i media a non sfruttare il loro ruolo per interesse personale. I media, in fin dei conti, è una delle autorità che possono sfruttare l'autorità per interesse personale, e questo si basa sulla deontologia della professione di coloro che lavorano nel campo.
Domanda: che significa che se il problema è all'interno del quadro di vigilanza e controllo del quadro di servire il paese, allora i mezzi di comunicazione, come Vostra Eccellenza ha detto, ha la luce verde.
Presidente al-Assad: Esattamente, ma superando il ruolo educativo e di svolgere un ruolo più investigativo, e avendo il ruolo dei media diventano indagini su casi e la ricerca di elementi di prova, oltre a soluzioni, aiutando in tal modo la magistratura e le autorità inquirenti, e allo stesso tempo tempo proponendo soluzioni ai funzionari che possono beneficiare nelle nostre decisioni in futuro.
Domanda: Signor Presidente, il supporto viene preso di mira oggi in Siria, e Vostra Eccellenza sottolineato questo in più di una occasione. In una fase precedente abbiamo affrontato una guerra mediatica dall'estero, poi si spostò di determinare i media siriani politicamente. Abbiamo visto la decisione dei ministri degli esteri arabi quando hanno deciso di bloccare i canali siriani dai satelliti che è anche un precedente, e il targeting sanguinosa che si è manifestata in al-Ikhbariya bombardamenti, il bombardamento della Costituzione generale della Radio e della Televisione, e gli attacchi di Addounia TV e giornalisti con sequestro di persona e omicidio. Dove inserire il supporto in questo contesto?
Presidente al-Assad: La risposta sta nella domanda, e ci porta ad un punto importante che è che dobbiamo smettere di flagellazione di sé, nonostante la presenza di carenze in tutti i campi tra cui i mezzi di comunicazione, e che le cose sarebbe stato meglio. Ma se questo strumento è stato un fallimento, come alcuni sostengono, allora non sarebbe stato preso di mira. Se fosse cattivo, pericoloso e un fallimento allora ti avrebbero fornito, come i media nazionali pubblici o privati, canali gratuiti via satellite. Questo afferma che i media siriani riuscito a esporle e minare veri imperi dei media dietro la quale non è solo denaro, ma anche le decisioni politiche nelle capitali più importanti del mondo. Questo di per sé è la prova del successo dei media siriani.Naturalmente, possiamo essere più forti e di maggior successo, e questo è naturale. Non abbiamo raggiunto le nostre aspirazioni e che non hanno raggiunto le vostre aspirazioni, come media, e questo è il corso della vita. Ma a coloro che dicono che i media è un fallimento, questa è la nostra risposta.
Domanda: Signor Presidente, la questione delle defezioni è una delle cose che riguardavano la società siriana ultimamente pure. C'erano quelli che hanno promosso la defezione di figure come Riyad Hijab, Manaf Tlas, alcuni diplomatici e alcuni ufficiali di vario rango, e ci hanno detto che se questa gente non aveva mai visto qualcosa di oscuro nel futuro della Siria e che lo Stato non è stabile e non è forte, allora non avrebbe abbandonato la fortuna, il potere e le posizioni verso l'ignoto.
Presidente al-Assad: Indipendentemente dai nomi, e supponendo che il futuro è buio, è questo un motivo per lasciare il paese? Che cosa è questa proposizione limitata, si tratta di una accusa di essere anti-patriottico. Ma esaminiamo il termine. In primo luogo, defezione è quando uno stabilimento separa da una struttura più grande che lo presiede o la defezione di una parte di uno stabilimento della sede principale, e nella parte superiore di questa struttura è un individuo o gli individui che si ribellano ai livelli più alti o stabilimento principale. Questo non è accaduto. Quello che è successo è che gli individui che erano stati occupati certe posizioni sono fuggiti dal paese, che è un processo di abbandono e di fuga, non defezione. La defezione è interno, non esterno. E 'una ribellione contro lo Stato all'interno del paese, il che non è accaduto. Quindi, questi sono diserzioni di fuori del paese, e quelli che abbandonano o fuggire o sono persone che sono state presentate con il denaro e se ne andò, e sono quindi corrompere e farsi corrompere, o vigliacchi che sono stati minacciati da terroristi o l'altro lato o, come ha detto lei , aveva alcuna speranza di un futuro luminoso, in modo che avuto paura di questo futuro e sono fuggiti all'estero, o forse era qualcuno con l'ambizione che ha creduto che avrebbe dovuto avere ottenuto profitti o vantaggi specifici o ranghi, ma non ha fatto e ha deciso di fuggire. Naturalmente, ci sono altre ragioni. Alla fine, quelli che fuggono sono praticamente debole o cattivo, perché una persona patriottica e buono non runaway e non fuggire all'estero.In pratica, questo processo è positiva e un processo di auto-pulizia del primo stato e il paese in generale, quindi non deve essere turbato da questo processo, perché è positivo. Molte persone che non conoscevamo aveva queste qualità e hanno esposto la loro verità se stessi, il che è positivo.Aggiungete a questo che più di una persona è stato detto di voler disertare prima, e quello che abbiamo fatto? Abbiamo detto che chi propone che diciamo la facilitano per lui e lo lasciò andare. Si tratta di un processo positivo. Certo, non eravamo sicuri in tutti i casi, e in cambio, in alcuni casi siamo stati molto ancora sicuro non ci importava, e nonostante che molte persone sono state discusse prima e ultimamente e sarebbero stati a fuggire in Siria con lo slogan di defezione , hai sentito che lo stato arrestato nessuno di questi? Certo che no, perché noi consideriamo questo positivamente.
