HANNO UCCISO ISRAELE

anticristi: Benjamin Netanyahu, 322 KERRY HANNO UCCISO ISRAELE! TERRORISTI FANNO UN GOVERNO LEGITTIMO IN: PALESTINA, IRAQ, SIRIA, e questo: è buono per la LEGA ARABA, sharia nazi, senza reciprocità, ma, no! non è buono per noi! ] [  In corso aspri combattimenti in Shejaiya Nonostante 100 incursione aerea IDF. Poiché l'operazione di Gaza è iniziato, 3.200 obiettivi terroristici sono stati eliminati, 180 terroristi uccisi e 59 tunnel distrutti. Come Operazione di protezione Riva entra nel suo quindicesimo giorno, un funzionario militare ha detto Arutz Sheva Martedì che centottanta (180) i terroristi sono stati eliminati finora, tra cui venti (20) che sono stati uccisi solo pernottamento Lunedi. Durante la notte, circa 100 obiettivi sono stati attaccati nel quartiere Sheijaya, dove sono stati uccisi 13 soldati Domenica. Venti otto terroristi sono stati arrestati dal lancio l'offensiva di terra il Giovedi e da allora sono stati interrogati dall'Agenzia per la sicurezza di Israele (ISA o Shin Bet). In totale, ha aggiunto, 3.200 obiettivi terroristici sono stati eliminati a Gaza nel corso di un periodo di due settimane - per un totale di 59 gallerie terroristici e pozzi di ingresso. Hamas ha sparato un pesante raffica di razzi contro Israele durante la notte, soprattutto nel sud. Di una raffica sparato in corrispondenza della zona di Be'er Sheva, tre razzi è caduto in aree aperte; uno è stato intercettato dal sistema di difesa antimissile Iron Dome.
Durante la notte, a Gaza, due soldati sono stati uccisi in scontri di terra. Tre soldati sono rimasti gravemente feriti e quattro hanno riportato ferite leggere. Uno dei soldati caduti è stato identificato come il sergente Oded Ben Sira, 22, da Nir Etzion. Sarà sepolto il Martedì pomeriggio alle 17:00 presso la sezione militare del cimitero Nir Etzion. Il nome del secondo soldato non è ancora stato eliminato per la pubblicazione. Più di 139 razzi sono stati sparati da Gaza verso Israele il Lunedi, l'IDF ha annunciato Lunedi notte. Di questi, 116 hit Israele; 17 sono stati intercettati dal sistema di difesa antimissile Iron Dome. Sei sono stati stimati per aver colpito Gaza, causando un numero imprecisato di vittime palestinesi.
I numeri mostrano un aumento significativo lanci di razzi su Israele da quando è iniziata l'offensiva di terra. Ottantasette razzi sono stati sparati Domenica sera. Un totale di 150 obiettivi terroristici sono stati eliminati Lunedi notte a Gaza. Ongoing Fierce Fighting in Shejaiya Despite 100 IDF Strikes. Since the Gaza operation began, 3,200 terror targets have been eliminated, 180 terrorists killed and 59 tunnels destroyed. As Operation Protective Edge enters its fifteenth day, a military official told Arutz Sheva Tuesday that one hundred and eighty (180) terrorists have been eliminated so far, including twenty (20) who were killed overnight Monday alone.
Overnight, roughly 100 targets were attacked in the Sheijaya neighborhood, where 13 soldiers were killed Sunday. Twenty eight terrorists have been arrested since the launch of the ground offensive on Thursday and have since been interrogated by the Israel Security Agency (ISA or Shin Bet). In total, he added, 3,200 terror targets have been eliminated in Gaza over a two-week period - including a total of 59 terror tunnels and entry shafts. Hamas fired a heavy volley of rockets at Israel overnight, mostly in the south. Of a volley fired at the Be'er Sheva region, three rockets fell in open areas; one was intercepted by the Iron Dome missile defense system.
Overnight, in Gaza, two soldiers were killed in ground clashes. Three soldiers were seriously wounded and four suffered light injuries.
One of the fallen soldiers has been identified as Sergeant Oded Ben Sira, 22, from Nir Etzion. He will be laid to rest on Tuesday afternoon at 5:00 p.m. at the military section of the Nir Etzion cemetery. The name of the second soldier has not yet been cleared for publication. More than 139 rockets were fired from Gaza towards Israel on Monday, the IDF announced Monday night. Of those, 116 hit Israel; 17 were intercepted by the Iron Dome missile defense system. Six have been estimated to have struck Gaza, causing an unknown number of Palestinian casualties.
The numbers show a significant increase in rocket fire on Israel since the ground offensive began. Eighty-seven rockets were fired Sunday night.
A total of 150 terror targets were eliminated Monday night in Gaza.

https://www.youtube.com/user/NoahTheNephilim/discussion SE, POCHI TERRORISTI POSSONO, OCCUPARE LA PALESTINA, SCONFIGGERE, ED IMPORRE CONDIZIONI AD ISRAELE, POI, COSA, POTREBBE IMPEDIRE ALLA LEGA ARABA DI CONQUISTARE IL MONDO? ] la responsabilità, per la morte dei soldati, è tutta di Benjamin Netanyahu, io avevo detto che, GAZA era una trappola! GAZA non può essere invasa, GAZA deve essere rasa al suolo, Hamas, deve essere esiliato in Siria! ALTRIMENTI, TUTTI I SACRIFICI SARANNO STATI CONTROPRODUCENTI, SE HAMAS RIMANE AL SUO POSTO, ISRAELE RISULTERà SCONFITTO, E QUESTO è IL SEGNALE, CHE, LA LEGA ARABA, ASPETTA, PER CAPIRE, SE, L'ISLAM PUò CONQUISTARE IL MONDO! SAPPIAMO TUTTI CHE, SHARIA è HAMAS, BOKO HARAM, ECC.. QUESTO è UN GIOCO TROPPO CRUDELE CHE, FARISEI ROTHSCHILD 322 E SALAFITI STANNO CONDUCENDO INSIEME, CONTRO, IL GENERE UMANO! esercito israeliano lunedì ha annunciato la morte di sette suoi soldati nel conflitto armato a Gaza. In totale le perdite militari israeliane ammontano a 25 persone. Altri 2 civili sono stati uccisi a causa dei bombardamenti missilistici palestinese e colpi di mortaio per due settimane dall'inizio delle operazioni contro I militanti di Gaza.
Ci sono informazioni che le vittime the parte palestinese sono oltre 500. Israele dal 7 luglio conduce l'operazione militare nella Striscia di Gaza contro il movimento islamico Hamas e I guerriglieri palestinesi.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_21/Altri-sette-soldati-israeliani-sono-stati-uccisi-nella-Striscia-di-Gaza-1503/
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
34 minuti fa

http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/183190#.U84H2LHalxA

Netanyahu is always looking for a cease-fire, he's cowardly and afraid to destroy Hamas. Bibi would rather sacrifice the lives of IDF soldiers than fight to win. Carpet bomb Gaza, that should be the order to General Gantz. Netanyahu should be removed as PM.

Clinton van Rensburg
America wouldn't sign a ceasefire deal with al Qaeda living next door. Why should Israel?

Simple solution:

1. All arabs have 7 days to pack their bags and f**k off.
2. On day 8 the IDF moves in and annexes Gaza and Judea and Samaria.
3. The world whines as it always does.
4. Jews live happily ever after.

John John·
I think it is good that the vermin keep making demands that can never be met in order to agree to a ceasefire. They look like aggressors to idiots like kerry and Israel has free reign to carry on destroying the vermin in their nest. It's a win win situation, apart from the heartbreaking losses of Jewish troops, for which hamas should pay lifetime reparations when they surrender.

    austinfreeman911· Top Commenter (signed in using yahoo)
    We don't know if those demands "can never be met" because we don't know what's in Netanyahu's mind. It will take a couple of years to carefully go completely through all of the Gaza underground booby-trapped labyrinths to effectively destroy beyond re-use. Or perhaps Israel will sink massive bombs 75 feet down and destroy them that way. This sounds better to me. If the surface is disturbed a bit...welll we can't expect everything to be perfect....

    And it's "free rein"....as in letting a horse ride freely without pulling it back........

Mike Perlman · Top Commenter
Please update tis post. Most of it is from days ago and out of date. Heard of digital death?
Netanyahu è sempre alla ricerca di un cessate il fuoco, lui è vile e paura di distruggere Hamas. Bibi preferisce sacrificare la vita dei soldati israeliani che lotta per vincere. Bomba Carpet Gaza, che dovrebbe essere l'ordine al generale Gantz. Netanyahu dovrebbe essere rimosso come PM.

Clinton van Rensburg
L'America non avrebbe firmato un accordo di cessate il fuoco con al Qaeda vive accanto. Perché dovrei Israele?

Soluzione semplice:

1. Tutti gli arabi hanno 7 giorni di tempo per le valigie e f ** k off.
2. Il giorno 8 l'IDF si muove dentro e annessi Gaza e in Giudea e Samaria.
3. Il mondo si lamenta come fa sempre.
4. Ebrei vivono felici e contenti.

John John ·
Penso che sia bene che il parassita continuare a fare richieste che non possono mai essere soddisfatte al fine di concordare un cessate il fuoco. Essi guardare come aggressori di idioti come kerry e Israele ha libero sfogo a portare a distruggere i parassiti nel loro nido. E 'una situazione win win, a parte le perdite strazianti delle truppe ebraiche, per il quale Hamas deve pagare le riparazioni a vita quando si arrendono.

     austinfreeman911 · Top Commenter (firmato nel usando yahoo)
     Non sappiamo se "non possono mai essere soddisfatte" tali richieste, perché non sappiamo cosa c'è nella mente di Netanyahu. Ci vorranno un paio di anni per andare con cautela completamente attraverso tutti i labirinti sotterranei booby-trapped Gaza per distruggere in modo efficace al di là riutilizzo. O forse Israele affonderà bombe massiccio 75 piedi e distruggere in quel modo. Questo suona meglio di me. Se la superficie è disturbato un po '... welll non possiamo aspettarci che tutto sia perfetto ....

     Ed è "libero sfogo" .... come nel lasciare una passeggiata a cavallo liberamente senza tirare indietro ........

Mike Perlman · Top Commenter
Si prega di aggiornare tis palo. La maggior parte è di giorni fa e aggiornato. Sentito parlare di morte digitale?
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
38 minuti fa

