black sabbath is religion


Daniel Jeremiah · Top Commenter · University of Katmandu
Can Saudi Arabia go ahead and take out Iran? That would be a good distraction from the Israel / Gaza conflict. Maybe give Israel enough room to breathe so as to get the job done this time.
    Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
    Saudi Arabia Iran? is only one plot: USA 322, to kill Israel!

i10Comandamenti

MI SEMBRA COERENTE CHE, TUTTI I NAZI FASCISTI MERKEL MOGHERINI DICANO COSì, è NELLA LORO NATURA KIEV, CIA, di ESSERE, UN REGIME BILDENBERG massonico, NATO imperialismo truffa, PER IL GENOCIDIO DI UN POPOLO SOVRANO COSTITUZIONALMENTE ORGANIZZATO DEL BOMBASS RUSSOFONO ] Nazionalisti minacciano marcia su Kiev. 'E ritiro dal fronte se ministero Interno non sarà rinnovato'


DEVONO DARMI LO STATO LAICO E DEVONO RIMUOVERE LA SHARIA: ALTRIMENTI QUESTI NAZISTI ONU: SARANNO DISTRUTTI! ] [ Rouhani: We'll Reject Any Restraints on Our Nuclear Program. Iran’s President clarifies he country will reject any restraints on its nuclear operations.

BlackSabbathAndRushYesKlonoaAndGuntzNo
6 ore fa

E 'stata una settimana e YouTube è ancora mi raccomanda video e marcatura ogni video guardo come "guardato". Riesci a risolvere questo problema? BTW, bloccare tutti questi spammer religiosi.
Rispondi
 ·
NoahTheNephilim
3 secondi fa

evolution is religion! black sabbath is religion! go down in hell! BEGONE SATANA IN JESUS'S NAME!

beautiful s steib
17 ore fa

LUKE 11:2,3,4; PSALM 37:4;  PROVERBS 20:8.  AMEN AND AMEN.  ANSWER TO IMAGES SEEN IN YOUR DWELLING SPACES:  REVELATION 20:10.   CASTS OUT UNWELCOMED IMAGES IN YOUR LIFE.  LUKE 11:2,3,4.  AMEN AND AMEN.  OK BEAUTIFUL.  SO POST IT. 
Rispondi
 ·
Anthony Steinrücken
19 ore fa