Domanda: Pur sapendo ed essendo consapevoli di questo.
Presidente al-Assad: In alcuni casi, ci sono le informazioni e sospetti elevati.Non diciamo pienamente consapevole. Ma la questione posta dal competente era cosa fare, come agire, dovremmo evitare? C'è stata una chiamata per impedire loro, ma abbiamo detto loro di no, la prevenzione non è giusto, la partenza di queste persone è la cosa giusta. In primo luogo, sono esposti davanti al popolo siriano. In secondo luogo, ogni persona che lascia il paese è finito. Se hanno ambizioni politiche o obiettivi poi sono finita per il semplice motivo che è che il popolo siriano non rispettano quelli che fuggono, e che popolo siriano non può essere guidato da telecomando con dispositivi wireless, e non può condurli dall'estero. Questo problema è stato risolto storicamente, quindi posso dire che se c'è un cittadino siriano che sa che su qualcuno che è titubante e vuole fuggire, allora dovrebbero incoraggiarli.
Domanda: All'interno della grande campagna di mira la Siria, ci si può aspettare di più diserzione? Avete un problema in questo senso?
Presidente al-Assad: Se la diserzione è da questo tipo di persone, allora si tratta di un caso positivo, ed è naturale per questo genere di persone vengono in superficie durante le crisi, e questa è una cosa positiva che dobbiamo anticipare e di essere ottimista circa, non pessimista .
Domanda: Eccellenza indicato in tutte le occasioni la portata della congiura e la pressione contro la Siria e le molte cose per le quali tutti i metodi ei mezzi disponibili sono stati mobilitati politicamente e non politicamente, moralmente e immorale. I siriani chiedono: perché noi? Perché siamo presi di mira con questa quantità enorme di risorse volte a Siria?
Presidente al-Assad: questa è la storia della Siria, il conflitto sulla Siria ha avuto luogo anche quando siamo stati parte dell'Impero Ottomano, perché il Levante è una regione strategica, dopo l'indipendenza e l'evacuazione di tutti i colpi di stato francesi sono stati finanziati dall'esterno e volti a controllare la Siria e la politica siriana e trascinandolo in assi che erano presenti in quel momento in cui la Siria ha iniziato ad adottare una politica indipendente, praticamente dopo 8 Marzo Rivoluzione e consolidata dopo il movimento correttivo quando l'attacco alla Siria è diventata più potente di prima . Ora, stiamo pagando il prezzo di posizioni diverse, alcune delle quali relative alle politiche di principio relative ai diritti siriani, la nostra posizione sulla resistenza e la nostra relazione con l'Iran che significa che con questi assi che non è stato utile a Occidente.
Alcuni di coloro che sono legati alle nostre ultime posizioni, un sacco di persone non sono consapevoli del fatto che la nostra posizione sul bombardamento della Libia era una posizione solitaria alla Lega Araba contro la no-fly zone. Abbiamo obiettato, e non solo si sono astenuti. Come abbiamo pienamente compreso che la no-fly zone significa l'inizio di aggressione alla Libia, e questo è quanto è successo. Paghiamo il prezzo di queste posizioni e il prezzo di apertura ovest verso di noi nel 2008, 2009 e 2010, durante i quali alcuni hanno erroneamente creduto che fosse una tappa vera apertura, ma era una tappa attraverso il quale hanno voluto cambiare il modo di trattare con la Siria, e per raggiungere gli obiettivi necessari, cospirare contro la resistenza, in particolare in Libano e il targeting rapporti tra la Siria e l'Iran, che si distingue da noi e il diritto arabo, e quando non sono riusciti nel corso di tale fase, la primavera araba è stata la nuova giustificazione per loro davanti ai loro popoli di cospirare ancora una volta contro la Siria. Per tutte queste ragioni noi paghiamo il prezzo.