Report: Hamas's High Demands Preventing Cease-Fire. 'Conditions' for truce even more ridiculous than what was leaked to the media, sources say - and Hamas, not Israel, is stalling. 7/22/2014, Hamas terrorists in Gaza. Hamas and Egypt are at odds over an unconfirmed cease-fire deal with Israel, Walla! News reports Tuesday - after Cairo refused to add to the terms of its mediation unprecedented 'conditions' tempering the move. Hamas, which has rejected not one, but three separate ceasefire attempts, called on Israel over the past week to submit to a number of 'conditions' - or demands - in return for an end to the violence against Israelis. The calls were accompanied by threats against the Israeli people, made through a series of weakly-worded text messages.
These 'conditions' include, among other things, greater access to international waters, reopening of border crossings, and relaxation of trade restrictions; release of terrorists who were re-arrested during and after Operation Brother's Keeper earlier this month; and the possibility of constructing an international airport from Gaza. Israel rejects these demands for their potential to re-arm Hamas and enable it to make stronger ties with its Iranian and Arabian contacts. According to Tuesday's report, Palestinian Authority (PA) "Intelligence Chief" General Majid Faraj and representatives of Egypt met late Monday night to discuss a possible deal. Faraj, who attended the meeting in Qatar between the head of the Hamas political bureau, Khaled Meshaal and PA Chairman Mahmoud Abbas, left hastily after the Cairo meeting. Sources close to the negotiations claimed to the Israeli daily that Hamas's demands are even more than what was leaked to the media last week, and are so pretentious that even Egypt has balked at adding them to terms of the deal. Meanwhile, unconfirmed reports continue to circulate Tuesday morning that yet another "humanitarian ceasefire" has been called for a five-hour period, between 10:00 am and 3:00 pm. It should be noted that Israel has denied these rumors, and has not admitted to being in cease-fire talks with Hamas in any event. However, the existence of indirect contacts, through mediators, is undeniable.
Egypt: fed up with Hamas? Egypt, under recently-elected President Abdel Fattah al-Sisi, has moved to isolate Hamas, accusing it of backing the Muslim Brotherhood on its own territory. Egypt's foreign ministry has condemned Israel's ground offensive but it also lashed out at Hamas, saying the Islamist movement could have saved dozens of lives had it accepted Cairo's proposal. According to Voice of Israel public radio, the Egyptian government said it was placing the responsibility on Hamas for “the possible deaths of Palestinian civilians”, citing Hamas’s refusal to accept Egypt’s proposal for a ceasefire. The report quoted Egypt’s Foreign Minister, Sameh Shoukry, as having said that had Hamas accepted the ceasefire proposal, it would have saved the lives of at least 40 Gazans who were killed in Israeli airstrikes. Shoukry further said that Hamas was cooperating with Qatar and Turkey to harm Egypt’s status in the region. Shoukry’s comments on Hamas echo those made earlier by Egypt’s former Foreign Minister, Mohammed Al-Arabi, who said that Hamas was not serious about a ceasefire – and that the terror group was deliberately trying to embarrass Egypt. Speaking in an interview in an Egyptian newspaper, Al-Arabi blamed Hamas for not only failing to come to a ceasefire, but for “shedding the blood of innocent Palestinians” by continuing to attack Israel. Blind intervention. The US and other international powers are also involved with efforts for a ceasefire - intervening in the clash despite the fact that neither side is truly interested in halting the fighting.  "Our goal is to achieve a cessation of hostilities as soon as possible," one senior State Department official told Reuters as Kerry flew to Egypt. "We don’t expect it will be easy, though. This is a very complicated dynamic.”
The Ramallah-based Palestinian Authority under Abbas has supported Hamas's demands. "These are not conditions but engagements that Israel must honor," former Chief Negotiator, Saeb Erekat said Monday. Last week, Abbas encouraged Hamas to accept internationally-brokered ceasefire efforts - if not in the name of Palestinian Arab unity, then at least specifically to hurt Israel. "Israel accepted the ceasefire proposal. We (the Palestinians) must also accept it so that we can put the Israeli side at unease," Abbas told a news conference with Turkish President Abdullah Gul in Istanbul in comments translated from Arabic into Turkish. Relazione: Alti Richieste di Hamas Prevenire cessate il fuoco. "Condizioni" di tregua ancora più ridicolo di quello che era trapelato ai media, dicono le fonti - e Hamas, non Israele, è di stallo. 2014/07/22, terroristi di Hamas a Gaza. Hamas e l'Egitto sono in disaccordo su un affare non confermato cessate il fuoco con Israele, Walla! News riporta Martedì - dopo quella del Cairo ha rifiutato di aggiungere i termini della sua mediazione «condizioni 'senza precedenti rinvenimento movimento. Hamas, che ha respinto non uno, ma tre tentativi di cessate il fuoco separati, chiamati a Israele la scorsa settimana a presentare una serie di "condizioni" - o richieste - in cambio di una fine alla violenza contro gli israeliani. Le chiamate sono state accompagnate da minacce contro il popolo israeliano, effettuate tramite una serie di messaggi di testo debolmente formulate.
Queste "condizioni" comprendono, tra le altre cose, un maggiore accesso alle acque internazionali, la riapertura dei valichi di frontiera, e il rilassamento delle restrizioni commerciali; rilascio di terroristi che sono stati ri-arrestati durante e dopo l'operazione del fratello Keeper all'inizio di questo mese; e la possibilità di costruire un aeroporto internazionale di Gaza. Israele respinge queste richieste per il loro potenziale di ri-armare Hamas e permetterle di fare legami più forti con i propri contatti iraniani e arabi. Secondo il rapporto di Martedì, Autorità Palestinese (PA) "Intelligenza Chief" Generale Majid Faraj e rappresentanti di Egitto, si è riunito in ritardo Lunedi sera per discutere di un possibile accordo. Faraj, che ha partecipato alla riunione in Qatar tra il capo dell'ufficio politico di Hamas, Khaled Meshaal e PA presidente Mahmoud Abbas, ha lasciato in tutta fretta dopo la riunione del Cairo. Fonti vicine ai negoziati hanno affermato al quotidiano israeliano che le richieste di Hamas sono ancora più di quello che era trapelato ai media la scorsa settimana, e sono così pretenzioso che anche l'Egitto ha esitato ad aggiungere loro i termini della transazione. Nel frattempo, voci non confermate continuano a circolare Martedì mattina che ancora un'altra "tregua umanitaria" è stato chiamato per un periodo di cinque ore 10:00-15:00. Va osservato che Israele ha negato queste voci, e non ha ammesso di essere in trattative di cessate il fuoco con Hamas, in ogni caso. Tuttavia, l'esistenza di contatti indiretti, tramite mediatori, è innegabile.
Egitto: stufo di Hamas? Egitto, sotto recentemente eletto presidente Abdel Fattah al-Sisi, si è spostato di isolare Hamas, accusandolo di sostenere la Fratellanza Musulmana sul proprio territorio. Ministero degli Esteri egiziano ha condannato offensiva di terra israeliana, ma anche scagliato contro Hamas, dicendo che il movimento islamico avrebbe potuto salvare decine di vite se avesse accettato la proposta di Cairo. Secondo Voice of Israel radio pubblica, il governo egiziano ha detto che stava mettendo la responsabilità su Hamas per "possibili morti di civili palestinesi", citando il rifiuto di Hamas di accettare la proposta dell'Egitto per un cessate il fuoco. Il rapporto citato il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, in quanto dopo aver detto che aveva Hamas ha accettato la proposta di cessate il fuoco, avrebbe salvato la vita di almeno 40 abitanti di Gaza che sono stati uccisi in attacchi aerei israeliani. Shoukry ha inoltre affermato che Hamas stava collaborando con il Qatar e la Turchia di danneggiare lo status dell'Egitto nella regione. I commenti di Shoukry su Hamas fanno eco quelle fatte in precedenza dall'ex ministro degli Esteri egiziano, Mohammed Al-Arabi, che ha detto che Hamas non era grave su un cessate il fuoco - e che il gruppo terroristico stava deliberatamente cercando di mettere in imbarazzo l'Egitto. Parlando in un'intervista a un giornale egiziano, Al-Arabi ha incolpato Hamas non solo non riuscire a venire a un cessate il fuoco, ma per "versare il sangue dei palestinesi innocenti" continuando ad attaccare Israele. Intervento cieco. Gli Stati Uniti e altre potenze internazionali sono coinvolti anche con gli sforzi per un cessate il fuoco - che interviene nello scontro nonostante il fatto che nessuna delle due parti è veramente interessato a fermare i combattimenti. "Il nostro obiettivo è quello di raggiungere una cessazione delle ostilità il più presto possibile", ha detto un alto funzionario del Dipartimento di Stato Reuters Kerry volato in Egitto. "Non ci aspettiamo sarà facile, però. Questa è una dinamica molto complicato."
L'Autorità palestinese con sede a Ramallah sotto Abbas ha sostenuto le richieste di Hamas. "Queste non sono le condizioni, ma impegni che Israele deve onorare", l'ex capo negoziatore, Saeb Erekat ha detto Lunedi. La settimana scorsa, Abbas ha incoraggiato Hamas ad accettare un cessate il fuoco gli sforzi a livello internazionale-intermediate - se non in nome dell'unità araba palestinese, almeno specificamente per ferire Israele. "Israele ha accettato la proposta di cessate il fuoco. Noi (i palestinesi), dobbiamo anche accettare in modo che possiamo mettere da parte israeliana a disagio", ha detto Abbas in una conferenza stampa con il presidente turco Abdullah Gul a Istanbul nei commenti tradotti dall'arabo in turco.

la responsabilità, per la morte dei soldati, è tutta di Benjamin Netanyahu, io avevo detto che, GAZA era una trappola! GAZA non può essere invasa, GAZA deve essere rasa al suolo, Hamas, deve essere esiliato in Siria! ALTRIMENTI, TUTTI I SACRIFICI SARANNO STATI CONTROPRODUCENTI, SE HAMAS RIMANE AL SUO POSTO, ISRAELE RISULTERà SCONFITTO, E QUESTO è IL SEGNALE, CHE, LA LEGA ARABA, ASPETTA, PER CAPIRE, SE, L'ISLAM PUò CONQUISTARE IL MONDO! SAPPIAMO TUTTI CHE, SHARIA è HAMAS, BOKO HARAM, ECC.. QUESTO è UN GIOCO TROPPO CRUDELE CHE, FARISEI ROTHSCHILD 322 E SALAFITI STANNO CONDUCENDO INSIEME, CONTRO, IL GENERE UMANO! esercito israeliano lunedì ha annunciato la morte di sette suoi soldati nel conflitto armato a Gaza. In totale le perdite militari israeliane ammontano a 25 persone. Altri 2 civili sono stati uccisi a causa dei bombardamenti missilistici palestinese e colpi di mortaio per due settimane dall'inizio delle operazioni contro i militanti di Gaza.
Ci sono informazioni che le vittime da parte palestinese sono oltre 500.
Israele dal 7 luglio conduce l'operazione militare nella Striscia di Gaza contro il movimento islamico Hamas e i guerriglieri palestinesi.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_21/Altri-sette-soldati-israeliani-sono-stati-uccisi-nella-Striscia-di-Gaza-1503/

http://cdn.ruvr.ru/2014/07/14/1506286658/9asteroid-pyramid.jpg
14 luglio, [ la malvagità degli uomini merita tutto questo! Questo cataclisma è stato formalmente annunciato, nelle profezie di Veronica Lueken, ed è descritto, nel libro biblico di Apocalisse, di San Giovanni Apostolo! gli Usa saranno completamente, distrutti, perché, l'asteroide è spugnoso, si frantumerà, e non potrà essere fermato, in ogni modo, ma, prima sarà reso incandescente, nella sua orbita di avvicinamento, al Sole, questa è la verità, gli USA, non possono più essere salvati, dal satanismo dei Bush 322 Kerry LaVey, ma, per quell'evento, non ci sarà più un solo ebreo in USA! ] Verso la Terra misterioso asteroide, con una piramide nera. Il satellite canadese NEOSSat ha fotografato un oggetto misterioso sull'asteroide 101955 (1999 RQ36): nell'immagine si possono distinguere 4 facce e una cima a punta, in altre parole una piramide. Su uno dei lati della piramide si distingue una fonte di luce a forma rettangolare, che gli ufologi considerano un oblò. Secondo loro la piramide non è nient'altro che un veicolo di trasporto alieno. A sostegno di questa teoria affermano che la piramide e le altre aree dell'asteroide sono significativamente diverse per colore.
L'asteroide si sta dirigendo verso la Terra e si avvicinerà nel 2182. La NASA ritiene che questo corpo cosmico sia uno dei più pericolosi per il nostro pianeta.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_14/Verso-la-Terra-misterioso-asteroide-con-una-piramide-nera-9162/

Gli Stati Uniti hanno inviato 80 soldati, segaiuoli, e stupratori di cammelli, in Ciad per liberare le 270 studentesse, rapite nella vicina Nigeria dal gruppo islamista radicale "Boko Haram ", ha detto il presidente del Congresso Barack Obama. MA, LA LEGA ARABA HA DETTO: "TU NON PUOI USARE I DRONI CONTRO I MIEI BOKO HARAM!" Obama GENDER, si è messo a 90gradi, ed ha detto: "posso godere anche io?". Secondo Obama, sosterranno il funzionamento dell'aria per l'esplorazione e l'osservazione del nord della Nigeria e la zona circostante. Nel mese di aprile 2014, uomini armati del "Boko Haram " hanno rapito le studentesse nigeriani e ora minacciano di destabilizzare l'intera regione. Il capo del gruppo ha richiesto lo scambio delle ragazze con i militanti arrestati. Il Governo ha rifiutato queste condizioni ed ha richiesto assistenza ai servizi segreti degli Stati Uniti, del Regno Unito e della Francia.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_22/80-soldati-USA-in-Ciad-per-il-rilascio-delle-studentesse-rapite-in-Nigeria-5576/

John Kerry 322 LaVey, si è recato in visita straordinaria, in Egitto, "per chiedere l'immediata cessazione dei combattimenti per porre la fine alle morti dei civili, in Israele ed a Gaza." MA, QUANDO I RAZZI CONSUMERANNO, TUTTE LE RISERVE, ED ESAURIRANNo TUTTE LE STRUTTURE DEL SISTEMA ANTIMISSILE, COME POTRANNO ESSERE FERMATI, I MISSILI BALISTICI, CHE, PIOVERANNO DA OGNI PARTE, DELLA LEGA ARABA, CONTRO, ISRAELE? non possiamo affrontare, la guerra mondiale, con un popolo di sgozzatori pAlestinesi! tutti i Palestinesi devono essere deportati in Siria!

NON SI FA UN LAVORO, PER LASCIARE TUTTO COME PRIMA! HAMAS DEVE ESSERE DEPORTATO IN SIRIA, ASSAD HA BISOGNO DI LUI, ANCHE I MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI HANNO BISOGNO DI ESSERE PROTETTI, DALLA ESTINZIONE GENOCIDIO ISLAMICO! 21 luglio 2014, i morti PALESTINESI, non sono in nessun modo, una nostra responsabilità, perché, noi abbiamo detto al popolo: "voi andate via!", io devo radere al suolo GAZA, e devo fare detonare tutte le galleria, Allah e il suo Mometto, devono smettere di fare i topi! ] Obama: Kerry otterrà un cessate il fuoco in Medio Oriente. Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama lunedì durante un discorso a Washington, ha dichiarato che il Segretario di Stato USA John Kerry si è recato in visita straordinaria in Egitto, "per chiedere l'immediata cessazione dei combattimenti per porre la fine alle morti dei civili in Israele ed a Gaza." "Israele ha già causato danni significativi alle infrastrutture terroristiche di Hamas a Gaza", ha detto Obama. Dall'inizio della operazione di terra la scorsa settimana nella Striscia di Gaza contro il movimento radicale Hamas sono morte centinaia di persone, migliaia sono state ferite.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_21/Obama-Kerry-otterra-un-cessate-il-fuoco-in-Medio-Oriente-6086/


Obama (si, lui personalmente ) preferirebbe una soluzione diplomatica della crisi ucraina, ecc.. [really?] ma, come schiavo di Bush 322, lui è costretto a realizzare la guerra mondiale, e poiché, USA, non possono fare della LEGA ARABA, un nemico, per salvare Israele, poi, 6milioni di israeliani sono stati massacrati, ma, i giornalisti, non erano presenti a filmare l'orrore dello ennesimo genocidio islamico, ma, il mio Spirito Santo, lui c'era! Netanyahu ha avuto pietà della LEGA ARABA, ma ha sputato sulla vita dei suoi figli! Corano e Talmud, non hanno il concetto di carità cristiana, quindi, non c'è posto, per la dignità umana, in Corano e Talmud!

@ISRAELE-- come, USA NATO, potrebbero rifiutare la Turchia ecc.. se, iniziasse una guerra contro la Russia? anche se, la LEGA araba attaccasse ISraele, poi, anche, in quel caso gli USA, non potrebbero permettere, che, la LEGA ARABA possa passare dalla parte di Cina e Russia! QUINDI ISRAELE è ANDATO perduto, SE, Ci fosse UNA GUERRA MONDIALE? poi, ISRAELE è ANDATO perduto! Avigdor Liberman spinge a Ban Al-Jazeera da Israele. Il ministro degli Esteri scaglia contro i legami della rete di trasmissione con i Fratelli musulmani, Hamas; dice che non ha 'alcuna parvenza di affidabilità.': 2014/07/21, il ministro degli Esteri Avigdor Liberman (Yisrael Beytenu) ha promesso di fermare principale emittente araba Al Jazeera di trasmettere in Israele il Lunedi, sostenendo che si tratta di un portavoce per la propaganda di Hamas. "Il Qatar è diventato un problema globale", ha affermato, in un incontro con il ministro degli Esteri ruandese. Diversi leader di Hamas sono fuggiti in Qatar da quando Israele ha iniziato il giro di vite contro il terrorismo di Hamas. "Esso costituisce la spina dorsale economica di gruppi terroristici nel senso più estremo, con l'obiettivo di destabilizzare il mondo in generale e in Medio Oriente in particolare." Liberman ha accusato il Qatar di finanziare direttamente Hamas, sparando che lo Stato sta dando il leader Khaled Meshaal rifugio. Al-Jazeera ha sede a Doha, ed è stato associato a un alleato di Hamas, i Fratelli Musulmani. Come tale, Liberman ha detto, il Qatar utilizza la rete come una "macchina di propaganda", dicendo che "ha abbandonato anche la parvenza di uno strumento di comunicazione affidabile e si trasmette anche al mondo esterno, anti-Israele si trova, provocazione, e l'incoraggiamento a terroristi ". "Abbiamo già iniziato un'indagine in stato di Al-Jazeera, con l'intenzione di non permettergli di operare in Israele", ha aggiunto Liberman. "Israele ha ospitato tutte le reti di trasmissione e tra i più grandi al mondo, ma un numero considerevole di loro non si trasmette solo propaganda sionista - anche il contrario -., Ma come una democrazia dobbiamo permettere che'' Al-Jazeera è un'eccezione , ha detto, a causa dei suoi legami con la Fratellanza e Hamas. "Gli Stati Uniti non permetterebbe un canale di Al-Qaeda in onda da New York", ha licenziato. «Così saremo evitare di Al-Jazeera dalla trasmissione da Israele." At least 100 now-former subscribers have informed the daily Haaretz and The Marker newspapers that they were canceling their subscriptions, specifically because of the far-left writings of senior op-ed columnist Gideon Levy.
While complaints against Levy for his radical stances in his columns are nothing new, many of the canceling subscribers cited a column of his last week as the straw that broke the camel's back. In the column, titled “Lowest deeds from loftiest heights,” Levy slammed Israel Air Force pilots for carrying out their missions to bomb Hamas targets in Gaza.
IAF pilots, he wrote, “are the very finest of Israeli youth, destined for greatness... but they are now perpetrating the worst, the cruelest, the most despicable deeds,” in bombing targets IDF intelligence has pegged as terrorist strongholds in Gaza. “Israel’s 'heroic' pilots push buttons and joysticks, battling the weakest and most helpless of people,” he wrote, adding that for the pilots, killing was “fun, like a war game.”
The residents of Gaza, meanwhile, wrote Levy, are “the weakest, most helpless people who have no air force and no aerial defense, barely even a kite. As of this writing, they have already killed almost 200 people and wounded approximately 1,000, most of them civilians.”
The day after the column appeared, the Haaretz editorial office was inundated with requests for cancellations. Managers were quickly deployed to try and talk subscribers out of canceling.
In the newspaper business, every canceled subscription could be seen as a “nail in the coffin” of a newspaper. At Haaretz, known for its far-left editorial policy, mass subscription cancellations are nothing new, and sources in the paper said that in recent months it had added a lot of subscribers, offsetting the latest exodus. However, some analysts said that most of these newcomers were probably digital subscribers, who do not bring in much money for the paper compared to print subscribers despite the "paywall" introduced by Haaretz's online edition in the past few years.