WTF Ungespielt have 1 mil. Subscraiber
Rispondi
 ·
lorenzoALLAH
1 giorno fa

IDF Official: Hamas Was Dealt a Fatal Blow. Former Southern Command head says that Hamas’s terror tunnels should have been taken care of long before Operation Protective Edge. By Elad Benari and Eliran Aharon 8/17/2014, 6:06 AM. Yom Tov Samia, formerly the head of the IDF’s Southern Command, said on Saturday night that Hamas’s terror tunnels in Gaza should have been taken care of long before Operation Protective Edge. Nevertheless, Samia told Channel 2 News, Hamas was dealt a huge blow by the IDF during the operation. "The Israeli public is not yet fully aware of the damage that Hamas suffered during the operation. Hamas will now agree to arrangements that it has previously not agreed to. The damage to the tunnels was a fatal one," he said. "The Prime Minister’s instructions to the IDF regarding the tunnels were as clear as ever. We took care of every tunnel we were aware of, but it would not be responsible to say that there are no more tunnels," added Samia. He continued, "We should have taken care of the tunnels before the operation. The political leadership should have enabled the IDF to take care of the tunnels and to initiate a preventive campaign against the tunnels - regardless of the rocket attacks and the abduction and murder of the three teenage boys. In any future agreement with Hamas, it should be prohibited from digging tunnels toward Israel, and if such are found - the political leadership should allow the army to take care of them immediately.” Meanwhile, footage has surfaced from an exclusive interview given by Hamas terrorists to Lebanon's Al Mayadeen TV, in which they showcased a terror tunnel. Talks are continuing in Cairo between Israeli and Palestinian diplomatic teams, but an Israeli official said that the chances of a long-term truce are very slim. IDF Ufficiale: Hamas è stata trattata un colpo fatale. L'ex capo Comando Meridionale dice che i tunnel del terrore di Hamas avrebbero dovuto essere curati molto prima operazione di protezione Edge. Con Elad Benari e Eliran Aharon 2014/08/17, 06:06. Yom Tov Samia, ex capo del Comando Sud dell'esercito israeliano, ha detto il Sabato sera che i tunnel del terrore di Hamas a Gaza avrebbero dovuto essere curati molto prima operazione di protezione Edge. Tuttavia, Samia ha dichiarato a Channel 2 News, Hamas è stato inferto un durissimo colpo dall'IDF durante l'operazione. "L'opinione pubblica israeliana non è ancora pienamente consapevole del danno che Hamas ha sofferto durante l'operazione. Hamas ora accettare soluzioni che non abbia in precedenza accettato di. Il danno ai tunnel è stato un anno fatale", ha detto. "Istruzioni del Primo Ministro alla IDF per quanto riguarda i tunnel erano chiare come sempre. Abbiamo preso cura di ogni tunnel eravamo consapevoli, ma non sarebbe responsabile di dire che non ci sono più gallerie", ha aggiunto Samia. Ha continuato, "Abbiamo dovuto prendere cura dei tunnel prima che l'operazione La leadership politica avrebbe consentito l'IDF per prendersi cura dei tunnel e di avviare una campagna di prevenzione contro i tunnel -. Indipendentemente dagli attacchi missilistici e il sequestro e omicidio . dei tre ragazzi adolescenti, in ogni futuro accordo con Hamas, dovrebbe essere vietato scavare tunnel verso Israele, e se tale si trovano - la leadership politica dovrebbe consentire l'esercito a prendersi cura di loro immediatamente "Nel frattempo, filmati è emerso da. un'intervista esclusiva data da terroristi di Hamas alla libanese al Mayadeen TV, in cui sono in mostra una galleria di terrore. colloqui continuano al Cairo tra squadre diplomatici israeliani e palestinesi, ma un funzionario israeliano ha detto che le possibilità di una tregua a lungo termine sono molto scarse .
Rispondi
 ·
Savannah Nasworthy
1 giorno fa

YOUTUBE you can laugh,be inspired,dance till your hearts desire <3
Rispondi
 ·
yitzhak kaduri
1 giorno fa

Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Mike El Kebir SEI BRAVO AD INSULTARE! MA, DOVE SONO I TUOI ARGOMENTI?
Rispondi · Mi piace · circa un'ora fa lui è andato! zzzzzZZZZ..
Max Mc Costa · Cervellone presso Libero professionista
In effetti non ha tutti i torti! Sei quasi incomprensibile e molto di quel poco che ho capito è Off Topic
Rispondi · Mi piace · 6 minuti fa
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Max Mc Costa c'è del vero, in quello che, tu hai detto, il crimine di satanismo, del regime massonico, alto tradimento, non è sooltanto una truffa dello Stato, ma è anche, un potere assoluto e soprannaturale: i controllo sulle anime! tu sai che con la fondazione della Banca di Inghilterra, pa Rothschild, 1600 d.C., noi abbiamo perso la sovranità monetaria, che massoni hanno regalato ai rothschild, e noi siamo diventati degli schiavi? ok! per avere nuove categorie di pensiero e nuovi concetti culturali, tu devi seguire i video di giacinto auriti: un grande scienziato e santo cattolico, che la Chiesa non potrà mai canonizzare!
Rispondi
 ·
yitzhak kaduri
1 giorno fa