Domanda: Signor Presidente, è stata qualcosa che non sono state necessarie per essere fatto al tuo fianco, e si rifiutò di farlo durante la fase di apertura e di interessi che è stato praticato alla Siria tra il 2008 e il 2010, per cui i modi ei mezzi sono cambiati?
Presidente al-Assad: Sì, chiaramente e costantemente ci ha chiesto di allontanarsi dall'Iran, e la nostra risposta è stata chiara quanto l'Iran sta da noi, ci sostiene e si distingue dai nostri diritti senza alcuna esitazione e anche senza discussione dei dettagli solo in quanto è un diritto siriano o un parere siriana. Così come potrebbe ci allontaniamo da essa. In linea di principio, rifiutare o capovolgendo su un lato o di un paese fedele, questo è inaccettabile. In termini di interesse, un paese che ha cambiato l'ambasciata israeliana in un palestinese e si fermò con il diritto dei palestinesi. Come gli stati arabi, non si parla, ma con il diritto palestinese, veniamo e trasformare il tavolo in questo paese? dall'altro lato, i tentativi che sono stati fatti in quel periodo erano relative al cospirando sul dossier nucleare iraniano se non siamo parte di questo file, e l'Iran non ha chiesto aiuto in questo numero, il problema è proposto sulla scena internazionale , non su quello regionale, quello che era necessario dalla Siria è stato quello di convincere l'Iran le questioni contro il suo interesse, abbiamo visto che problema come una questione che riguarda il nostro interesse futuro, la nostra sicurezza nazionale in futuro, perché ciò che viene applicato a Iran uno stato che cerca di ottenere energia nucleare pacifica sarà applicata a noi in futuro, tanto più che questa energia è fondamentale per il futuro, e l'Occidente voleva monopolizzare la conoscenza e impedire che i paesi in via di sviluppo. C'è un altro aspetto legato alla resistenza, hanno anche voluto che cospirare contro la resistenza in Palestina, la resistenza in Libano attraverso alcune misure che possono essere accadendo in Libano per evitare che, al contrario di tutti questi problemi, si è basata sul principio di apertura e che gli arabi come onore, e l'apprezzamento, e l'adulazione, questa apertura e le visite ripetute e drumming dai media occidentali contro la Siria il cui presidente era un criminale di qualche anno fa, secondo i loro mezzi di comunicazione nel 2005, dopo al-Hariri problema e divenne improvvisamente un produttore di pace, questo vi dà un'idea di ipocrisia occidentale, e quando non sono riusciti nel corso di tale fase, la primavera araba è stata l'opportunità di interrompere la politica siriana.
Domanda: La Siria ha e incontra ancora tutte le forme di sanzioni mirate alcuni ministri, le aziende, tra cui medici, quelli alimentari, in modo che il popolo siriano è stato il bersaglio. Le sanzioni sono state apparentemente imposto ad un certo numero di personalità, ma la realtà è che il popolo colpito nel suo complesso, che potrebbe Siria evitare tutte queste sanzioni, in particolare come si dice che attraverso la pressione economica, o attraverso la Siria facendo collasso economico che potrebbe ottenere i loro obiettivi politici?
Presidente al-Assad: Questo tipo di sanzioni senza dubbio influenzare la Siria, ma che interesserà con i gradi specifici. Questo dipende da come abbiamo potuto ci adattiamo a queste condizioni. Guarda verso l'Iran, che progredisce in avanti alla luce delle sanzioni severe in tutta molti decenni. Siamo una nazione che ha l'intelligenza nel corso della storia, abbiamo una grande capacità di adattamento, abbiamo vissuto le crisi in tutta la nostra storia. Le fasi che erano calma erano limitate fasi della storia siriana, senza dubbio abbiamo in grado di adattarsi con loro come noi siamo una realtà produttiva, non siamo un paese importatore in linea di principio, siamo stato produttivo da agricoltura, l'artigianato in piccole industrie, ma Dobbiamo riformulare la nostra economia in un modo che si adatta con questa nuova condizione, in questo caso possiamo fare risultato. L'industria siriano si è sviluppata alla luce dell'assedio anni ottanta, si ricorda in quel momento avevamo nemmeno i materiali di base, che la condizione era più difficile di questa fase, non abbiamo avuto riserve minime nelle nostre banche, anche se si potrebbe sviluppare l'industria, oggi abbiamo grandi capacità, ma hanno bisogno di un po 'di pensiero, una serie di progetti concreti, non teorizzazione, credo che avremo benefici, questi risultati si verificherà dopo la crisi anche se auto-dipendenza e di tenere lontano da alcuni poco importanti abitudini di consumo-che hanno adottato soprattutto perché viviamo anni di benessere, in modo da avere la possibilità di mantenersi e svilupparsi, e abbiamo bisogno di specificare quale sia la migliore formula per la nostra economia.