Avigdor Liberman Pushes to Ban Al-Jazeera from Israel. Foreign Minister lashes out at broadcasting network's ties with Muslim Brotherhood, Hamas; says it has 'no semblance of reliability.': 7/21/2014, Foreign Minister Avigdor Liberman (Yisrael Beytenu) vowed to stop major Arab broadcaster Al Jazeera from broadcasting in Israel on Monday, arguing that it is a mouthpiece for Hamas propaganda. "Qatar has become a global problem," he stated, in a meeting with the Rwandan Foreign Minister. Several Hamas leaders have fled to Qatar since Israel began cracking down on Hamas terror. "It constitutes the economic backbone of terrorist groups in the most extreme sense, aiming to destabilize the world in general and the Middle East in particular." Liberman accused Qatar of directly funding Hamas, firing that the state is giving leader Khaled Meshaal refuge. Al-Jazeera is based in Doha, and has been associated with a Hamas ally, the Muslim Brotherhood. As such, Liberman said, Qatar uses the network as a "propaganda machine," saying it "has abandoned even the semblance of a reliable communication tool and it conveys, even to the outside world, anti-Israel lies, provocation, and encouragement to terrorists." "We've already started an investigation into Al-Jazeera's status, with the intention not to allow it to operate in Israel," Liberman added. "Israel has hosted all the broadcast networks and among the biggest in the world, but a considerable number of them are not broadcasting just Zionist propaganda - even the opposite - but as a democracy we must allow it.'' Al-Jazeera is an exception, he said, due to its ties to the Brotherhood and Hamas. "The United States would not allow an Al-Qaeda channel to broadcast from New York," he fired. "Thus we will prevent Al-Jazeera from broadcasting from Israel."

e la terza guerra mondiale, come si pone in questo discorso? Europa no, ma, NATO si? [ se, dichiarano guerra alla Russia, Israele è finito, Erdogan ha detto che, conquisterà anche, Grecia, Egitto, ecc.. questa è una felice congiuntur islamica, non siete riusciti a permare la jihad, come, VOI sperate di poter fermare la LEGA ARABA?! ] Il nuovo Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato che nei prossimi cinque anni non ci sarà ulteriore allargamento dell’UE. La cancelliera tedesca Angela Merkel si è affrettata a dire che il processo di allargamento non deve essere congelato. I sostenitori del referendum sull’indipendenza della Scozia, che si terrà in settembre, credono invece che durante questa pausa il loro Paese potrà diventare membro dell’UE. http://italian.ruvr.ru/2014_07_21/Jean-Claude-Juncker-niente-allargamento-nei-prossimi-5-anni-8183/

e la terza guerra mondiale, come si pone in questo discorso? Europa no, ma, NATO si? [ se, dicharano guerra alla Russia, Israele è finito, Erdgan ha detto che, conquisterà anche l'Egitto! ] Il nuovo Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato che nei prossimi cinque anni non ci sarà ulteriore allargamento dell’UE. La cancelliera tedesca Angela Merkel si è affrettata a dire che il processo di allargamento non deve essere congelato. I sostenitori del referendum sull’indipendenza della Scozia, che si terrà in settembre, credono invece che durante questa pausa il loro Paese potrà diventare membro dell’UE. http://italian.ruvr.ru/2014_07_21/Jean-Claude-Juncker-niente-allargamento-nei-prossimi-5-anni-8183/

ormai, agire contro, la Turchia è soltanto un fatto temporale! ma, se, i satanisti LaVey Bush, aggrediranno la Russia? poi, non potranno soccorrere Israele! Turkey Declares 'Three Days of Mourning' for Gaza. Deputy Prime Minister calls Operation Protective Edge a 'massacre' in latest anti-Israel move.  7/21/2014, Anti-Israel demonstration in Turkey. Turkey declared three days of national mourning on Monday, in a "solidarity move" for "Palestinian victims" of Israel's self-defense operation in Gaza, which it called a "massacre." "We condemn Israel's massacre of the Palestinian people," Deputy Prime Minister Bulent Arinc told reporters in Ankara in televised comments after a cabinet meeting."In a show of solidarity with the Palestinian people, three days of mourning have been declared starting from tomorrow (Tuesday)."
The move is the latest in a series of anti-Israel moves by Ankara, which has turned into a fountain of anti-Semitic hate, fueled mostly by Prime Minister Recep Tayyip Erdogan. "Turkey has maintained a principled stand against Israel's aggression. It has stood by the righteous, not by the powerful," said Arinc. "We are backing the truce talks, but Israel should stop arbitrary practices that can be considered as mass retribution and realize that the national security can only be restored through fair peace."
The statements follow Israel's decision to pull diplomatic staff from its embassies in Ankara and Istanbul, after violent riots there Thursday night resulted in injuries and damage. Israel has linked the violence to a number of inflammatory and anti-Semitic hate slurs from Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdogan, who has become increasingly vocal against Israel after the IDF moved to protect millions of Israelis from Hamas rocket fire. Erdogan has threatened to end the normalization process with Israel over "state terrorism" before, and also accused Israel of "lies" because "not enough" Israeli Jews have died in the conflict.
"They say (Hamas) is firing rockets. But is there anybody who died?" he asked. "The number of Palestinians that you (Israel) killed is now 100. Their (Israel's) life is based on lies." "You will first stop this oppression. If not, it is not possible to realize normalization between Turkey and Israel," Erdogan said, on a separate occasion.
On Thursday night, he claimed Israel had a long history of "genocide" against Muslims, in a series of confused and violent slurs relating to the Ramadan fast.
"This is not the first time we have been confronted by such situations," Erdogan told a meeting of Islamic scholars gathered in Istanbul for Ramadan, a holy month of fasting for Muslims. "Since (the creation of the state of Israel) in 1948 we have been witnessing this attempt at systematic genocide every day and every month. But above all we are witnessing this attempt at systematic genocide every Ramadan."
Earlier Saturday, the Anti-Defamation League called out Erdogan on the string of anti-Semitic comments, demanding that he stop his anti-Israel tirade and crack down on anti-Semitism in the Turkish media.
But hours later, he made a series of remarks comparing Israelis to Nazi leader Adolf Hitler. La Turchia dichiara «tre giorni di lutto" per Gaza. Vice Primo Ministro chiama Operation protettiva bordo di un 'massacro' in ultima mossa anti-Israele. 2014/07/21, anti-Israele dimostrazione in Turchia. La Turchia ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale il Lunedi, in una "solidarietà mossa" per "le vittime palestinesi" di funzionamento autodifesa di Israele a Gaza, che ha chiamato un "massacro". "Condanniamo il massacro di Israele del popolo palestinese", ha detto il vice primo ministro Bulent Arinc ai giornalisti ad Ankara nei commenti televisivi, dopo una riunione di gabinetto. "In segno di solidarietà con il popolo palestinese, tre giorni di lutto sono stati dichiarati a partire da domani (martedì). "
La mossa è l'ultima di una serie di mosse anti-israeliane da parte di Ankara, che si è trasformato in una fonte di odio antisemita, alimentati soprattutto dal Primo Ministro Recep Tayyip Erdogan. "La Turchia ha mantenuto una posizione di principio contro l'aggressione israeliana. Ha perseverato con i giusti, non dai potenti", ha detto Arinc. "Stiamo sostenendo i colloqui di tregua, ma Israele dovrebbe fermare le pratiche arbitrarie che possono essere considerate come retribuzione di massa e rendersi conto che la sicurezza nazionale può essere ripristinato solo attraverso una pace giusta".
Le dichiarazioni seguono la decisione di Israele di tirare personale diplomatico dalle sue ambasciate di Ankara e Istanbul, dopo violenti disordini là Giovedi notte ha provocato lesioni e danni. Israele ha collegato la violenza a una serie di insulti infiammatori e anti-semitiche odio dal primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan, che è diventato sempre più marcata contro Israele dopo che l'esercito israeliano si trasferisce a proteggere milioni di israeliani di Hamas lancio di razzi. Erdogan ha minacciato di terminare il processo di normalizzazione con Israele per "terrorismo di stato" prima, e anche accusato Israele di "bugie", perché "non abbastanza" ebrei israeliani sono morti nel conflitto.
"Dicono (Hamas) sta sparando razzi., Ma c'è qualcuno che è morto?" chiese. "Il numero di palestinesi che (Israele) ucciso è ora al 100. Loro vita (di Israele) si basa su menzogne​​." "Per prima cosa smettere di questa oppressione. Caso contrario, non è possibile realizzare la normalizzazione tra Turchia e Israele", ha detto Erdogan, in tempi diversi. Nella notte di Giovedi, ha sostenuto Israele ha avuto una lunga storia di "genocidio" contro i musulmani, in una serie di insulti confusi e violenti relativi al digiuno del Ramadan. "Questa non è la prima volta che abbiamo di fronte a tali situazioni", ha detto Erdogan un incontro di studiosi islamici riuniti a Istanbul per il Ramadan, il mese sacro di digiuno per i musulmani. "Dal momento che (la creazione dello stato di Israele) nel 1948 abbiamo assistito a questo tentativo di genocidio sistematico ogni giorno e ogni mese. Ma soprattutto stiamo assistendo questo tentativo di genocidio sistematico ogni Ramadan." In precedenza Sabato, la Anti-Defamation League chiamò Erdogan sulla stringa di commenti antisemiti, chiedendogli di fermare la sua filippica contro Israele e reprimere l'antisemitismo nei media turchi.
Ma ora più tardi, ha fatto una serie di osservazioni confronto israeliani leader nazista Adolf Hitler.

Breaking: Seven More IDF Soldiers, Officers Killed. Death toll in Operation Protective Edge reaches 25 Monday; only one name released. Thirty injured. 7/21/2014, IDF soldiers in an armored personnel carrier near the Gaza border (7 July 2013) The IDF Spokesperson's Office stated Monday night that seven additional soldiers and officers have been killed in Gaza, as the fourteenth day of Operation Protective Edge draws to a close. Their families have been notified. One of the names has been cleared for publication. First Sergeant Yuval Dagan, 22, from Kfar Saba, served in the Golani Brigade.  Dagan's funeral will be held Monday night in the military cemetery in Kfar Saba. First Sgt. Yuval Dagan, 22, hy"d Courtesy of the Dagan family
Four soldiers were killed this morning when two groups of terrorists infiltrated into Israel through a tunnel. The terrorists opened fire at IDF tanks on sight.
In the early morning, two soldiers were killed in clashes with terrorists.
Another soldier was killed yesterday in the early afternoon in another incident.
The names of six other soldiers killed have not yet been released for publication.
In addition, three soldiers were seriously injured, eight suffered moderate injuries, and 19 suffered light injuries. Death toll rises. Twenty-five IDF soldiers and officers have been killed in Gaza since the beginning of the operation.
The identities of all 25 are not known; however, five names of the thirteen soldiers killed in Gaza on Sunday were released earlier. 
They include Captain Tzafrir Bar-Or, a commander in the Golani Brigade, 32, of Holon; Major Zvi Kaplan, a commander in the Golani Brigade, 28, from Kedumim; Gilad Yaakobi, 21, of Kiryat Ono; Sergeant Oz Mendelovich, 21, from Avtalion; and Nissim Sean Carmeli, 21, of Ra'anana.
Five additional IDF soldiers were killed between Thursday and Saturday, including, hy"d: Cadet Bar Rahav, 21, of Ramat Yishai; Sergeant Benaya Ruval, 20, of Holon; Col.Amotz Greenberg, 45, of Hod Hasharon; Sgt. Adar Bersano, 20, of Nahariya; and Sgt. Eitan Barak, 20, from Herzliya. Ultime: altri sette soldati dell'IDF, agenti uccisi. Tributo di morte nel modo operativo protetto Riva raggiunge i 25 Lunedi; rilasciato un solo nome. Trenta feriti. 2014/07/21, soldati israeliani in un veicolo corazzato, vicino al confine con Gaza (7 luglio 2013) L'Ufficio del Portavoce dell'IDF ha dichiarato Lunedi notte che sette soldati e gli ufficiali supplementari sono stati uccisi a Gaza, come il quattordicesimo giorno di funzionamento di protezione bordo pareggi al termine. Le loro famiglie sono stati notificati. Uno dei nomi è stata cancellata per la pubblicazione. Primo Sergente Yuval Dagan, 22, da Kfar Saba, servita nella Brigata Golani. Il funerale di Dagan si terrà Lunedi notte nel cimitero militare a Kfar Saba. Primo sergente. Yuval Dagan, 22, HY "d gentile concessione della famiglia Dagan
Quattro soldati sono stati uccisi questa mattina quando due gruppi di terroristi infiltrati in Israele attraverso un tunnel. I terroristi hanno aperto il fuoco contro i carri armati israeliani a vista.
La mattina presto, due soldati sono stati uccisi in scontri con i terroristi.
Un altro soldato è stato ucciso ieri nel primo pomeriggio in un altro incidente.
I nomi di altri sei soldati uccisi non sono ancora stati rilasciati per la pubblicazione.
Inoltre, tre soldati sono stati gravemente feriti, otto hanno subito ferite moderate, e 19 hanno riportato ferite leggere. Bilancio delle vittime sale. Venticinque soldati dell'IDF e ufficiali sono stati uccisi a Gaza dall'inizio dell'operazione.
Le identità di tutti e 25 non sono noti; Tuttavia, cinque nomi dei tredici soldati uccisi a Gaza di Domenica sono stati rilasciati in precedenza.
Essi comprendono il capitano Tzafrir Bar-Or, un comandante della brigata Golani, 32, di Holon; Maggiore Zvi Kaplan, un comandante della brigata Golani, 28, da Kedumim; Gilad Yaakobi, 21, di Kiryat Ono; Sergente Oz Mendelovich, 21, da Avtalion; e Nissim Sean Carmeli, 21, di Ra'anana.
Cinque ulteriori soldati israeliani sono stati uccisi tra Giovedi e Sabato, tra cui, HY "d: Cadet Bar Rahav, 21, di Ramat Yishai; sergente Benaya Ruval, 20, di Holon, Col.Amotz Greenberg, 45 anni, di Hod Hasharon, Sgt. Adar. Bersano, 20, di Nahariya, e il sergente Eitan Barak, 20, da Herzliya..