'I Dug Terror Tunnels in Gaza and Had No Idea'. Remarkable letter smuggled out of Gaza relates how Hamas manipulates Palestinian civilians to dig terror tunnels to Israel. By Orli Harari, Ari Yashar. First Publish: 8/16/2014, Diggers in Hamas Gaza tunnel. A gripping letter reportedly smuggled out of the Hamas terror enclave of Gaza reveals the nightmarish existence suffered by residents forced to dig terror tunnels for Hamas. Fox News exposed the letter, which was hand-written in Arabic by a 30-year-old resident of Gaza City, and smuggled out to Itzik Azar, an Israeli living in the coastal region who was a friend of the writer's deceased father. After his father was murdered by Hamas terrorists who seized his metalwork shop to produce domestic rockets, such as the M-75, the writer was forced into desperate financial straits, and seized a cryptic job offer. He reports being picked up in a windowless truck with five others, which brought them to a building, from which they dug tunnels in intense shifts lasting ten days. The writer reports arriving in the building the first time and being told to enter an hole in the ground. "We walked for a few hundred meters, and when we got to the end, two Hamas members were waiting for us. They gave us working tools and explained to us what to do in order to make the tunnel longer," reports the writer. The letter describes the grueling labor in unventilated shafts as Hamas terrorists shouted and occasionally assaulted the workers. Afterwards, they were transported home and given a paltry wage, not knowing "where we’d been, or what tunnel we dug." As Hamas launched its terror war on Israel last month, using the tunnels to lethal effect on IDF soldiers in Operation Protective Edge and in several failed attempts to murder Israeli civilians, the writer "heard about the tunnels that Hamas dug and I understood that I helped them." "We pray that the world will help to free us from the fearful and cruel Hamas rule in the Gaza Strip. I pray for death to all Hamas members and that we will get freedom and a chance to live a normal life for our children in Gaza. Inshalla (G-d willing)," concluded the letter. A Hamas spokesperson recently told Al Jazeera that since Operation Pillar of Defense ended in 2012, "hundreds of our men were martyred digging the tunnels during the previous lull period. ...The mujahideen of the Al-Qassam Brigades were getting ready in the tunnels." Many of those who survived digging the terror tunnels did not meet a better end than their fallen compatriots; according to reports, in recent weeks Hamas has executed dozens of the diggers to make absolutely certain they would not reveal information about the locations they were digging in.
Of the hundreds who died in the digging, "at least 160 children have been killed in the tunnels" reported the Journal of Palestine Studies in 2012, indicating how forced child labor was also committed by Hamas in its terror scheme.
The Hamas terrorists apparently were planning to use the massive web of tunnels into Israel to conduct a massacre on Israeli communities near Gaza on Rosh Hashana, the Jewish New Year.
Over 30 tunnels have been destroyed by the IDF in the course of the current operation, although that number is limited to the tunnels found until now, and may mean the threat posed by the tunnels has not been fully obliterated.
 ·
Rispondi
 ·
phantom115cw
1 giorno fa

why is my video block wouldwide
Rispondi
 ·
jhwhpantocrator
2 giorni fa

 Re: Hamas lies systematically, instructing civilians...‏ Francisco Eliseo (Social network) If Hamas wants to go to war with Israel. Why they don't choose a desert area where there is no civilian? I been in Kuwait, Iraq and Afghanistan. I know exactly their tactics or methods to fight a war. They hide behind woman and children. By the way ISIS is killing everything on their way. kids, woman's. And those people are muslims too! whats going on with that? where are those moderate Imans speaking out loud for those people? My sujestion lets give all the necessary meanings to Israel to protect...  deve essere condannata la sharia in tutto il mondo! COME ONU USA UE, E LE NAZIONI POSSONO TACERE DI FRONTE A QUESTO RAZZISMO NAZISMO, CONTRO GLI SCHIAVI DHIMMI, CHE SI FONDA SU GENOCIDI CONTINUI DI 1400 ANNI? ]Re: Hamas lies systematically, instructing civilians...‏ Francisco Eliseo (Social network) If Hamas wants to go to war with Israel. Why they don't choose a desert area where there is no civilian? I been in Kuwait, Iraq and Afghanistan. I know exactly their tactics or methods to fight a war. They hide behind woman and children. By the way ISIS is killing everything on their way. kids, woman's. And those people are muslims too! whats going on with that? where are those moderate Imans speaking out loud for those people? My sujestion lets give all the necessary meanings to Israel to protect...
Re: Hamas sta sistematicamente, istruendo i civili ... Francisco Eliseo (rete sociale) Se Hamas vuole andare in guerra con Israele. Perché non scegliere una zona desertica dove non c'è civile? Sono stato in Kuwait, Iraq e Afghanistan. So esattamente le loro tattiche o metodi per combattere una guerra. Si nascondono dietro la donna e bambini. A proposito ISIS sta uccidendo tutto sul loro cammino. bambini, donna. E queste persone sono musulmani troppo! cosa sta succedendo con questo? Dove sono quelli Imans moderati parlando ad alta voce per quelle persone? Il mio sujestion lascia dare tutti i significati necessari a Israele per proteggere ...
Rispondi
 ·
jhwhpantocrator
2 giorni fa