Domanda: Signor Presidente, Lei ha invitato al dialogo, e le richieste di stato per il dialogo, alcuni partiti di opposizione parlare ora di dialogo, stavano rifiutando il dialogo, ma ora che accetta, un po 'di rifiutare, accettare altri, come le offerte di Stato con la richiesta di dialogo in quanto la convocazione della conferenza dello scorso anno?
Presidente al-Assad: Questa è una storia molto lunga anche se è durata un anno e mezzo, ma era molto ricco e un sacco di gente non sa che cosa le cose stavano accadendo e quello che era la realtà del dialogo, quello che era il posizione dello Stato e dell'opposizione. All'inizio della crisi, abbiamo chiesto di condurre il dialogo con tutte le forze e personalità anche quelli che erano alle prime armi in politica, siamo andati al di là di tutte le forze politiche che raggiungono personalità sociali e culturali, ecc, abbiamo considerato il problema come non è un problema politico , ma una questione nazionale, ogni persona in Siria è impegnata nella risoluzione di questa crisi, in quel momento, la questione del dialogo è stato proposto a tutti i livelli da lati diversi, e dagli stati che è venuto per avere un parere, con buona o cattiva fede, la stessa cosa da parte delle potenze esistenti in Siria, che volevano sfruttare la crisi, o coloro che hanno voluto prendere una posizione nazionale e reale. Abbiamo detto che la nozione di dialogo è buono e abbiamo iniziato a lavorare a tale scopo, qui l'ordinamento fuori ha cominciato, in particolare per quanto riguarda le forze di opposizione. C'era una opposizione nazionale che voleva mettere da parte tutti i suoi interessi e le visioni che differiscono a mettere l'interesse della Patria prima. In seguito al processo politico, alcuni entrarono elezioni, altri hanno partecipato all'Assemblea del popolo e del governo. D'altra parte, c'era il non-nazionale opposizione che noi non parlavamo direttamente, senza specificare che era questa opposizione, la gente poi sapere chi sono, ma dobbiamo specificare che cosa sta accadendo.In principio, che l'opposizione ha presentato un processo di riforma, la riforma, la modifica, cambiare le leggi o modifica della costituzione. Si credeva che avremmo rifiutare questa logica, ovviamente, questo è ciò che è stato proposto da esso pubblicamente, allo stesso tempo, è stata la contrattazione con noi attraverso i canali nascosti che non aveva alcun interesse in tutto questo e che questo discorso era per il media o di consumo popolare, ma ha voluto prendere parte al governo. Naturalmente, in linea di principio abbiamo detto non abbiamo alcun problema con il rilascio di partecipazione al governo. Il governo non è limitato da un lato, il governo è per tutte le persone. Abbiamo sempre lasciare che la gente indipendenti partecipare. Altre forze potrebbe venire, non abbiamo alcun problema, ma non accettiamo ricatti. La base nel trattare con qualsiasi lato è il dealing morale e di principio. Abbiamo raggiunto il dialogo. Queste forze sono state chiedendo il dialogo, siamo rimasti sorpresi che non è venuto, vorrei sottolineare che parlo di una parte dell'opposizione, perché quelle forze non volete venire a dialogo? Perché, prima dell'inizio del dialogo, si suppone che sia riservato allo Stato e questi gruppi, di sedersi al tavolo del dialogo, in assenza di altri lati.
Interposizione: che significa monopolio.
Presidente al-Assad: Sì, per un semplice motivo: volevano far finta di essere i difensori del popolo e rappresentanti per loro, e che noi siamo contro il popolo.