i palestinesi e tutti i musulmani, sono la Ummah nazi Sharia! loro amano la Palestina, così, come, loro amano il genocidio, di tutti i popoli del mondo: il loro delirio mistico, è una infestazione demonica, per tutta la LEGA ARABA, è morire per questo martirio, è la loro sublimazione ascetica! DI QUESTO IO SONO SICURO: se, loro volevano distruggere, lo Stato massonico di Israele? poi, loro avrebbero accettato la mia proposta! ma, questa è la verità, nascosta nella loro ipocrisia di assassini, loro pensano di essere, più furbi dei farisei 322 Kabbalah talmud esoterico FMI-NWO Illuminati LaVey Albert Pike, e, quindi, il loro unico vero obiettivo, è il Califfato Mondiale. è indispensabile distruggere la LEGA ARABA al più presto! Meshaal, Abbas Unite to Push for 'End to Israeli Aggression' Palestinian Arab leaders unite to force Israel into accepting Hamas's unprecedented set of conditions for a cease-fire. 7/21/2014, Hamas's Mashaal with Mahmoud Abbas. Palestinian Authority (PA) Chairman Mahmoud Abbas and Hamas leader Khaled Meshaal issued a joint appeal for an end to "Israeli aggression" in Gaza during talks in Doha on Monday.
Meeting for the first time since the start of Operation Protective Edge on July 8, the two men also called for Israel to lift its blockade of the. Hamas-controlled territory.
They "underlined the necessity of an end to the Israeli aggression and a lifting of the blockade",  chief Palestinian negotiator Saeb Erekat said.
He said the two men also "decided to hold further consultations with different Palestinian factions and contacts" on ceasefire efforts.
Azzam al-Ahmed, a senior official in Abbas's Fatah party, is to travel to Egypt, which last week proposed a ceasefire plan supported by the Arab League but rejected by Hamas, Erekat said. According to Ahmed, "it was decided that there should be a ceasefire first, and we will continue discussions with Egypt and all regional and international sides until we crystallise the content of a final peace agreement."
"Hamas and Abbas agreed that all Palestinian factions should work as a team towards a ceasefire," he told AFP. UN chief Ban Ki-moon arrived Monday in Cairo, where US Secretary of State John Kerry was also due later the same day, as international efforts to secure a ceasefire gathered pace. Hamas categorically rejected attempts for a cease-fire in multiple statements, insisting that the terms of the agreement 'did not apply' to them. Later, Hamas officials reportedly set a series of unprecedented demands on Israel to accompany a ten-year truce - before threatening Israelis if the government refused to accept. The Palestinian Authority has supported these demands.
"These are not conditions but engagements that Israel must honor," Erekat said Monday. Last week, Abbas encouraged Hamas to accept internationally-brokered ceasefire efforts - if not in the name of Palestinian Arab unity, then at least specifically to hurt Israel.  "Israel accepted the ceasefire proposal. We (the Palestinians) must also accept it so that we can put the Israeli side at unease," Abbas told a news conference with Turkish President Abdullah Gul in Istanbul in comments translated from Arabic into Turkish. Meshaal, Abbas Unite a spingere per 'End di aggressione israeliana' leader arabi palestinesi si uniscono per costringere Israele ad accettare serie senza precedenti di Hamas delle condizioni per un cessate il fuoco. 2014/07/21, Mashaal di Hamas Mahmoud Abbas. Autorità Palestinese (PA) Presidente Mahmoud Abbas e il leader di Hamas Khaled Meshaal ha emesso un appello congiunto per la fine "all'aggressione israeliana" a Gaza durante i colloqui a Doha il Lunedi.
Incontro per la prima volta dall'inizio dell'operazione di protezione bordo 8 luglio, i due uomini chiamati anche per Israele a revocare il blocco del. Territorio controllato da Hamas. Essi "hanno sottolineato la necessità di porre fine all'aggressione israeliana e un sollevamento del blocco", il capo negoziatore palestinese Saeb Erekat ha detto.
Ha detto che i due uomini anche "deciso di tenere ulteriori consultazioni con le diverse fazioni palestinesi e dei contatti" a sforzi di cessate il fuoco.
Azzam al-Ahmed, un alto funzionario di Fatah, il partito di Abbas, è quello di viaggiare in Egitto, che la scorsa settimana ha proposto un piano di cessate il fuoco sostenuto dalla Lega Araba, ma respinta da Hamas, ha detto Erekat. Secondo Ahmed, "è stato deciso che ci dovrebbe essere un cessate il fuoco prima, e continuerà a discutere con l'Egitto e tutte le parti regionali e internazionali fino a quando non cristallizzare il contenuto di un accordo di pace definitivo."
"Hamas e Abbas hanno convenuto che tutte le fazioni palestinesi devono lavorare come una squadra verso un cessate il fuoco", ha detto AFP. Nazioni Unite capo Ban Ki-moon è arrivato Lunedi al Cairo, dove il segretario di Stato Usa John Kerry è dovuto anche più tardi lo stesso giorno, come gli sforzi internazionali per garantire un cessate il fuoco riuniti ritmo. Hamas ha categoricamente respinto i tentativi per un cessate il fuoco in più istruzioni, insistendo sul fatto che i termini del contratto 'non si applicano' a loro. Più tardi, funzionari di Hamas riferito impostare una serie di richieste senza precedenti a Israele di accompagnare una tregua di dieci anni - prima di minacciare gli israeliani se il governo ha rifiutato di accettare. L'Autorità palestinese ha sostenuto queste esigenze.
"Queste non sono le condizioni, ma impegni che Israele deve onorare", ha detto Erekat Lunedi. La settimana scorsa, Abbas ha incoraggiato Hamas ad accettare un cessate il fuoco gli sforzi a livello internazionale-intermediate - se non in nome dell'unità araba palestinese, almeno specificamente per ferire Israele. "Israele ha accettato la proposta di cessate il fuoco. Noi (i palestinesi), dobbiamo anche accettare in modo che possiamo mettere da parte israeliana a disagio", ha detto Abbas in una conferenza stampa con il presidente turco Abdullah Gul a Istanbul nei commenti tradotti dall'arabo in turco.

Sono interessanti, Tutti i nazi sharia Terroristi, Ummah ONU FMI Spa Bidenberg, culto NWO Terza Guerra Mondiale, Senza reciprocità! Bennett: 'Chi è Condurre una guerra sproporzionata?' In un'intervista a Sky News, il ministro dell'Economia Naftali Bennett ha dato un intervistatore una lezione di quello che gli israeliani hanno sperimentato. Con Moshe Cohen. Prima pubblicazione: 2014/07/21, Naftali Bennett. In un'intervista a Sky News, il ministro dell'Economia Naftali Bennett è stato costretto ad un confronto con il corrispondente notizia lo intervista. Il corrispondente ha tentato di pungolo Bennett nel ammettendo che la campagna militare dell'IDF a Gaza era "sproporzionata" e "è stato mira donne e bambini."
Bennett ha fatto il giro delle agenzie di stampa internazionali, nei giorni scorsi, spiegando la posizione di Israele e discutere di come Hamas stava trasformando residenti di Gaza in scudi umani. L'intervista a Sky News avrebbe dovuto seguire lo stesso modello, ma l'atteggiamento estremamente ostile dell'intervistatore ha spinto Bennett per indurire la sua posizione - e la presentazione. Già all'inizio del colloquio, la scena era pronta per un confronto, come corrispondente chiesto Bennett che anche se Israele aveva il diritto di difendersi, non era la reazione di Israele "sproporzionata?" Dopo tutto, oltre 300 abitanti di Gaza erano stati uccisi, molti dei quali civili, mentre ci sono stati pochissimi vittime israeliane.
In risposta, Bennett ha chiesto "Mi stai prendendo in giro? Se migliaia di razzi sono stati sparati contro la vostra casa e la famiglia, come è accaduto questa mattina a me, vuoi parlare di proporzione? L'unica differenza tra noi e Hamas a Gaza è che mandano le loro donne e bambini a stare accanto ai lanciamissili per farli assassinati, in modo che possano urlare al mondo circa l'omicidio. E 'cinico e vile. La tua domanda è fuori luogo, perché Israele ha il diritto di difendersi ", ha detto Bennett, aggiungendo" La tua domanda non è appropriato. "L'intervistatore, insistendo sul fatto che Israele era l'aggressore e lasciando intendere che Hamas non ha utilizzato gli abitanti di Gaza come scudi umani, è stato nuovamente risposto bruscamente da Bennett. "Siete invitati a venire a vivere nelle circostanze in cui viviamo sotto. Come è facile sedersi sul lato e dirci come rispondere come ci prendono di mira senza una buona ragione. Non hanno alcuna rivendicazione territoriale su di noi, abbiamo tirato indietro alle 1967 linee di 9 anni fa. Stanno sparando a noi e stanno rispondendo con la guerra. A volte in guerra avete vittime. Non ho intenzione di chiedere scusa per difendere i miei quattro figli dai missili che sparano a casa mia a Raanana ", ha detto Bennett. Non contenta di ciò, l'intervistatore ha detto Bennett che era ingiusto che si arriva a passeggiare in una camicia a maniche corte, mentre gli abitanti di Gaza, al fine di sopravvivere, aveva bisogno di caschi e giubbotti antiproiettile. Per questo Bennett ha risposto "è colpa mia che investiamo milioni per la difesa del nostro popolo mentre si investono milioni in lanciamissili per distruggere noi? Israele difende la sua gente, mentre Hamas obiettivo 'è quello di uccidere quanti più ebrei possibile. Io dico che abbiamo il diritto di vivere qui, e che il diritto significa che se qualcuno spara contro di voi, si spara di nuovo a quella persona, e se quella persona si circonda cinicamente con le donne ei bambini, lui è responsabile della tragedia. " sono interessanti, tutti i nazi sharia terroristi, Ummah ONU cult NWO Terza guerra mondiale, senza reciprocità! Bennett: 'Who's Conducting a Disproportionate War?'
In an interview on Sky News, Economics Minister Naftali Bennett gave an interviewer a lesson in what Israelis have been experiencing. By Moshe Cohen. First Publish: 7/21/2014, Naftali Bennett. In an interview on Sky News, Economics Minister Naftali Bennett was forced into a confrontation with the news correspondent interviewing him. The correspondent attempted to goad Bennett into admitting that the IDF's military campaign in Gaza was “disproportionate” and “was targeting women and children.”
Bennett has been making the rounds of international news outlets in recent days, explaining Israel's position and discussing how Hamas was turning Gaza residents into human shields. The interview on Sky News was supposed to follow the same pattern, but the extremely hostile attitude of the interviewer drove Bennett to toughen his stance – and presentation. Already at the outset of the interview, the stage was set for a confrontation, as the correspondent asked Bennett that even though Israel had a right to defend itself, was not Israel's reaction “disproportionate?” After all, over 300 Gazans had been killed, many of them civilians, while there have been very few Israeli casualties.
In response, Bennett asked “Are you kidding me? If thousands of rockets were fired at your home and family, as happened this morning to me, would you talk about proportion? The only difference between us and Hamas in Gaza is that they send their women and children to stand next to the missile launchers in order to get them murdered, so they can scream to the world about the murder. It's cynical and cowardly. Your question is out of place, because Israel has a right to defend itself,” Bennett said, adding "Your question is not appropriate." The interviewer, insisting that Israel was the aggressor and hinting that Hamas did not use Gazans as human shields, was again answered sharply by Bennett. “You are invited to come and live under the circumstances we live under. How easy it is to sit on the side and tell us how to respond as they target us for no good reason. They have no territorial claim on us, we pulled back to the 1967 lines 9 years ago. They are firing at us and we are responding with war. Sometimes in war you have casualties. I am not going to apologize for defending my four children from the missiles they are firing at my home in Raanana,” said Bennett. Not satisfied with this, the interviewer told Bennett that it was unfair that he gets to walk around in a short-sleeved shirt, while Gazans, in order to survive, needed helmets and flak jackets. To this Bennett responded “is it my fault that we invest millions in the defense of our people while they invest millions in missile launchers to destroy us? Israel defends its people, while Hamas' goal is to kill as many Jews as possible. I say we have the right to live here, and that right means that if someone shoots at you, you shoot back at that person, and if that person cynically surrounds himself with women and children, he is responsible for the tragedy.”

Haniyeh: No Cease-Fire Unless Our Demands Met. Hamas chief Ismail Haniyeh reiterates that there will be no cease-fire until Israel acquiesces to its demands. By Yaakov Levi. First Publish: 7/21/2014, Hamas leader Ismail Haniyeh
In a recorded speech broadcast on Hamas television, Hamas chief Ismail Haniyeh on Monday announced that Hamas would not agree to a cease-fire unless Israel agreed to its terms. “Our resistance is bravely holding back the Zionist murderers,” Haniyeh said. “Our fighters are defending the Palestinian nation.” Haniyeh listed ten demands that Israel would have to agree to if it was interested in a cease-fire. The conditions include an “immediate end to Israeli aggression against the Palestinian people in Gaza on land, in the air, and by sea;” an end to targeted elimination of Hamas terrorists; a cessation of the policy of destroying terrorists' houses; a halt to the flyovers by the Israel Air Force over Gaza; the reopening of land crossings, and the rehabilitation of the Gaza seaport; the free flow of goods into Gaza; a guaranteed supply of fuel and building materials; an end to “collective punishment” of Gazans; and continued supply of electricity.
Both US Secretary of State John Kerry and UN Secretary-General Ban ki-Moon are on their way to the region and are likely to present frameworks for a cease-fire. Egypt on Monday said that it was willing to adjust its cease-fire proposal in order to get Hamas to agree to it. On Monday, Prime Minister Binyamin Netanyahu said that the operation in Gaza was likely to expand further.
In his speech, Haniyeh said that his special units “were punishing the enemy, and attacking them over and over. We are striking at them underground and on the sea. The ground campaign by the enemy is an admission that their air war against us failed.” Haniyeh: No Cease-Fire Salvo nostri Richieste Met
Capo di Hamas Ismail Haniyeh ribadisce che non ci sarà alcun cessate il fuoco fino a quando Israele acconsente alle sue richieste.
Per Yaakov Levi
Prima pubblicazione: 2014/07/21,
In un discorso registrato trasmesso dalla televisione di Hamas, capo di Hamas Ismail Haniyeh il Lunedi annunciato che Hamas non sarebbe d'accordo per un cessate il fuoco a meno che Israele ha accettato le sue condizioni.
"La nostra resistenza è coraggiosamente frena gli assassini sionisti", ha detto Haniyeh. "I nostri combattenti stanno difendendo la nazione palestinese".
Haniyeh ha elencato dieci richieste che Israele avrebbe dovuto accettare di se era interessato a un cessate il fuoco.
Le condizioni di una "fine immediata dell'aggressione israeliana contro il popolo palestinese a Gaza a terra, in aria e via mare;" fine a eliminazione mirata dei terroristi di Hamas; la cessazione della politica di distruggere le case dei terroristi; una battuta d'arresto per i cavalcavia della Israel Air Force su Gaza; la riapertura dei valichi, e la riabilitazione del porto di Gaza; la libera circolazione delle merci a Gaza; una fornitura garantita di materiali combustibili ed edilizie; fine alla "punizione collettiva" degli abitanti di Gaza; e la continuità della fornitura di energia elettrica.
Sia il Segretario di Stato John Kerry e il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban ki-Moon Stati Uniti sono sulla strada per la regione e sono suscettibili di presentare quadri per un cessate il fuoco. Egitto il Lunedi ha detto che era disposta a modificare la sua proposta di cessate il fuoco al fine di ottenere Hamas ad accettare di esso. Lunedi ', il primo ministro Benjamin Netanyahu ha detto che l'operazione a Gaza era suscettibile di espandersi ulteriormente.
Nel suo discorso, Haniyeh ha detto che le sue unità speciali "sono state punendo il nemico, e attaccando più e più. Stiamo colpendo a loro metropolitana e sul mare. La campagna terreno da parte del nemico è una ammissione che la loro guerra aerea contro di noi non riuscita ".