Re: Hamas lies systematically, instructing civilians...‏ Francisco Eliseo (Social network) If Hamas wants to go to war with Israel. Why they don't choose a desert area where there is no civilian? I been in Kuwait, Iraq and Afghanistan. I know exactly their tactics or methods to fight a war. They hide behind woman and children. By the way ISIS is killing everything on their way. kids, woman's. And those people are muslims too! whats going on with that? where are those moderate Imans speaking out loud for those people? My sujestion lets give all the necessary meanings to Israel to protect...
Rispondi
 ·
jhwhpantocrator
2 giorni fa

poiché, è stato dimostato che, Kiev mente, in modo spudorato, voi non date più queste notizie spaventose, che, possono turbare i mercati azionari! ] PERCHé LA MERKEL TROIKA, LEI SA CHE SI RADE AL SUOLO, LA GERMANIA PER LA TERZA VOLTA IN UN SECOLO! [ Washington non è in grado di confermare le affermazioni delle autorità ucraine relative allo sconfinamento di un convoglio militare russo nel territorio dell'Ucraina. Lo ha sostenuto il rappresentante del Consiglio Nazionale di Sicurezza della Casa Bianca Caitlin Hayden.
Nella giornata di ieri il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko aveva dichiarato che parte dei mezzi militari che avrebbero attraversato il confine ucraino la sera prima sarebbe stata distrutta. A sua volta il ministero della Difesa russo aveva smentito categoricamente che una colonna militare russa aveva attraversato il confine.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_16/La-Casa-Bianca-non-conferma-lo-sconfinamento-di-blindati-russi-in-Ucraina-3728/
La Casa Bianca non conferma lo sconfinamento di blindati russi in Ucraina
Washington non è in grado di confermare le affermazioni delle autorità ucraine relative allo sconfinamento di un convoglio militare russo nel territorio dell'Ucraina. Lo ha sostenuto il rappresentante del Consiglio Nazionale di Sicurezza della Casa Bianca Caitlin Hayden.
Nella giornata di ieri il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko aveva dichiarato che parte dei mezzi militari che avrebbero attraversato il confine ucraino la sera prima sarebbe stata distrutta.
A sua volta il ministero della Difesa russo aveva smentito categoricamente che una colonna militare russa aveva attraversato il confine.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_16/La-Casa-Bianca-non-conferma-lo-sconfinamento-di-blindati-russi-in-Ucraina-3728/
Rispondi
 ·
lorenzojhwh DominusUniusREI
2 giorni fa

Catherine Ashtonv ha portato la guerra civile in Ucraina.. ascoltare il suo consiglio significa rovinarsi! 'UE è pronta "a svolgere un ruolo forte" nella gestione degli incroci, assicurando al contempo che la sicurezza di Israele è garantita, ha detto il capo della politica estera del blocco 28-nazione, Catherine Ashton.
Rispondi
 ·
HellxDesPairTruction
2 giorni fa

Kiev è assoluto cinismo! tutte le sue armi sono russe! ] 15 AGO - Colpi di artiglieria dell'esercito ucraino hanno "distrutto" in gran parte una colonna di automezzi blindati per il trasporto delle truppe che secondo Kiev era entrata nell'est Ucraina ieri sera. Così il presidente ucraino, Petro Poroshenko. Mosca smentisce invece lo sconfinamento "i tentativi (ucraini) di far deragliare attraverso l'intensificazione brutale delle operazioni militari" il convoglio di aiuti umanitari russi destinati alle popolazioni dell'Ucraina orientale.

[  li ammazzeranno tutti! ] ABDuAllah Saudi Arabia tu cosa stai facendo? ] [ Nigeria: rapiti 100 ragazzi dai militanti "Boko Haram"
I militanti del gruppo islamico "Boko Haram" hanno rapito 100 ragazzi e alcuni uomini in un villaggio nel nord-est della Nigeria. Sono stati messi in camion e portati verso una destinazione sconosciuta.
Nel mese di aprile, uomini armati avevano rapito più di 200 studentesse nigeriane. Alcune ragazze erano riuscite a fuggire, ma è ancora sconosciuto il luogo dove sono tenute segregate le altre prigionere. Sono 2053 le vittime del gruppo "Boko Haram" in questi primi sei mesi dell’anno. Per combattere i terroristi si è formato un gruppo speciale di rappresentanti delle Forze armate della Nigeria, Niger, Ciad e Camerun. Anche i militare degli Stati Uniti partecipano alla ricerca delle persone rapite.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/Nigeria-rapiti-100-ragazzi-dai-militanti-Boko-Haram-0386/
Rispondi
 ·
lorenzojhwh UniusREI
2 giorni fa