Non avevano base popolare, ma hanno cercato di raggiungere una posizione politica per loro come opportunisti, al fine di negoziare con lo Stato, quindi abbiamo rifiutato questo discorso e ha invitato tutti i poteri differenti, sul tavolo del dialogo non vi era più di 100 personalità. Essi rappresentano differenti spettri siriani, questo è da un lato. Un altro lato negativo è che alcuni di questi poteri sono stati continuamente contatto con le ambasciate occidentali che sono stati che operano attivamente in Siria a quel tempo, fu detto loro di non andare per il dialogo, perché la durata della vita dello Stato, o di quello che chiamano "regime" - e questo parola è rifiutata-, la durata della vita di questo stato è in settimane o di un numero di mesi, quindi non c'è bisogno di parlare con un lato chiuso. Ci sono stati altri lati che è andato in Egitto, ha ricevuto denaro dai paesi del Golfo alla Lega Araba o tramite i funzionari della Lega araba al fine di non andare al dialogo. Ci fu un altro motivo, hanno proposto il problema della riforma, ho incontrato alcuni gruppi di loro, ha parlato della Costituzione e l'articolo 8, prima di un mese del dialogo, ho rivolto la gente all'università di Damasco, durante il quale ho annunciato riforme. Secondo loro, ciò che era necessario da questo dialogo è stato quello di proporre riforme e ci ha messo di fronte a due opzioni, se abbiamo accettato, avrebbero detto alle persone che hanno portato la riforma attraverso negoziati con lo Stato, e se abbiamo respinto, si Direi che lo Stato era contro la riforma, quindi cerchiamo di combatterlo. Così monopolizzare la base popolare come difensori dei diritti del popolo. Questo è stato chiaro per noi, sono opportunisti a molto, quindi li abbiamo ignorati, e si trasferì in un altro stadio, dopo il dialogo. Naturalmente, hanno continuato la loro posizione attraverso le scommesse sulle ambasciate e le potenze del Golfo esisteva la Lega araba e li contattato fino a quando non ha perso la speranza.Ultimamente, abbiamo sentito che hanno cominciato a parlare di dialogo.Mettiamo da parte tutto questo opportunismo, e supponiamo bene bene, diciamo a venire è meglio che non tarda a venire, ma se si voleva giungere in ritardo, è necessario per essere vero, non venire ancora una volta come un opportunista per ottenere su un onda che si vede questa nave non affondò, quindi cerchiamo di garantire un posto in esso. Si sta parlando ora circa il rifiuto della violenza e di armamento da tutti i lati. Questa è la parola che alcuni sono ruminare di tanto in tanto, se si ammetteva l'arma o di inserimento, perché l'hai fatto respingere un anno fa? Vuoi venire a dire chiaramente che vi siete sbagliati o massimo che si è mentito al popolo. Non ci aspettiamo il secondo, nel minimo, il primo. Lasciatelo dire che non sapeva, dica di aver fatto un errore nella valutazione. Ma, per venire, come se nulla fosse accaduto, questo discorso è rifiutato, l'opportunismo è respinta, quando ritengono che non hanno trovato un posto per loro in altra nave e che annegò attraverso consigli all'estero o attraverso l'esterno sta scoprendo che la opportunista opposizione non ha alcuna posizione reale in Siria, non ha alcun ruolo.
Attraverso le scommesse su l'atto terroristico militare e il fallimento di questo lavoro armata terroristica in Siria per ottenere risultati importanti, al contrario, era un rifugio e contrazione. In quel momento hanno cominciato a cambiare. Questo discorso è inaccettabile per noi. Questo è da un lato, ma dall'altro, ci sono altre iniziative sul lavoro.
Domanda: Le iniziative dell'opposizione come Roma. Qui abbiamo discusso le tre fasi di dialogo che prima lo hanno richiesto, in secondo luogo si sono astenuti da esso, e ora lo domandano di nuovo, e con la convinzione che la nave non è affondata. Il numero può espandersi e spettri nuovi possono venire a unirsi a loro.
Presidente al-Assad: oltre a quello che ho detto nella mia risposta precedente rigetto che fare con l'opportunismo, abbiamo una politica di principio e quello che abbiamo detto all'inizio della crisi si dice oggi. Non abbiamo cambiato le nostre posizioni a tutti verso tutti gli eventi e le circostanze che lo circondano.Diciamo che il nostro collegamento con le iniziative si basa anche su ciò che sta facendo parte l'iniziativa? Quali sono gli strumenti di cui dispongono? Qual è il loro peso in Siria? Se sono paesi come ciò che sta accadendo ora, quando sentiamo parlare di una iniziativa da realizzare da parte dell'Iran e l'abbiamo sostenuto, in primo luogo a causa del ruolo dell'Iran nella regione e la sua importanza e la natura di principio e di altri motivi, e perché sarà con un gruppo di altri paesi che non sono necessariamente come principio e dello stesso peso, ma possono giocare un ruolo in un modo o nell'altro. Chiediamo ogni lato che rende l'iniziativa: qual è il peso di questo lato? Molte iniziative provenienti da più parti, da alcune organizzazioni straniere come quello che ha sponsorizzato la recente iniziativa di Roma, e sono sorpreso che le organizzazioni straniere stanno sponsorizzando iniziative siriane di popolo siriano. Questo è vergognoso per noi a livello nazionale. Abbiamo ignorato molte di queste iniziative che non hanno alcun valore e senza peso, come la crisi non è un posto per alcune persone alla ricerca di posizioni. Questo fa parte del commercio nella crisi.