Supremazia islamica omicida, nazismo spietato, senza reciprocità, deve essere spezzata, in tutto il mondo, ecco, perché io demolirò la Moschea del Monte del Tempio: dove, i musulmani celebrano Sequestro Presunta. Dal rabbino Chaim Richman. 2014/07/21, Rabbi Chaim Richman è il direttore del dipartimento internazionale dell'Istituto Tempio di Gerusalemme. Per oltre tre decenni l'Istituto del Tempio è stata dedicata ad ogni aspetto del comandamento biblico di costruire il Tempio Santo. Attraverso la sua programmazione di ricerca e didattica, l'Istituto cerca di evidenziare il significato universale del Tempio Santo come una casa di pace e di preghiera per tutte le nazioni. Facebook: https://www.facebook.com/pages/The-Temple-Institute Twitter: @ https://twitter.com/TempleInstitute
Le voci diffuse a macchia d'olio nella notte di Domenica, (20 luglio), tra gli arabi che un soldato israeliano è stato rapito dai terroristi di Hamas. Le voci si sono rivelate false (grazie Gd), ma non prima che offrano i musulmani l'ennesima occasione per profanare il Monte del Tempio rompendo in una celebrazione spontanea sul presunto rapimento. Supremazia islamica e l'odio degli ebrei (e non solo) è diventato un fenomeno disgustoso quotidiano il Monte del Tempio. Israele è attualmente occupato distruggere l'infrastruttura di Hamas di morte e di odio a Gaza, e arrotondamenti terroristi di Hamas in Giudea e Samaria. E 'giunto il momento che Israele rimuovere ogni presenza Hamas dal Monte del Tempio e bandire per sempre queste manifestazioni ricorrenti di fascismo islamico che contaminano il santo Monte del Tempio. Temple Mount: Muslims Celebrate Alleged Kidnapping
By Rabbi Chaim Richman
7/21/2014,
Rabbi Chaim Richman
Rabbi Chaim Richman is the director of the international department of the Temple Institute in Jerusalem.
For over three decades the Temple Institute has been dedicated to every aspect of the Biblical commandment to build the Holy Temple. Through its research and educational programming, the Institute seeks to highlight the universal significance of the Holy Temple as a house of peace and prayer for all nations.
Facebook: https://www.facebook.com/pages/The-Temple-Institute
Twitter: https://twitter.com/TempleInstitute @templeinstitute
Rumors spread like wildfire on Sunday night, (July 20), among the Arabs that an IDF soldier was kidnapped by Hamas terrorists. The rumors proved false (thank G-d), but not before affording Muslims yet another opportunity to desecrate the Temple Mount by breaking into a spontaneous celebration over the alleged kidnapping.
Islamic supremacy and hatred of Jews (and others) has become a daily disgusting phenomenon the Temple Mount. Israel is currently busy destroying the Hamas infrastructure of death and hatred in Gaza, and rounding up Hamas terrorists in Judea and Samaria. It is high time that Israel remove all Hamas presence from the Temple Mount and banish forever these recurring displays of Islamic fascism which defile the holy Temple Mount.

Nazareth Arabs Riot on 'Day of Rage'. Over 3,000 Israeli Arabs marched, threw rocks and bottles, and waved PLO flags as they protested the IDF's battle against Hamas terrorists. By AFP and Yaakov Levi. First Publish: 7/21/2014, Over 3,000 Israeli Arabs protested and threw stones and bottles at police during a “Day of Rage” protest in Nazareth Monday, against the IDF's operation in Gaza against Hamas's constant barrage of rocket fire on Israeli civilians. The protesters marched through the city and onto the main highway outside town, waving PLO flags and shouting anti-Israel epithets. Police tried to hold the crowd back, but were only partially successful. Protesters threw rocks and bottles at police as a full-fledged riot ensued, with police using anti-rioting defense measures to break up the crowd.
Police spokeswoman Luba Samri said around 200 Arab Israelis in Nazareth clashed with security forces, who responded with water cannons and stun grenades, arresting 10 people after the 3,000-strong demonstration in Israel's largest Arab city.
Demonstrators held up placards reading "Israeli army commits genocide in Gaza," an AFP correspondent said.
Similar protests have been held in other Israeli Arab towns over the past several days; on Saturday, for example, Arabs in Kafr Kana rioted and faced off against police. Israeli drivers have been advised to avoid Kafr Kana, Nazareth, and other large Arab towns, as the atmosphere is very charged and a riot could ensue at any moment, security officials said.
As part of the “Day of Rage,” the Arab High Monitoring Committee, a self-styled organization that claims to represent a large majority of Israeli Arabs, ordered Israeli Arabs to close their businesses in protest over the IDF's activities against Hamas.
In response, Foreign Minister Avigdor Liberman (Yisrael Beytenu) called on Israelis to boycott Arab businesses that take part in a strike called by an Arab group over the situation in Gaza.
On his Facebook page, Liberman wrote that he “called on everyone not to buy in Arab sector stores and businesses that participate in the strike over the IDF's activities against Gaza terrorists in Operation Protective Edge.” Those who participated in the boycott, Liberman said, were acting against the interests of Israel, and Israelis should not support them, he added. Nazareth arabi Riot su 'Giorno della Rabbia'. Oltre 3.000 arabi israeliani hanno marciato, hanno lanciato pietre e bottiglie, e sventolato bandiere OLP come hanno protestato battaglia dell'IDF contro i terroristi di Hamas. Con AFP e Yaakov Levi. Prima pubblicazione: 2014/07/21, Oltre 3.000 arabi israeliani hanno protestato e lanciato pietre e bottiglie contro la polizia nel corso di una "Giornata della collera" protesta a Nazareth Lunedi, contro il funzionamento del dell'IDF a Gaza contro il costante fuoco di fila di Hamas del lancio di razzi sui civili israeliani. I manifestanti hanno marciato attraverso la città e sulla strada principale fuori dalla città, sventolando bandiere PLO e gridando epiteti anti-israeliani. La polizia ha cercato di tenere indietro la folla, ma sono stati solo parzialmente. I manifestanti hanno lanciato pietre e bottiglie contro la polizia come una rivolta vera e propria seguì, con la polizia attraverso misure di difesa anti-sommosse per rompere la folla.
Portavoce della polizia Luba Samri ha detto circa 200 arabi israeliani di Nazareth si sono scontrati con le forze di sicurezza, che hanno risposto con cannoni ad acqua e granate stordenti, arrestando 10 persone dopo il 3000 forte manifestazione più grande città araba di Israele.
I manifestanti trattenuti cartelli con scritto "esercito israeliano commette genocidio a Gaza", ha detto un corrispondente di AFP.
Simili proteste sono state organizzate in altre città arabe israeliane negli ultimi giorni; il Sabato, per esempio, gli arabi a Kafr Kana si ribellarono e di fronte off contro la polizia. Driver israeliani sono stati invitati a evitare Kafr Kana, Nazareth, e altre grandi città arabe, come l'atmosfera è molto carica e una rivolta potrebbe derivare da un momento all'altro, funzionari della sicurezza hanno detto.
Nell'ambito della "Giornata della Rabbia", l'Alto Comitato di sorveglianza arabo, un'organizzazione sedicente che pretende di rappresentare una grande maggioranza di arabi israeliani, arabi israeliani ha ordinato di chiudere le loro attività in segno di protesta sulle attività della Forze di Difesa israeliane contro Hamas.
In risposta, il ministro degli Esteri Avigdor Liberman (Yisrael Beytenu) ha invitato gli israeliani a boicottare le aziende arabe che prendono parte a uno sciopero indetto da un gruppo arabo per la situazione a Gaza.
Sulla sua pagina di Facebook, Liberman ha scritto che egli "ha invitato tutti a non acquistare nei negozi del settore arabo e le imprese che partecipano allo sciopero sulle attività dell'esercito israeliano contro i terroristi di Gaza nel modo operativo protetto Edge." Coloro che hanno partecipato al boicottaggio, Liberman ha detto, agivano contro gli interessi di Israele e gli israeliani non li dovrebbe sostenere, ha aggiunto.

La tragedia del Boeing malese come motivo per la scalata della guerra informativa.
Il Presidente russo Vladimir Putin ha invitato tutte le Parti belligeranti in Ucraina a garantire le condizioni per la conduzione di un’indagine completa sull’incidente che il Boeing delle Malaysia Airlines ha subito nel cielo della Regione di Donetsk.
Il capo dello Stato russo ha fatto una dichiarazione speciale in merito. Nessuno deve né ha il diritto di strumentalizzare la tragedia avvenuta per fini politici strettamente utilitaristici, - ha sottolineato Putin.
Intanto, è proprio questo quello che sta avvenendo. La lobby russofobica in Europa e negli USA stanno strumentalizzando la tragedia del Boeing-777 per fomentare l’isteria antirussa. Le accuse all’indirizzo del Cremlino sono già state formulate. ​Quindi, non è il caso di attendere i risultati di un’indagine imparziale, anche se sarà espletata. Gli esperti constatano che nel mondo moderno la realtà fisica in molti casi ha un’importanza secondaria in rapporto alla realtà informativa: il fatto che Saddam Hussein non possedeva armi di distruzione di massa non aveva impedito agli USA di sconfinare in Iraq. Del tutto analoga è la situazione relativa al Boeing malese: quello a cui l’Occidente addosserà il peso della colpa sarà dichiarato colpevole quale che sia la realtà oggettiva.
L’opinione pubblica occidentale sta subendo una forte pressione informativa. Peraltro, in un primo tempo i russofobi incalliti si vedono costretti ad esercitare moderazione. Dice il politologo ucraino Rostislav Ishchenko, Presidente del Centro di analisi e previsione sistemica.
Tutte queste accuse mirano a privare la milizia popolare del sostegno internazionale per complicare la situazione internazionale della Federazione Russa. Ci sono in gioco interessi degli USA, interessi dei dirigenti ucraini. Ad onor del vero devo constatare che nel caso specifico l’Occidente, USA compresi, sta dando una prova di moderazione, non ha accolto prontamente le accuse gratuite di Kiev che ha accusato la milizia popolare e la Federazione Russa nel momento in cui l’aereo stava ancora precipitando. Sebbene gli USA abbiano fatto, in modo indiretto, delle invettive all’indirizzo della Federazione Russa, non si è scatenata una campagna isterica simile a quelle avvenute in passato.
Il pubblicista americano Paul Roberts, ex redattore di The Wall Street Journal, constata con orrore che la stampa occidentale in un impeto comune di solidarietà sta tentando di allinearsi con le posizioni di Washington e, ad onta della ragione, di addossare tutta la colpa alla Russia. Secondo il pubblicista, si tratta di una regia informativa totale, di un tentativi di travisare intenzionalmente il quadro reale. Paul Kreig, giustificando, in un certo senso, i suoi colleghi, sottolinea che i giornalisti sono costretti ad accettare bugie poiché altrimenti possono essere licenziati:
Una carenza della diplomazia di Putin è rappresentata dal fatto che si basa sulla buona volontà e il trionfo della verità. Ma l’Occidente non ha buona volontà, Washington è interessata al trionfo di Washington stessa e non della verità. A Putin si contrappongono non partner ragionevoli ma il Ministero della propaganda diretto contro di lui. Il mondo sta vivendo un episodio simile a quelli della presunta arma di distruzione di massa in possesso di Saddam Hussein, della presunta arma chimica in possesso di Assad e della presunta bomba nucleare iraniana. Washington ha mentito così a lungo che non è in grado di fermarsi.
Attualmente i dirigenti dell’Ucraina sono sotto la pressione dell’eventuale rivelazione della verità. Il supporto degli assassini di abitanti civili non lascia possibilità politiche di godere di una buona reputazione su scala mondiale. Ma nonostante la retorica bellicista l’Occidente comincerà ugualmente a costringere Kiev ad avviare il dialogo negoziale, - ritiene Vladimir Kornilov, direttore del Centro Studi Eurasiatici.
Vediamo che l’Occidente ha preso a dare tutta la colpa alla Russia. Ignorando i fatti reali. Anzi, continuerà ad accusarci, a fare la pressione sulla Russia anche in futuro. È chiaro che se il conflitto è stato concepito a questo scopo, l’Occidente intende attenersi proprio ad un simile punto di vista. Ma c’è un aspetto da notare: condannando la Russia e la milizia popolare di Donetsk, l’Occidente invita ugualmente tutte le Parti coinvolte nel conflitto a cessare lo spargimento di sangue. Relativamente, s’intende fare la pressione anche su Kiev. Spero vivamente che questa tragedia che ha conferito al conflitto un carattere internazionale, costringerà l’Occidente ad invitare l’Ucraina a fermare questa dissennata operazione punitiva.
Secondo i politologi, la tragedia del Boeing malese ha portato il conflitto al livello internazionale. Il che consente a Kiev di intensificare la pressione sugli sponsor occidentali torcendogli il braccio. In questo contesto la risposta alla questione “chi trae vantaggio dalla catastrofe nel cielo ucraino?” appare assai chiara.
http://italian.ruvr.ru/2014_07_21/La-tragedia-del-Boeing-malese-come-motivo-per-la-scalata-della-guerra-informativa-2307/