Islamic Jihad: Truce Deal With Israel Next Monday. Terror group says an agreement will be signed at the end of the current ceasefire, confirms Israeli concessions. By Ari Yashar. First Publish: 8/15/2014, Islamic Jihad terrorist. An Islamic Jihad spokesperson on Friday claimed that a truce deal with Israel will be signed as soon the current five-day ceasefire ends next Monday at midnight. "We expect a complete truce agreement to be signed right as the five-day ceasefire ends. The delegation has made much progress in ending the siege and the offensive on Palestinians," Yousef al-Hasayneh told the Palestinian Arab Ma'an News Agency. Al-Hasayneh said that the current ceasefire extension was agreed to on Wednesday night to give the Egyptian intermediaries time to remove "technical issues" blocking a final agreement. The Islamic Jihad terrorist confirmed numerous reports that the proposed truce deal would ease the blockade on Gaza, expand the naval fishing zone, and allow construction materials into the Hamas terror enclave. He also confirmed that discussion on the issue of a sea and airport in Gaza would be postponed for a month after the agreement. While US President Barack Obama's government has reportedly been pressuring Israel to agree to a truce deal, al-Hasayneh said "we, as the Islamic Jihad, are not interested in American sponsorship because we do not trust the United States, the partner of Israel, who supplies them with arms and money." In fact, Obama's administration recently blocked a missile shipment to Israel according to a Wall Street Journal report on Wednesday night, and ordered greater scrutiny on future weapons transfers. According to the Islamic Jihad spokeperson's appraisal of an imminent truce deal, apparently the pressure has worked. Prime Minister Binyamin Netanyahu reportedly met with ministers on Tuesday for "softening talks" to gain support for Israeli concessions. Al-Hasayneh concluded by emphasizing his terrorist group would "respond to any Israeli attack." The statements come after Islamic Jihad second-in-command Ziad Nahala said Friday the war with Israel is "behind us," adding "we have no choice but to reach a truce agreement." "The great destruction caused by the war obligates us to leave this (war) status," said Nahala. The night before, he claimed that Egypt talked Israel out of its security demands to disarm Gaza, end the smuggling into the Hamas enclave and the local weapons production, as well as have the terror tunnels disclosed. However, another senior Islamic Jihad terrorist, Halad al-Batash, said Thursday night that his organization may embark on a long-term ceasefire even if a long-term truce deal is not reached with Israel. The statement roughly mirrors that of Economics Minister Naftali Bennett (Jewish Home), who on Friday pushed for a unilateral end of the Gaza operation without an agreement with Hamas, accompanied by several Israeli concessions and an essential return to the status quo.
 ·
Rispondi
 ·
lorenzojhwh UniusREI
2 giorni fa

CurrenciesShabbat Times
See more...Defense/Security, 5:02 PM
Prominent Israeli Rabbi Moshe Levinger Injured in Rock Attack
Leading religious-Zionist rabbi and Land of Israel activist 'miraculously' escapes more serious wounds after his car was ambushed.
See more...Middle East, 4:14 PM
Hamas Admits Harassing, Deporting Journalists Who Filmed Rockets
In revealing TV interview, Hamas foreign relations chief outlines how the Islamist terror group made sure foreign journalists toed the line.
See more...Inside Israel, 3:39 PM
Far-Left Groups Shocked by Public Backlash
Leftist NGOs, journalists, may have gone too far in attacking IDF's operation to defend civilians from Gaza rocket attacks.
See more...Global Agenda, 2:51 PM
'Righteous Gentile' Gives Israel Back Award Over Gaza
Yad V'Shem award returned after honoree's family allegedly killed in Gaza; return letter blames Israel for 'war crimes.'
See more...Inside Israel
Interview: Fifty Years Since the Death of Heroic Spy Eli Cohen
Nadia Cohen, widow of legendary Israeli spy, speaks to Arutz Sheva on grief - and on the state's failures to locate her husband's body.
 ·
Rispondi
 ·
lorenzojhwh UniusREI
2 giorni fa