Domanda: Coloro che hanno visto il rilascio della nave, se intende o non affondare, scommettere su un arco di tempo. Stiamo parlando ormai da circa un anno e mezzo. La nave è ancora forte e sembra che con la determinazione della gente di questo paese rimarrà forte. Chiediamo: che ha fatto la Siria fino ad ora forti e saldi di fronte a tutto ciò che ha attraversato?
Presidente al-Assad: In primo luogo, un po 'di fatto un errore nel ritenere che la nave è la nave dello stato o, ancora una volta tra virgolette, un La nave è la patria sia Siria annega o la Siria fa "regime".. Dobbiamo essere chiari su questo punto, lo Stato non può affondare e la patria persiste per la semplice ragione che è che, nonostante i molti errori che esistono, c'è un profondo legame tra le politiche di questa statali e credo di questo popolo. Ma se abbiamo detto che ha fatto questo paese fermo, il fatto è che sono le persone in generale, e la base popolare non la sua élite. Per essere chiari per la storia: l'ampia base che forse non è di solito interessato alla politica.
Interposizione: La gente comune.
Presidente al-Assad: Sì, la gente comune che magari non sono interessati alla politica, forse non hanno gradi, forse non vivono in questi ambienti, ma hanno una profonda sensazione naturale sulla verità della crisi e la sua sostanza e l'essenza. Questa non è la prima volta che scopro questo o vedere questa scena, l'abbiamo visto nel 2003, dopo la guerra in Iraq ed i suoi risultati quando alcuni saltato a criticare la posizione siriana per contrastare i principali paesi e schierandosi con l'Iraq, al momento, e ha mostrato chiaramente dopo il 2005, quando l'Occidente cospirato contro di esso sullo sfondo l'assassinio di Hariri in Libano, e ora vediamo più chiaro, è la stessa immagine. Questa base ampia del popolo è quella che protegge il paese, non l'elite, per essere chiaro se ciò avvenga nel rispetto alcuni o li sconvolge.Senza dubbio l'elemento più importante di questo popolo che ha reso questo paese è fermo delle forze armate. Questo esercito e le forze armate, con la loro sicurezza e di polizia, compiere atti eroici nel senso pieno della parola.Hanno disponibilità al sacrificio che abbiamo sentito parlare di prima e crede di essere singoli casi, e sono presenti in ogni esercito del mondo, singoli casi di eroismo. Ma la cosa sorprendente è stato il generale stato di prontezza per sacrifici, i casi di cui abbiamo visto direttamente e in diretta su Addounia TV e sulla TV siriana durante le battaglie che hanno mostrato il loro coraggio e le loro successi ottenuti. Senza i successi dell'esercito araba siriana durante queste circostanze complicate, la situazione del Paese sarebbe senza dubbio in pericolo, e abbracciare questo esercito popolare è essenziale. Diciamo esercito del popolo, in quanto questo esercito è parte di questo popolo. Se guardiamo alla società come settori di medici, intellettuali, laureati, lavoratori professionali, agricoltori, lavoratori, ecc, e se torniamo all'inizio della crisi, la crisi iniziata o invocato proposizioni settarie. Volevano in origine, per creare una divisione settaria tra il popolo siriano per aprire un grosso buco in Siria in cui questo piano può passare molto facilmente e rapidamente. La proposizione settaria è una partenza dalla religione e la deviazione dalla religione, perché le religioni, e l'Islam in particolare, non può essere settario e separatista. Ci sono molti strumenti per affrontare il settarismo, ma lo strumento più importante di questo è proprio la religione, e nessuno può svolgere questo ruolo come figure religiose o studiosi. La verità è, per la storia, il ruolo delle figure religiose in questa crisi è stato molto importante e vitale, e molte persone non sanno che un certo numero di rispettabili figure religiose sono stati torturati e imprigionati in scantinati e alcuni sono stati assassinati e pagato con la vita non per stare in piedi da parte dello Stato, ma per dire una parola di verità o per parlare dei veri principi della religione. L'essenza della crisi è stata in primo luogo la creazione di conflitti settari e figure religiose ha avuto un ruolo di primo piano nella lotta contro di esso. Qui parliamo anche i mezzi di comunicazione, come abbiamo detto prima, se il ruolo dei media in Siria non era importante allora i giornalisti non avrebbero pagato il prezzo con la vita. Ci sono molti gruppi, ci sono persone in vari punti. Non escludere i gruppi, tutti i gruppi sono persone patriottici e persone che hanno pagato il prezzo con la loro vita, ma c'era una messa a fuoco degli avversari e nemici in direzione specifica, e questi gruppi o settori della popolazione hanno dovuto compiere il loro dovere e hanno svolto il loro dovere. D'altra parte, ci sono stati naturalmente devianti figure religiose che hanno giocato un ruolo negativo a causa di ignoranza nel credo o nascosti a causa di ragioni politiche per cui sfruttate la religione, ma quelli erano circondati dalle figure religiose della Siria. Pertanto, credo che questa fase è quella che dovrebbe essere registrato per tutti questi gruppi che proteggevano la patria.