In Italia è stato bloccato il sito russo Mail.ru. Il tribunale di Roma ha bloccato l'accesso a 24 siti sui quali sono stati pubblicati materiali pirati. Tra le risorse bloccate c'è il portale russo Mail.ru. Le autorità italiane hanno deciso che è stato violato il diritto d'autore, riferiscono i media locali.
Motivo della chiusura al servizio russo la causa intentata dalla società cinematografica Eyemoon Pictures. Sul portale sono stati pubblicati i link su due cartoni animati dello studio - Stazione Fruitvale e il Congresso.
Secondo i media, il blocco di Mail.ru è una decisione strana, perché in Italia questo sito è impopolare, ma è considerato il più visitato in Russia.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_21/In-Italia-e-stato-bloccato-il-sito-russo-Mail-ru-7686/


Samuele Bernardini · Segui · Top Commentator · Lavora presso Edicola
Malaysia Airlines: ma com'è possibile passare con un aereo civile sopra una zona di guerra? Per di più 2 giorni prima era stato abbattuto un'altro aereo. Nessuna compagnia ci passava più da tempo. Io direi che prima di tutto andrebbero arrestati questi dirigenti, no?
Rispondi · Mi piace · 1 · Segui post · 9 ore fa
Lina Meniaikina · Top Commentator
Putin si pronuncia per spiegare la posizione della Russia riguardo la catastrofe del Boeing-777 e la situazione in Ucraina.
Dice che nessuno può sfruttare la tragedia per propri obiettivi politici ed egoistici, ricorda che la Russia ha ripetutamente chiesto a tutte le parti in conflitto di cessare immediatamente lo spargimento di sangue e di sedersi al tavolo dei negoziati. Condanna la ripresa delle azioni militari di Kiev il 28 giugno.
Sostiene la necessità della garanzia della sicurezza al lavoro degli esperti internazionali. Il coinvolgimento degli esperti provenienti solo da Donbass, Donetsk, esperti ucraini che si occupano delle situazioni di crisi, gli esperti dalla Malesia non è sufficiente..
La frase chiave del discorso invece sembra essere "Queste vicende non ci devono dividere, ma unire". Finisce sostnendo che la situazione debba essere risolta esclusivamente con i mezzi pacifici e diplomatici, al tavolo delle trattative.
Rispondi · Mi piace · Segui post · 3 ore fa
Lina Meniaikina · Top Commentator
http://www.businessinsider.com/source-malaysia-flight-mh17-was-being-escorted-by-ukrainian-su-27-fighter-jets-2014-7 fonte della Malaysia parla di due caccia ucraini che erano visibili vicino al Boeng fal momento dell'abbatimento
Rispondi · Mi piace · Segui post · 3 ore fa
Marco Conti · Top Commentator · Brisbane
Un giorno un amico avvocato mi disse: "io aspetto con pazienza e quando leggo lettere piene di calunnie esulto perche' piu' i sub-umani che inventano balle ed accusano i miei clienti senza avere nessuna prova nelle loro mani mettono per iscritto le loro calunnie, piu' li bastono duramente quando viene il giorno dell'udienza davanti al giudice". Da come Putin ha rigettato l'idea di ricevere le scatole nere io sarei piuttosto cauto prima di lanciare accuse pesanti contro la Russia. L'esplosivo potrebbe non essere nemmeno russo. Il missile potrebbe essere stato lanciato da Kiev. Il missile potrebbe essere stato lanciato dai separatisti sula base di informazioni intenzionalmente false per causare uno shifting di opinione pubblica. Tutto e' ancora da essere studiato ed analizzato in modo serio da un team internazionale professionalmente e politicamente credibile. Resta la responsabilita' della compagnia aerea che ha proposto una rotta di fatto da kamikaze ed un EuroSenzaControllo che dimostrando zero intelligenza propria l'ha approvata automaticamente.
Rispondi · Mi piace · Segui post · Modificato · 3 ore fa
Davide Mancori · Top Commentator · Somewhere presso Everywhere I Go
Cosa sblaterano la Merkel e Obama ? Sono corresponsabili di questa porcata !
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/07/21/ue-alza-voce-con-putin-collabori-su-aereo-o-reagiremo-_b5590734-581c-4dec-b1f5-0b39c91212f4.html

http://www.businessinsider.com/source-malaysia-flight-mh17-was-being-escorted-by-ukrainian-su-27-fighter-jets-2014-7

A Donetsk cercano di entrare i carri armati dell'esercito ucraino. Lo ha dichiarato il vice ministro della Difesa della Repubblica separatista Fedor Berezin.
Secondo le sue parole, al momento gli autonomisti riescono a mantenere la difesa.
Berezin ha confermato che nella prima metà della giornata vi è stata una battaglia nei pressi della stazione ferroviaria e in aeroporto. Sono stati distrutti un ponte, un supermercato e alcuni palazzi residenziali.
A causa del bombardamento eseguito dai militari con i lanciarazzi "Grad" sono state uccise almeno 3 persone, si sta verificando il numero dei feriti.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_21/A-Donetsk-cercano-di-entrare-i-carri-armati-ucraini-6870/
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/21/1509235443/9RIAN_02465576.HR.ru.jpg
Poroshenko ha ordinato un cessate il fuoco nel raggio di 40 km dal luogo dello schianto del Boeing. Il Presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha ordinato di cessare i combattimenti e le operazioni nel raggio di 40 km dal luogo dello schianto del Boeing malese.
Ha incaricato di invitare gli esperti russi per l’indagine sull'incidente.
In precedenza, un tale invito è stato ricevuto dai rappresentanti dei Paesi che, secondo il Presidente, hanno sofferto più di altri: Paesi Bassi, Malesia, Germania, Regno Unito, Australia, Stati Uniti.
Secondo Poroshenko, questo viene fatto per garantire "la massima trasparenza".
http://cdn.ruvr.ru/2014/07/21/1509235304/9RIAN_02465662.HR.ru.jpg
L'esercito ucraino ha bombardato Dzerzhinsk con i lanciarazzi "Grad".
Le truppe ucraine hanno cercato di prendere d'assalto la città di Dzerzhinsk a nord di Donetsk in Ucraina orientale, bombardando la città con missili con sistema "Grad".
Dopo i bombardamenti nella città è entrata la guardia nazionale dell'Ucraina e hanno preso d'assalto il consiglio comunale, dove si trova il quartier generale della milizia. In questa battaglia sono stati uccisi 5 indipendentisti, riporta al comando della milizia.
Più tardi, agli autonomisti è venuto in aiuto il rinforzo dalla città di Gorlovka. Sono riusciti a respingere l'attacco della guardia nazionale, perdendo altre 2 vite.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_07_21/Lesercito-ucraino-ha-bombardato-Dzerzhinsk-con-i-lanciarazzi-Grad-1502/

Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
14 ore fa

come al solito, è molto grave che, ANSA non dica, che viene coinvolta, una scuola ad indirizzo religioso! Bufera su una scuola religiosa paritaria di Trento. Insegnante accusa la direttrice di non aver rinnovato il contratto perché lesbica. 1. le lesbiche non vanno, in giro con il cartello: "io sono lesbica!", poi, 2. se, io genitore, io pago, o io faccio una scelta religiosa, io non mi aspetto, che, la educatrice di mio figlio, sia una lesbica autodichiarata pubblicamente, in una scuola religiosa! nessuno va, nella macelleria a comprare il pesce! QUESTO DEL GOVERNO E DEL MINISTRO Giannini, è UN ABUSO MOLTO GRAVE! è LA IDEOLOGIA GENDER, tirannia gender, CHE, PORTERà SODOMA E GOMORRA A TUTTI,  per la dissoluzione della nostra società umanistica ] [ Bufera su una scuola religiosa paritaria di Trento. Insegnante accusa la direttrice di non aver rinnovato il contratto perché lesbica. Inizialmente i vertici dell’istituto hanno addotto ragioni economiche, poi la superiora dell’Istituto Sacro Cuore di Trento, madre Eugenia Libratore, ha spiegato di avere parlato con la professoressa "cercando solo un dialogo per capire se avesse un problema personale" e di essere stata fraintesa nelle intenzioni. Giustificazioni che non hanno affatto placato le polemiche.
Tante le prese di posizione, con una considerazione condivisa da parecchi: i soldi pubblici non possono andare a chi discrimina. "Mi pare del tutto logico che una scuola cattolica, con i suoi principi, che non sono i miei, possa avere fatto una scelta di questo tipo. Il punto non è però quello che può decidere o meno una scuola privata, ma che - ha commentato il presidente del Comitato laici del Trentino, Mauro Bondi - il pubblico non può finanziare una scuola che discrimina e va contro la Costituzione".
Bufera su una scuola religiosa paritaria di Trento. Insegnante accusa la direttrice di non aver rinnovato il contratto perché lesbica
Redazione ANSA ROMA. 20 luglio 2014 Il ministero "valuterà il caso di Trento con la massima rapidità" e se emergesse un episodio "legato a una discriminazione di tipo sessuale agiremo con la dovuta severità". E' quanto afferma il Ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, a proposito della vicenda dell'insegnante lesbica. Il ministero intende procedere - ha spiegato il ministro - ad "un confronto chiaro e doveroso con le parti coinvolte". "In queste ore - ha aggiunto - sto raccogliendo gli elementi utili a comprenderne tutti gli aspetti. Laddove ci trovassimo di fronte a un caso legato ad una discriminazione di tipo sessuale agiremo con la dovuta severità".
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
15 ore fa

Cristiani perseguitati a Mosul, fuga dall'Iraq
Papa Francesco all'Angelus ha lanciato ieri un appello: "Cacciati via, dalle loro case senza portare niente"  Papa Francesco all'Angelus ha lanciato un appello per la situazione dei cristiani costretti a lasciare le zone dell'Iraq controllate dai miliziani jihadisti dell'Isis. "Ho appreso con preoccupazione le notizie che giungono dalle comunità cristiane a Mosul (Iraq) e in altre parti del Medio Oriente, dove esse, sin dall'inizio del cristianesimo, hanno vissuto con i loro concittadini offrendo un significativo contributo al bene della società. Vi invito a ricordarle nella preghiera", ha detto il Pontefice.
"Oggi sono perseguitati - ha aggiunto il Papa 'a braccio' -. I nostri fratelli sono perseguitati, sono cacciati via, devono lasciare le loro case senza avere la possibilità di portare niente". "Assicuro a queste famiglie e a queste persone la mia vicinanza e la mia costante preghiera", ha detto ancora il Pontefice. "Carissimi fratelli e sorelle tanto perseguitati - ha proseguito sempre 'a braccio' papa Bergoglio con tono accorato -, io so quanto soffrite, io so che siete spogliati di tutto. Sono con voi nella fede in Colui che ha vinto il male". "E a voi qui in piazza e a tutti coloro che ci seguono dalla televisione invito a ricordarli nella preghiera", ha concluso.
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
16 ore fa

La rotta del Boeing si trovava nel raggio d'azione delle forze armate ucraine. One main reason I will reject a project is if I feel like I don’t understand the premise or where the story is going, so make that query letter count! "Inoltre, nel giorno del disastro, il raggruppamento delle forze di difesa contraerea dell'esercito ucraino nei pressi di Donetsk aveva 3-4 divisioni dei complessi missilistici "Buk-M1", i quali sono in grado di colpire bersagli ad altitudini fino a 22 km", ha detto Kartopolov.
Inoltre, oggi le forze armate della Russia hanno riferito che nel punto in cui si trovava il Boeing malese al momento del disastro, i mezzi russi del controllo aereo osservavano che per quattro minuti un oggetto, presumibilmente un aereo militare, conservava una distanza tra esso e l'aereo passeggeri di circa 3-5 km.
La Russia non ha consegnato agli autonomisti i sistemi missilistici "Buk". Oggi ad un briefing a Mosca, il Capo del centro operativo dello Stato Maggiore tenente generale Andrej Kartopolov ha dichiarato che la Russia non ha consegnato armi alla milizia ucraina, compresi i sistemi missilistici "Buk", con i quali, secondo una versione, giovedì è stato abbattuto il Boeing malese. In aggiunta. Kartopolov ha detto che tutti i dati del controllo oggettivo nel giorno del disastro in Ucraina saranno consegnati dalla Russia agli esperti internazionali. Inoltre, la Russia fornirà le immagini satellitari della difesa contr aerea dell'esercito ucraino nel sud-est del Paese, compresa la dislocazione dei complessi ucraini "Buk".
Il disastro del Boeing è coinciso con il volo sull'Ucraina di un satellite degli USA.
Il momento del disastro del Boeing malese nella regione di Donetsk dell'Ucraina e il tempo dell'osservazione di un satellite statunitense sul territorio ucraino coincidono, ha dichiarato il Capo del centro operativo dello Stato Maggiore tenente generale Andrej Kartopolov. Si è rivolto agli Stati Uniti con la richiesta di fornire le immagini di tale satellite. Inoltre, Kartapolov ha sottolineato che i dato del controllo oggettivo del Ministero della Difesa suggerisce che Boeing-777 durante il volo su Donetsk ha deviato dal percorso per 14 km. "Quale è stato il motivo per uscire fuori i limiti del percorso: un errore dell'equipaggio o l’esecuzione di ordini dei controllori di volo ucraini, si potrà saperlo solo dopo la decifrazione delle "scatole nere" e le conversazioni con i servizi di controllo di volo ", ha detto Kartapolov.
Il Premier olandese intende "intraprendere delle misure" se non avrà accesso al luogo dello schianto del Boeing. Nel caso in cui sul luogo dello schianto del Boeing 777 non ci sarà il pieno accesso, il Premier olandese Mark Rutte è pronto ad usare tutte le opzioni possibili. Secondo le sue parole, saranno applicate misure politiche, economiche e finanziarie nei confronti di coloro che sono direttamente o indirettamente responsabili di questo.
Egli ha anche sottolineato che la posizione delle "scatole nere" dell'aereo è sconosciuta, in caso di un loro ritrovamento, esse devono essere trasferite immediatamente all'ICAO.
In precedenza, il Primo ministro ucraino Arseniy Yatsenyuk ha dichiarato che Kiev è pronta a passare il ruolo di coordinamento nelle indagini ai Paesi Bassi. Russia, nei centri di accoglienza si trovano oltre 26 mila profughi ucraini. In Russia in 397 centri di accoglienza temporanei si trovano oltre 26 mila profughi ucraini, tra cui 10 mila bambini, ha riferito il rappresentante ufficiale del Ministero della Protezione Civile della Russia Aleksandr Drobyshevskij. Sulla base delle amministrazioni territoriali della Protezione Civile è stato organizzato il lavoro della linea verde h24 per fornire assistenza completa ai profughi, sono state registrate quattromila chiamate.
Nella regione di Rostov nel sud della Russia ieri sono stati alloggiati circa 500 rifugiati.
Il Ministero della Difesa russo ha pubblicato la documentazione riguardante il Boeing.
Tutta la documentazione riguardante il disastro del Boeing malese, la quale è stata presentata dal Ministero della Difesa durante un briefing, è stata pubblicata sul sito ufficiale della Difesa russa.
http://stat.multimedia.mil.ru/multimedia/photo/gallery.htm?id=17402 @ cmsPhotoGallery.
Il sito contiene i documenti del controllo oggettivo del Centro zonale di Rostov del sistema unico della gestione del traffico aereo, la mappa della collocazione delle forze di difesa antiaerea dell'Ucraina nella regione di Donetsk, i dati statistici sul numero delle stazioni radar operative della Difesa contraerea dell'Ucraina nella zona del disastro e le fotografie satellitari che mostrano la dislocazione dei sistemi di fuoco della difesa contraerea ucraina in diversi periodi di tempo.
Ministero degli Esteri russo: la mancanza delle garanzie di sicurezza impedisce le indagini del disastro aereo in Ucraina. Il lavoro su vasta scala per indagare sull'incidente in Ucraina è ostacolato dalla mancanza di accordo tra le parti del conflitto interno ucraino sulle garanzie di sicurezza per gli specialisti stranieri, che si trovano ancora a Kiev e a Kharkov, è stato dichiarato al Ministero degli Esteri russo.
Secondo il Ministero, il 20 luglio nella zona dello schianto si trovavano gli osservatori della missione di monitoraggio dell'OCSE ed i membri dei servizi competenti dell'Ucraina, ma mancavano i rappresentanti della Malesia.
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
16 ore fa