queste sono le notizie vere, non quelle che vi da ANSA! ] I SOLDATI UCRAINI, è VERO CI SONO I FASCISTI FAANATICI, MA, IN GENERE, HANNO ENORMI DIFFICOLTà, AD UCCIDERE I LORO FRATELLI NEL DOMBASS RUSSOFONO, ECCO PERCHé, CI SONO MOLTI SOLDATI POLACCHI, ECC.. CIA, MERCENARI, A FARE IL LAVORO SPORCO! E SOPRATTUTTO, RIMANE LA REPRESSIONE NAZISTA MERKEL MOGHERINI BILDENBEG, CONTRO, UN POPOLO SOVRANO, COSTITUZIONALMENTE ORGANIZZATO, E CHE MAI UN ESERCITO PUò, REPRIMERE IL SUO POPOLO, MA, PER ONU SHARIA JIHAD ESISTONO SOLTANTO I SUOI TERRORISTI DI HAMAS, DA PROTEGGERE! ] Inviata richiesta di aiuto nella ricerca del giornalista Stenin. Il Rappresentante per i diritti umani in Ucraina Valeriya Lutkovskaya ha inviato richieste alle autorità competenti del paese per ottenere l’aiuto nelle indagini sulla scomparsa del fotoreporter di "Russia Today" Andrej Stenin, ha dichiarato il Difensore Civico Ella Pamfilova. In precedenza, si era rivolta al suo collega ucraino per essere aiutata a localizzare Stenin e facilitare il suo ritorno in Russia. Il Rappresentante Lutkovskaya ha detto che è pronto un appello al Ministero degli Interni dell'Ucraina e al Servizio di sicurezza per un aiuto nelle indagini.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/Inviata-richiesta-di-aiuto-nella-ricerca-del-giornalista-Stenin-6629/
Stenin: l'Ambasciata russa si rivolge al Ministero degli Esteri ucraino. L'Ambasciata russa a Kiev ha inviato al Ministero degli Esteri ucraino una seconda nota sulla scomparsa del fotoreporter di "Russia Today" Andrej Stenin. In essa, si chiede di commentare le parole del consulente del Ministero dell'Interno Anton Gerashchenko sul possibile arresto del giornalista da parte dei servizi di sicurezza ucraini con l'accusa di "favoreggiamento dei terroristi". Le autorità di Kiev non hanno finora risposto alla prima nota inviata lunedì al Ministero degli Esteri. Stenin, che ha lavorato nella parte orientale dell'Ucraina, non è più in contatto dal 5 agosto. Secondo alcuni rapporti, potrebbe essere trattenuto dalle forze di sicurezza ucraine, ma Kiev non lo conferma.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/Stenin-lAmbasciata-russa-si-rivolge-al-Ministero-degli-Esteri-ucraino-9975/
Matteo Salvini (Lega Nord): via le sanzioni contro la Russia, distruggono la nostra economia. Secondo Matteo Salvini, per piacere al presidente degli Stati Uniti Barack Obama e al cancelliere tedesco Angela Merkel, il premier italiano Matteo Renzi "sta distruggendo l'economia" del Paese.
Il leader della Lega Nord Matteo Salvini esorta Bruxelles a revocare immediatamente le sanzioni contro la Russia. Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook. "Solo degli stupidi a Bruxelles e Roma hanno potuto introdurre sanzioni economiche contro la Russia," - scrive Salvini, aggiungendo che per questa situazione in Italia ritornano prodotti agricoli per "più di 1 miliardo di euro."
"Chi ripagherà i nostri produttori? Renzi? La Merkel?", - si chiede il segretario nazionale della Lega Nord.
Secondo lui, per compiacere il presidente USA Barack Obama e il cancelliere tedesco Angela Merkel, il primo ministro italiano Matteo Renzi "sta distruggendo l'economia" del Paese.
"E' necessario revocare immediatamente le sanzioni contro la Russia," - chiede Salvini.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/Matteo-Salvini-Lega-Nord-via-le-sanzioni-contro-la-Russia-distruggono-la-nostra-economia-5472
Putin: Russia e Finlandia seriamente preoccupate per la situazione ucraina. Russia e Finlandia sono seriamente preoccupate per le operazioni militari su vasta scala in Ucraina e lo scoppio della catastrofe umanitaria, ha dichiarato Putin dopo i colloqui a Sochi con il Presidente della Finlandia Sauli Niinistö. Il Presidente russo ha osservato che il tema delle sanzioni è direttamente, come dichiarato dalla UE, o indirettamente, come nel caso delle risposte della Russia, in relazione alla situazione in Ucraina. Le parti hanno discusso lo sviluppo diell'acuta crisi politica nel paese. http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/Putin-Russia-e-Finlandia-seriamente-preoccupate-per-la-situazione-ucraina-9889/
In Russia si trovano quasi 52 mila rifugiati ucraini. Sono 52mila i rifugiati provenienti dall’Ucraina, che si trovano nei centri di accoglienza temporanei sul territorio della Russia. Attualmente sono distribuiti in 753 centri di accoglienza nelle varie regioni. I rifugiati vengono trasportati con tutti i mezzi di trasporto, compreso il trasporto aereo.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/In-Russia-si-trovano-quasi-52-mila-rifugiati-ucraini-1344/ L'Ungheria chiede una revisione delle sanzioni UE contro la Russia. Il Primo Ministro ungherese Viktor Orbán si è detto favorevole ad un cambiamento delle sanzioni UE contro la Russia, che, a suo parere, causano più danni ai Paesi dell’Unione Europea che alla Russia.
In un'intervista a Radio Kossuth ha sottolineato che Bruxelles dovrebbe non solo risarcire i produttori, ma anche cambiare radicalmente la natura delle sanzioni attuali. Secondo lui, l'Unione Europea attuando adesso le sanzioni contro la Russia, "si è data da sola la zappa sui piedi". In precedenza, contro le sanzioni antirusse, si erano espressi anche il Presidente ceco Miloš Zeman e del Primo Ministro slovacco Robert Fico.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/LUngheria-chiede-una-revisione-delle-sanzioni-UE-contro-la-Russia-5071/
L’embargo russo in risposta alle sanzioni preoccupa la Finlandia. La Finlandia è preoccupata che l'introduzione delle misure russe in risposta alle sanzioni da parte dei paesi occidentali potrebbe avere un impatto negativo sulle forniture energetiche russe per il paese.
Lo ha detto il Direttore del CEO, il Centro finlandese per le riserve strategiche Ilkka Kananen. Attualmente, circa il 70% dell'energia consumata dalla Finlandia proviene dalle forniture della Russia. Praticamente tutte le importazioni finlandesi di carbone, di petrolio greggio e di gas naturale provengono dalla Russia.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_15/L-embargo-russo-in-risposta-alle-sanzioni-preoccupa-la-Finlandia-7063/