Domanda: Naturalmente, ricordiamo l'assassinio di molte attività, medici, ingegneri, professori universitari, ricercatori in tutti i campi.
Presidente al-Assad: Questo è corretto. Ma forse ciò che è stato voluto da ogni individuo in questi gruppi era limitata rispetto alle grandi parole d'ordine che sono state poste all'inizio della crisi, ma io vado indietro e dire che ognuno appartiene a questo popolo, e quando ho iniziato dicendo che le persone erano quelli che proteggevano questo paese, allora questo comprende tutti i gruppi.
Domanda: Eccellenza, i siriani vogliono sapere dove stanno andando, dove stiamo andando? E dopo? Che ne dici ai siriani, Vostra Eccellenza?
Presidente al-Assad: Prendiamo la Siria per la destinazione che vogliamo come popolo siriano e non a qualsiasi altro luogo. Il fattore esterno ha un effetto come si può accelerare un certo processo o rallentare o deviare la direzione, ma siamo in grado di correggere la direzione. Tutto ciò che sta avvenendo in Siria non avrebbe avuto luogo se non abbiamo avuto alcuni gruppi: gruppi specifici, ma sono influenti al passo con il regime estero politica o penale. In assenza di tali gruppi, essere sicuri che una cospirazione guidata da tutto il mondo contro la Siria, e in cui tutto il mondo prende parte contro la Siria è in grado di influenzare il futuro che vogliamo disegnare per noi stessi. In breve, il destino della Siria è nelle mani dei siriani, NON nelle mani di qualcun altro, e una volta che eliminare il terrorismo, non avremo alcun problema, anche il cospiratore sarebbe tornato e cambiare.
siriani che hanno preso parte a questi eventi sono responsabili per incoraggiare i congiurati a persistere nelle loro cospirazioni. Questa è la verità. Questo è il motivo per cui abbiamo bisogno per affrontare la situazione interna. La cospirazione è grande, ma come ho detto in ogni discorso e in ogni intervista, la fondazione si trova in Siria. Quando ci liberiamo di quei terroristi e tornare più tardi per cercare le cause della presenza di criminalità tali che non credeva esistesse nel nostro paese, allora sarà assicurato. Questa è la responsabilità della società e la patria intera per eliminare i terroristi e cercare le vere cause e trattare con loro. Poi ci dovrebbe essere garantita, e poi la Siria tornerà così come lo conosciamo prima della crisi e sono certamente convinto di questo.
Domanda: In più di una occasione, Sua Eccellenza ha detto che la Siria è la madre di tutti i suoi figli, e di conseguenza quando lo stato concede l'amnistia per coloro che sono stati coinvolti negli eventi, ci sono quelli che dicono che le amnistie tali potrebbero essere concessi quando lo stato è forte. Alcune persone anche svuotare l'amnistia del suo significato. Lo stesso vale per le chiamate per gli uomini armati a deporre le armi. Le persone dicono che lo Stato non è in una posizione che gli consenta di concedere amnistie tali.
Presidente al-Assad: La risposta è implicita nella domanda. È misericordia quando si è forti, non quando si è deboli. Si tratta di un segno di forza e fiducia in se stessi. E 'la fiducia in noi stessi e nelle persone, perché lo Stato rappresenta il popolo, ed è parte di esso. Molte persone sono state fuorviate e fuorvianti. Mettete da parte gli errori: alcune volte, nel lavoro di sicurezza, alcune persone vengono arrestati per errore e vengono rilasciati individualmente o collettivamente. Ma ci sono casi che sono individuati dalla legge come reato, e che potremmo mostrare un po 'di tolleranza verso.Questo approccio ha prodotto risultati positivi nel corso degli ultimi diciotto mesi. Se amnistia porti a risultati positivi, perché non dovremmo perseguire.Risolvere la crisi non è solo attraverso l'eliminazione del terrorismo, o con la forza. Dobbiamo usare tutti i mezzi possibili, compresa la tolleranza. È per questo che continuiamo ad abbracciare questa politica.