Kerry 322 LaVey Bush, figlio del demonio! se, tu non mi dai, una guerra mondiale contro, la LEGA ARABA, nei prossimi 3 giorni, io ti uccido tutti i demoni alieni, dei dischi volanti, in tutto il sistema solare! e dopo, faccio puzzare anche te, di merda di cadavere!
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
16 ore fa

Il ministero della Difesa russo afferma che non è stato rilevato il lancio di alcun missile vicino la rotta del Boeing della Malaysia Airlines: era invece presente nelle vicinanze un caccia ucraino. Lo riferiscono i media internazionali. I satelliti russi, ha spiegato il ministero della Difesa, hanno rilevato un aereo da attacco Su-25 che volava in direzione del boeing malese che poi è precipitato. Inoltre, al momento del disastro, una batteria di missili ucraini Buk erano dispiegati verso Donetsk, in un'area dove i ribelli hanno il loro quartier generale, hanno aggiunto ancora le autorità russe, come riporta l'Interfax. La Russia ha smentito oggi di aver fornito ai separatisti ucraini i missili Buk sospettati da Kiev e Washington di essere stati usati per abbattere il Boeing della Malysia Airlines. Mosca "non ha fornito agli insorti sistemi missilistici Buk o altro materiale militare, ha detto il generale Andrei Kartapolov dello stato maggiore russo.
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
16 ore fa

Truce Efforts Intensify as Kerry, Ban Head to Cairo. Kerry will seek 'an immediate cessation of hostilities based on a return to the November 2012 ceasefire agreement': 7/21/2014, Kerry testifies before the House Foreign Affairs Committee. World efforts to end two weeks of deadly violence in and around Gaza stepped up a gear on Monday as the US top diplomat and the UN chief both headed to Cairo. US Secretary of State John Kerry was flying to the region after President Barack Obama urged an "immediate ceasefire", echoing a call by the UN Security Council. UN chief Ban Ki-moon was already in the region on a whistlestop tour to build support for a truce and was to meet the ruler of Kuwait, current chair of the Arab League, before heading to the Egyptian capital. The new momentum for a ceasefire came as the Palestinian Arab death toll in Gaza topped 500, many of them civilians, and the Israeli army said 18 of its soldiers had been killed, its heaviest losses in eight years. Egypt has been a mediator in past Israel-Palestinian conflicts and has taken the lead in trying to broker a truce between Israel and its Islamist foe Hamas which dominates the Gaza Strip. A first proposal Egypt made early last week was accepted by Israel but snubbed by Hamas, which said it was not consulted and demanded a raft of changes. The Islamist movement wants Israel to agree to an end to its blockade of Gaza and the release of scores of prisoners before it will agree to halt its attacks, the latest of which saw 10 terrorists infiltrate southern Israel early on Monday. It has received support from Qatar and Turkey, both considered to be Western allies that also have close relations with radical Islamists. Kerry will seek "an immediate cessation of hostilities based on a return to the November 2012 ceasefire agreement," the White House said, stressing the need to protect civilian life both "in Gaza and in Israel." It was referring to the Egyptian-brokered truce that ended the last major bout of fighting in and around Gaza, during Israel's Operation Pillar of Defense. That ceasefire stipulated that Israel ease its blockade of Gaza's border crossings and coast, something Hamas complains was never fulfilled. Hamas leader Khaled Meshaal and Palestinian Authority head president Mahmud Abbas were to hold talks in Qatar on the truce negotiations on Monday, a day later than planned. The 2012 truce was brokered when Egypt was ruled by now-ousted Islamist president Mohamed Morsi who had close relations with Hamas. His successor President Abdel Fattah al-Sisi – who as army chief deposed Morsi – has taken a hard line with Hamas, accusing it of helping Egyptian Islamist terrorists. Kerry has publicly defended Israel but appeared to criticize the US ally in candid remarks caught on an open microphone between television interviews on Sunday. Kerry was heard talking about Israeli soldiers killed in Gaza to a State Department official identified as Jonathan Finer just before appearing on the "Fox News Sunday" political talk show. "I hope they don't think that's an invitation to go do more," Kerry says. "That better be the warning to them." A frustrated Kerry then says: "It's a hell of a pinpoint operation, it's a hell of a pinpoint operation," in apparent frustration over the civilian toll in the Israeli operation. "We've got to get over there," Kerry is heard saying on the Sunday recording. "I think it's crazy to be sitting around. Let's go." The UN Security Council held urgent talks on the conflict late Sunday, expressing "serious concern" about the rising death toll and demanding "an immediate cessation of hostilities." Ban urged Israel to "exercise maximum restraint" saying: "Too many innocent people are dying." Sunday was the deadliest day of the conflict so far with more than 150 Palestinians killed in a blistering bombardment that left bodies lying in the streets and sent thousands of civilians fleeing their homes.
The Israeli army said 13 soldiers were also killed, its heaviest single day losses since 2006. Gli sforzi tregua Intensificare come Kerry, Ban Capo al Cairo. Kerry cercherà 'un'immediata cessazione delle ostilità basata su un ritorno al novembre 2012 un accordo di cessate il fuoco': 2014/07/21, Kerry testimonia prima Commissione Affari Esteri della Camera. Gli sforzi mondiali per porre fine a due settimane di violenza mortale in ed intorno a Gaza intensificato una marcia il Sabato come il capo della diplomazia Usa e il capo delle Nazioni Unite Entrambi intestata al Cairo. Segretario di Stato americano John Kerry stava volando nella regione dopo che il presidente Barack Obama ci ha esortato un "cessate il fuoco immediato", riecheggiando una chiamata da parte del Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Capo delle Nazioni Unite Ban Ki-moon era già nella regione in un tour whistlestop per costruire il supporto per una tregua e doveva incontrare il sovrano del Kuwait, attuale presidente della Lega Araba, prima di dirigersi verso la capitale egiziana. Il nuovo slancio per un cessate il fuoco è venuto come il numero di morti in arabo palestinese di Gaza ha superato 500, molti dei quali civili, e l'esercito israeliano ha detto che i suoi soldati su 18 erano stati uccisi, le sue pesanti perdite di otto anni. L'Egitto è-stato un mediatore nei conflitti israelo-palestinesi del passato e ha assunto la guida nel tentativo di mediare una tregua tra Israele e il suo nemico islamista Hamas, che domina la Striscia di Gaza. Una prima proposta fatta all'inizio della scorsa settimana l'Egitto è stato accettato da Israele, ma snobbato da Hamas, que ha detto che non è stato consultato e ha chiesto una serie di modifiche. Il movimento islamista vuole che Israele accetta di porre fine al suo blocco di Gaza e la liberazione di decine di prigionieri prima che possa accettare di fermare i suoi attacchi, l'ultimo dei quali 10 ha visto i terroristi si infiltrano nel sud d'Israele presto il Lunedi. Ha ricevuto il sostegno di Qatar e Turchia, entrambi considerati come alleati occidentali che hanno anche rapporti stretti con gli islamisti radicali. Kerry cercherà "una cessazione immediata delle ostilità sulla base di un ritorno per il cessate il fuoco novembre 2012," ha detto la Casa Bianca, sottolineando la necessità di proteggere la vita civile, sia "a Gaza e in Israele." E si riferiva alla tregua egiziano-mediato che si è conclusa l'ultima grande incontro di lotta dentro e intorno Gaza Durante l'Operazione Pilastro di Israele della Difesa. Questo cessate il fuoco stabilito che Israele alleviare il blocco dei valichi di frontiera di Gaza e della costa, qualcosa di Hamas si lamenta non è mai stato brillante. Testa leader di Hamas Khaled Meshaal e il presidente dell'Autorità palestinese Mahmud Abbas dovesse tenere colloqui in Qatar sui negoziati tregua il Lunedi, un giorno più tardi del previsto. La tregua 2012 è stato negoziato Quando l'Egitto fu governato dal presidente ormai deposto Mohamed Morsi islamista che aveva stretti rapporti con Hamas. Il suo successore Abdel Fattah Presidente al-Sisi - che, come capo dell'esercito deposto Morsi - ha preso una linea dura con Hamas, accusandolo di aiutare i terroristi islamici egiziani. Kerry ha pubblicamente Difendere Sembrava criticare Israele, ma l'alleato degli Stati Uniti in un discorso candidi catturati su un microfono aperto tra interviste televisive di Domenica. Kerry è stato sentito parlare Acerca soldati israeliani uccisi a Gaza a un funzionario del Dipartimento di Stato Jonathan Finer Identificato come appena prima di apparire sul "Fox News Domenica" talk show politico. "Spero che non pensano che sia un invito ad andare a fare di più", dice Kerry. "Quella meglio essere l'avviso a loro". A Kerry frustrato poi dice: "E 'un inferno di un'operazione puntuale, è un inferno di una operazione di Pinpoint," in apparente frustrazione per il pedaggio civili nell'operazione israeliana. "Dobbiamo arrivare laggiù," Kerry si sente dire sulla registrazione Domenica. "Penso che sia pazzo per essere seduti intorno. Andiamo." Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha tenuto colloqui urgenti sul conflitto in ritardo Domenica, esprimendo "grave preoccupazione" circa il numero dei morti in aumento e chiedendo "l'immediata cessazione delle ostilità". Ban Israele ci ha esortato a "esercitare la massima moderazione", dicendo: ". Troppe persone innocenti stanno morendo" Domenica è stato il giorno più sanguinoso del conflitto finora con più di 150 palestinesi uccisi in un bombardamento vesciche che ha lasciato corpi che giacevano per le strade e inviato migliaia di civili in fuga dalle loro case. L'esercito israeliano ha detto che 13 soldati uccisi erano anche, i suoi pesanti day-perdite singoli dal 2006.
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
16 ore fa

tutta la lega araba, deve essere condannata! io voglio entro questo mese una guerra mondiale contro l'Islam! Hassan Nasrallah sostiene Hamas, la Jihad islamica in 'Resistenza'. 'Resistenza palestinese' Hezbollah leader di spalle contro il funzionamento autodifesa di Israele, vi incoraggia 'intifada'.: 2014/07/21, gruppo libanese Hezbollah Terror sta sostenendo la "resistenza" palestinese a sconfiggere Israele a Gaza, il leader del movimento sciita Hassan Nasrallah ha detto Lunedi. Nasrallah Told Hamas 'il capo in esilio Khaled Meshaal per telefono: "Hezbollah e la resistenza libanese stare saldamente sul lato dell'Intifada e della resistenza del popolo palestinese, e sostenere Hamas' strategia e le giuste condizioni che ha in settembre alla fine del conflitto", AFP rapporti.
Hamas ha riferito una serie di richieste senza precedenti su Israele per accompagnare una tregua di dieci anni DIPENDENTI settembre - prima di minacciare gli israeliani se il governo ha rifiutato di accettare. Nasrallah, nel frattempo, ha espresso la sua "piena fiducia nella capacità di resistenza di difendersi e per raggiungere una nuova vittoria nel mese di luglio", un riferimento al fallimento di Israele di schiacciare Hezbollah nella sua offensiva contro il Libano luglio 2006.
In una telefonata separata Ramadan Abdallah Challah, segretario generale della seconda più grande organizzazione orrore di Gaza, la Jihad Islamica, Nasrallah ha dichiarato: "La resistenza libanese è disposto a collaborare completamente, per realizzare gli obiettivi della resistenza palestinese, e per assicurare il fallimento della aggressione (israeliana) ".
Diversi razzi su Israele sono stati sparati dal Libano da quando è entrato in funzione protettiva bordo di due settimane fa. L'esercito libanese ha arrestato alcuni terroristi coinvolti dentro la cassaforte in Galilea, ma anche lamentato di mediazione corpo UNIFIL dopo la IAF Rispondere agli attacchi. Hassan Nasrallah, Supports Hamas, Islamic Jihad in 'Resistance'. Hezbollah leader backs 'Palestinian resistance' against Israel's self-defense operation, encourages 'intifada.': 7/21/2014,  Lebanese terror group Hezbollah is backing the Palestinian "resistance" in Gaza to defeat Israel, the Shiite movement's leader Hassan Nasrallah said on Monday. Nasrallah told Hamas' exiled chief Khaled Meshaal by telephone: "Hezbollah and the Lebanese resistance stand firmly on the side of the Intifada and the Palestinian people's resistance, and support Hamas' strategy and the just conditions it has set to end the conflict," AFP reports.
Hamas officials reportedly set a series of unprecedented demands on Israel to accompany a ten-year truce - before threatening Israelis if the government refused to accept. Nasrallah, meanwhile, expressed his "complete confidence in the resistance's capacity to defend itself and to achieve a new victory in July", a reference to Israel's failure to crush Hezbollah in its July 2006 offensive against Lebanon.
In a separate phone call to Ramadan Abdallah Challah, secretary general of the Gaza's second-biggest terror organization, the Islamic Jihad, Nasrallah said: "The Lebanese resistance is willing to cooperate completely, in order to realize the goals of the Palestinian resistance, and to ensure the failure of the (Israeli) aggression."
Several rockets have been fired into Israel from Lebanon since Operation Protective Edge began two weeks ago. The Lebanese Army arrested several terrorists involved in the salvo on the Galilee, but also complained to mediating body UNIFIL after the IAF responded to the attacks.
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
16 ore fa

tutte le vittime del terrore islamico! http://www.israelnationalnews.com/static/Resizer.ashx/news/468/282/500720.jpg
Shelly Dadon Recognized as Terror Victim. Family to receive benefits after Shelly's death, like all bereaved families, after murder deemed a nationalistic crime. By Shlomo Pitrikovsky, Tova Dvorin: 7/21/2014, Shelly Dadon Courtesy of the Dadon Family. The Ministry of Defense finally recognized murdered 20 year-old Shelly Dadon, hy"d, as a victim of terror Monday, over two weeks after an indictment was filed proving that her murder was due to nationalistic motives. Dadon's family will receive government assistance due to the decision, as all bereaved families do under Israeli law. These include psychological assistance, insurance (Bituach Leumi) benefits, and other monetary compensation. In addition, Dadon will receive official recognition at the annual Memorial Day ceremonies held at the military cemetery on Har Herzl. Police found Dadon's body in an abandoned Migdal Haemek parking lot on May 1.
Dadon had no criminal record; she had been on her way to a job interview but did not make contact with her family for several hours. Family say she tried to make contact, saying she was being strangled; when they found out that she had never shown up for the interview, they contacted police. Her body was found a short time later by patrolmen. Dadon's murder sparked controversy, after police made a series of confusing statements about the murder - saying first that the murder was an act of terror, then retracting it, then repeating those statements on more than one occasion. Family members later accused the Israel Police of covering up the murder in Israeli and international media to avoid backlash. Earlier this month, the Israel Security Agency (ISA or Shin Bet) finally announced the arrest of 34-year-old Hussein Yousef Khalifa, from the Arab village of Iblin in the Galilee, who later confessed to the murder.
Details of the murder indicate a gruesome and premeditated attack on Dadon; the indictment states that Khalifa "showed no mercy" on the 20-year old.
Riconosciuto come Shelly Dadon Terror Victim. Famiglia a ricevere i benefici dopo la morte di Shelly, come tutte le famiglie delle vittime, presunte omicidio dopo un crimine nazionalista. Con Shlomo Pitrikovsky, Tova Dvorin: 2014/07/21, Shelly Dadon Dadon gentile concessione della Famiglia. Il Ministero della Difesa ha finalmente riconosciuto ucciso 20enne Shelly Dadon, HY "d, come una vittima del terrore Lunedi, oltre due settimane dopo un atto d'accusa è stata depositata dimostrando che il suo omicidio era dovuto a motivi nazionalistici. Famiglia Dadon riceveranno assistenza pubblica a causa la decisione, come tutte le famiglie delle vittime facciano sotto la legge israeliana. Questi includono l'assistenza psicologica, l'assicurazione (Bituach Leumi) le prestazioni, e altri compensi monetari. Inoltre, Dadon riceverà un riconoscimento ufficiale alle cerimonie annuali Memorial Day che si terranno al cimitero militare corpo Har Herzl. del Dadon trovò polizia in un parcheggio abbandonato Migdal Haemek il 1 ° maggio.
Dadon non aveva precedenti penali; era stata il suo modo di un colloquio di lavoro, ma non entrare in contatto con la sua famiglia per diverse ore. Famiglia dire che lei ha cercato di mettersi in contatto, dicendo che era stato strangolato; Che quando hanno scoperto che non aveva mai mostrato per l'intervista, hanno contattato la polizia. Il suo corpo è stato trovato poco dopo dai poliziotti. Omicidio di Dadon scatenato polemiche, dopo che la polizia ha fatto una serie di affermazioni confuse circa l'omicidio - prima dicendo che l'omicidio è stato un atto di terrore, poi scomparsa, poi ripetendo Tali affermazioni in più di un'occasione. I membri della famiglia dopo la polizia di Israele accusato di coprire l'omicidio in media israeliani e internazionali per evitare giochi. All'inizio di questo mese, l'Agenzia di Sicurezza di Israele (ISA o Shin Bet), infine, ha annunciato l'arresto di 34-year-old Hussein Yousef Khalifa, dal villaggio arabo di Iblin in Galilea, che in seguito ha confessato l'omicidio.
Dettagli del seguente hanno un omicidio raccapricciante e attacco premeditato Dadon; Che l'accusa afferma Khalifa "non ha mostrato alcuna pietà" a 20 anni.
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
16 ore fa

Report: IDF Destroys Iranian Missiles Meant for Hamas. A weekend report said that Israel destroyed a warehouse in Sudan that contained Iranian missiles, destined for Gaza. By Yaakov Levi. First Publish: 7/21/2014, A report in London-based Arabic language newspaper Al-Arab  Monday said that Israeli planes over the weekend destroyed a warehouse in Sudan that was holding a large number of long-range Iranian missiles. The missiles belonged to Hamas, and were to be used against Israel after they were smuggled into Gaza. According to the report, eyewitnesses said they saw a “huge explosion” after planes flew over the building. Six people were injured in the attack, witnesses said. The resulting blaze required the services of large numbers of firefighters, they added. Sudanese officials confirmed that there was an explosion, but denied any connection to weapons or missiles. The officials did not accuse Israel of the attack, but did say that it was carried out by “foreign forces.” There has been no independent confirmation of the story, which did not appear in any other publication. Israel has not commented on the story. In October of 2012, Sudan claimed that Israeli airstrikes caused an explosion and fire at a military factory south of the capital, Khartoum, killing two people. Israel refused all comment on Sudan's accusation about the factory blast, though a top Israeli defense official said Sudan "serves as a route for the transfer, via Egyptian territory, of Iranian weapons to Hamas and Islamic Jihad terrorists." Iranian warships regularly dock in Port Sudan, in what Khartoum describes as “routine” visits. Khartoum has denied Iranian involvement in weapons manufacturing and has accused Israel of "spreading fabricated information". Relazione: IDF Distrugge iraniano Missili Meant per Hamas. Un rapporto fine settimana ha detto che Israele ha distrutto un magazzino che in Sudan che contenevano i missili iraniani, destinati a Gaza. Con Yaakov Levi. Prima di pubblicazione: 2014/07/21, un rapporto in base a Londra giornale in lingua araba Lunedi Al-Arab ha detto che i piani di Israele durante il fine settimana hanno distrutto un magazzino in Sudan che si è in possesso di un gran numero di missili a lunga gittata iraniani. I missili apparteneva a Hamas, e dovevano essere utilizzati contro Israele dopo essere stati contrabbandati a Gaza. Secondo il rapporto, testimoni oculari detto di aver visto una "grande esplosione" dopo aver sorvolato i piani di costruzione. Sei persone sono rimaste ferite durante l'attacco, hanno detto testimoni. L'incendio risultante richiesto i servizi di un gran numero di vigili del fuoco, hanno aggiunto. DIPENDENTI sudanesi hanno confermato che vi è stato un colpo, ma ha negato qualsiasi connessione con armi o missili. I funzionari non hanno accusano Israele di attacco, ma hanno detto che era quella effettuata da "forze straniere." Non c'è stata alcuna conferma indipendente della storia, que non apparire in qualsiasi altra pubblicazione. Israele non ha commentato la vicenda. Nel mese di ottobre del 2012, attacchi aerei israeliani hanno affermato che il Sudan ha provocato un esplosione e incendio in una fabbrica militare a sud della capitale Khartoum, uccidendo due persone. Israele ha rifiutato tutti i commenti su accusa del Sudan circa l'esplosione della fabbrica, anche se un funzionario della difesa israeliano top disse Sudan "Serve come un percorso per il trasferimento, attraverso il territorio egiziano, di armi iraniane ai terroristi di Hamas e della Jihad islamica." Navi da guerra iraniane attraccano regolarmente a Port Sudan, Khartoum in ciò che si descrive come visite "di routine". Khartoum ha negato il coinvolgimento iraniano nella produzione di armi e ha accusato Israele di "diffusione di informazioni inventate".
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
17 ore fa

OPEN LETTER TO Hamas: that Hamas said: "cease-fire only if WE get free electricity." [Really? lol. ] If your state is not the traitor of a mason shit Herman Van Rompuy, merkel, ecc.., that, buy from Rothschild IMF SPa, your money at interest, for you have become a slave to taxes? OK! So, if your Government is not a traitor, you can not pay more taxes! BUT, THE CURRENT electricity MUST BE PAID, IN all THE WORLD, BY REASON OF ECOLOGY! 1. NOT YOU GET MORE, THE ELECTRICITY, IF YOU DO NOT GET PAID, ALL YOUR DEBTS! 2. IO I will not go AWAY FROM GAZA, until, I have no DEMOLISHED, ALL YOUR TUNNEL TO TEACH YOUR evil prophet esoteric: MOHAMMED criminal pedophile polygamist, AND YOU, to NOT TO LIVE MORE LIKE A RAT!
OPEN LETTER TO Hamas: hey, Nazi Sharia UN Hamas, that is, you have finished the rockets? all of you, have to go into exile in Syria!
 ·
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
17 ore fa

OPEN LETTER TO Hamas: hei, sharia nazi ONU Hamas, che c'è, tu hai finito i razzi?
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
17 ore fa

OPEN LETTER TO Hamas: that, Hamas said: "cessate il fuoco soltanto, se NOI otteniamo energia elettrica gratuita." [ really? lol. ] se, il tuo Stato, non è il traditore di un massone, che, comprare da Rothschild FMI SPa, il tuo denaro ad interessi, per essere diventato tu uno schiavo delle tasse? ok! allora, se, il tuo Governo non è un traditore, tu puoi non pagare più le tasse! MA, LA CORRENTE elettrica, DEVE ESSERE PAGATA, IN TUTTO IL MONDO, PER UN MOTIVO DI ECOLOGIA! 1. TU NON AVRAI PIù, LA CORRENTE ELETTRICA, SE, TU NON AVRAI PAGATO, TUTTI I TUOI DEBITI! 2. IO NON ANDRò PIù VIA DA GAZA, FINCHé, NON AVRò DEMOLITO, TUTTI I TUOI TUNNEL, PER INSEGNARE AL TUO MAOMETTO, E A TE, A NON VIVERE PIù COME UN RATTO!
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
17 ore fa

Hamas: cessate il fuoco soltanto se otteniamo energia elettrica gratuita. Hamas ha detto che se Israele vuole un cessate il fuoco, sta andando a pagare - in energia elettrica gratuita per Gaza.
Di Moshe Cohen: 2014/07/21, i lavoratori IEC fissa interruzioni elettriche. Tra le richieste Hamas ha chiesto che Israele compiere in cambio di un cessate il fuoco è la continua fornitura illimitata di energia elettrica gratuita da parte di Israele ai terroristi-Run Gaza.
La domanda di energia elettrica è stato uno dei "dieci comandi" Hamas ha messo avanti, il gruppo terroristico ha detto. Hamas deve la Israel Electric Company (IEC) centinaia di milioni di shekel, una parte della bolletta elettrica di 1,4 miliardi di shekel che l'Autorità palestinese deve. Né la PA, né Gaza hanno pagato per l'energia elettrica per almeno un decennio. Lunedi ', Hamas top terrorista Ismail Haniyeh ha nuovamente ribadito che il gruppo terroristico avrebbe combattuto "fino all'ultima goccia di sangue" nei suoi tentativi di distruggere Israele. "Continueremo la lotta fino a quando non libereremo la terra, Gerusalemme e la Moschea di Al-Aqsa, e restituire il« rifugiati alle loro case ", ha detto. Con questo, Haniyeh ha detto che se Israele fosse interessato a un cessate il fuoco, necessario per soddisfare le condizioni di Hamas ', che includono una "fine immediata dell'aggressione israeliana contro il popolo palestinese a Gaza a terra, in aria e via mare; "fine a eliminazione mirata dei terroristi di Hamas; la cessazione della politica di distruggere le case dei terroristi; una battuta d'arresto per i cavalcavia della Israel Air Force su Gaza; la riapertura dei valichi, e la riabilitazione del porto di Gaza; la libera circolazione delle merci a Gaza; una fornitura garantita di materiali combustibili ed edilizie; fine alla "punizione collettiva" degli abitanti di Gaza; e la continuità della fornitura di energia elettrica. Israeliani in tutto il paese sono scesi in piazza la scorsa settimana chiedendo che il governo spegnere l'elettricità a Gaza. Mentre un certo numero di personalità politiche ed esperti di sicurezza nei giorni scorsi hanno detto che l'unico modo in cui Israele può porre fine alla minaccia di futuri cicli di rucola guerra da parte di terroristi di Gaza era quello di distruggere Hamas, entrando a Gaza e la pulizia fuori di influenza Hamas, manifestanti in città e le principali snodi detto che tagliare il potere a Gaza era un modo non letale per portare Hamas in ginocchio.
"Gaza non ha pagato per la sua elettricità da molto tempo, e ora deve la Israel NIS 220 milioni di bollette non pagate," ha detto un manifestante. "Se voi o io manca un mese o due di pagamenti, si spengono l'elettricità in casa nostra, ma Hamas scalpelli sua via d'uscita del disegno di legge Gaza senza conseguenze."
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
17 ore fa

Hamas: Cease-Fire Only If We Get Free Electricity. Hamas said that if Israel wants a cease-fire, it's going to have to pay - in free electricity for Gaza.
By Moshe Cohen: 7/21/2014, IEC workers fixing electrical outages. Among the demands Hamas has demanded that Israel fulfill in exchange for a cease-fire is the continued unlimited supply of free electricity by Israel to terrorists-run Gaza.
The electricity demand was one of “ten commands” Hamas has put forth, the terror group said. Hamas owes the Israel Electric Company (IEC) hundreds of millions of shekels, part of the 1.4 billion shekel electricity bill that the Palestinian Authority owes. Neither the PA nor Gaza have paid for electricity for at least a decade. On Monday, Hamas top terrorist Ismail Haniyeh again reiterated that the terror group would fight “until the last drop of blood” in its attempts to destroy Israel. “We will continue the struggle until we liberate the land, Jerusalem, and the Al-Aqsa Mosque, and return the 'refugees' to their homes,” he said. With that, Haniyeh said that if Israel was interested in a cease-fire, it needed to fulfill Hamas' conditions, which include an “immediate end to Israeli aggression against the Palestinian people in Gaza on land, in the air, and by sea;” an end to targeted elimination of Hamas terrorists; a cessation of the policy of destroying terrorists' houses; a halt to the flyovers by the Israel Air Force over Gaza; the reopening of land crossings, and the rehabilitation of the Gaza seaport; the free flow of goods into Gaza; a guaranteed supply of fuel and building materials; an end to “collective punishment” of Gazans; and continued supply of electricity. Israelis around the country took to the streets last week demanding that the government turn off the electricity in Gaza. While a number of political figures and security experts in recent days have said that the only way Israel can end the threat of future rounds of rocket warfare by Gaza terrorists was to destroy Hamas, by entering Gaza and cleaning it out of Hamas influence, protesters in cities and major junctions said that cutting off power to Gaza was a non-lethal way to bring Hamas to its knees.
“Gaza has not paid for its electricity for a long time, and now owes Israel NIS 220 million in unpaid power bills,” said one protestor. "If you or I miss a month or two of payments, they turn off the electricity in our house, but Hamas chisels its way out of the Gaza bill with no consequences.”