Domanda: parte del popolo siriano dice - e di farci mettere questo tra virgolette - che non credono più in pan-arabismo. Dicono che dovremmo mettere "la Siria prima" e abbandonare panarabismo dopo le posizioni prese dalla Lega Araba e sospendere l'appartenenza della Siria e il ruolo svolto da alcuni regimi arabi. Ha Sua Eccellenza il Presidente Bashar al-Assad credono ancora nel pan-arabismo e ciò che si chiama "azione arabo"?
Presidente al-Assad: In primo luogo, ripeto ciò che ho detto in uno dei miei discorsi, che "la Siria prima" è evidente. Ogni patria, ogni villaggio a cui un essere umano appartiene è "prima". Ma questo non è in contrasto con ciò che è al secondo posto, che è la città, la patria più grande e il mondo arabo di cui facciamo parte. Questo discorso è riduttivo e si presenta come una reazione.Quando si dice "la Siria prima", o che non vogliamo far parte della nazione araba, significa che stiamo consegnando la nazione araba oltre a quelli cospirando contro di noi. Al contrario, dico che oggi sono più impegnati a pan-arabismo, più convinto e più a suo agio con essa. Dopo più di un decennio di lavoro con alcuni - non tutti - di quei funzionari arabi a diversi livelli - alcuni di loro capi di Stato - So che non appartengono alla nazione araba e non appartiene a loro. Questo assicura uno che la nazione araba è puro, nonostante gli sforzi di alcune persone per rendere torbido con la loro esistenza. Per quanto riguarda la Lega araba, che non è uno standard di un criterio di pan-arabismo. Pan-arabismo non è un'organizzazione, è uno stato di civiltà. Questa regione si basa su una serie di pilastri, il più grande tra loro ci sono pan-arabismo e l'Islam. Senza entrambi come due grandi basi, la regione non può esistere nella sua forma attuale. Senza credere in questi due pilastri principali, si dimostra che non crediamo in qualcosa che esiste, in realtà, che ci piaccia o no. Questo è un fatto. Se non si crede in esso, è necessario modificarlo. Possiamo annullare la distanza panarabismo? Questa è una questione diversa.
Per quanto riguarda la Lega Araba, cerchiamo di essere realistici: negli ultimi 10 anni, a partire dallo scoppio dell'Intifada - Nel 1990 ha incontrato solo una volta, dato che c'era solo un vertice arabo. Dal 2000, quali sono i risultati della Lega Araba, nell'interesse della nazione araba? Infatti, attraverso la mia presenza in tutti i vertici arabi, la Siria non ha avuto l'ambizione di ottenere qualcosa. La nostra ambizione massima era quello di diminuire le perdite.Abbiamo sempre saputo che c'erano trappole e mine terrestri che abbiamo bisogno di smantellare. Non abbiamo mai creduto che la Lega Araba si è vero lavoro nell'interesse della nazione araba. Una delle sue attività politiche più difficili è stato quello di partecipare a un vertice arabo di smantellare e scoraggiare la compensazione di trappole e mine, citando la mancanza di fede nella presenza di un vero e proprio lavoro nella Lega nell'interesse della nazione araba .
Domanda: Un certo numero di media esteri ha detto che vuole il presidente Assad a comparire sugli schermi televisivi ogni giorno per dissipare le voci su di lui. Si chiedono dove sono: a Lattakia, a Teheran, a Mosca? Anche la moglie ei figli: dove si trovano, all'interno della Siria, fuori della Siria. Signor Presidente, dove sei adesso?
Presidente al-Assad: Io sono con voi nel Palazzo Repubblicano di Damasco. In ogni caso, tali voci non sono del tutto negativi, come non nella maggior parte dei casi, rispondere alle voci che sono come "bolle" che espongono le loro menzogne ​​e falsificazioni, anche se tali voci potrebbe confondere il cittadino un po ', ma li confondono di più e confondiamo la loro combattenti. Cercano di migliorare il morale dei loro combattenti attraverso queste voci, e così facendo illusioni offrono ai loro strumenti. Questa è una buona cosa e non ci infastidiscono. Ciò significa che questi strumenti si arresterà presto. Non dobbiamo prestare attenzione e non si arrabbiano per queste voci. Sono qui sulla terra, in realtà. Sono incapaci di fare scorrimento paura al mio cuore o nel cuore della maggioranza dei siriani. Non potranno mai raggiungere questo obiettivo.
Domanda: La ringrazio molto signor Presidente.
Presidente al-Assad: Grazie, e voglio di passare i miei migliori auguri a tutto lo staff di Addounia TV, che stanno portando avanti con il loro dovere nazionale, nonostante le minacce che hanno ricevuto, al fine di far emergere la verità.
*
*
- 1 - 
*
- 2 -
*
BREVE VIDEO-CLIP
*
FRANÇOIS
*