Rispondi
 ·
lorenzojhwh UniusREI
2 giorni fa

14 agosto 2014, 13:58. Troika e decadenza: rispunta il collaborazionismo e la voglia di farsi invadere. Che il patriottismo non sia una qualità radicata nel popolo italiano è cosa nota da tempo. La storia parla chiaro: l’italiano medio riscopre l’orgoglio nazionale solo in occasione dei mondiali di calcio, quando si affretta a comprare la bandiera tricolore da esporre sul balcone per non sfigurare col vicino.
Resta sempre attuale la chiosa di Winston Churchill, il quale affermò: Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio. Il dramma è che da questo difetto non è immune neanche l’intelligenzia salottiera nostrana: in particolare quella rappresentata dai numerosi radical chic, o pseudo tali, che bivaccano nei più affermati quotidiani progressisti della Penisola e che al soldo dei propri padrini politici non perdono occasione per gettare fango sull’Italia. Così in questi giorni assistiamo al ritorno di una strana e odiosa forma di “collaborazionismo” verso altri Stati, ai quali si chiede di invadere l’Italia. Per carità, non si invoca l’arrivo fisico di truppe straniere nel Paese, come avvenne nei moti del 1848 con gli Asburgo o durante la Seconda Guerra mondiale. Si tratta di una presa di posizione molto più subdola, nella quale si invoca il commissariamento del Governo italiano da parte della Troika europea, la stessa che è riuscita a mettere in ginocchio con le sue ricette miracolose Paesi come Grecia e Cipro, finiti loro malgrado sotto il “protettorato” di questi improvvisati salvatori stranieri. A perorare l’intervento della Troika è il quotidiano La Repubblica con un editoriale del suo fondatore Eugenio Scalfari, desideroso di rottamare il presidente del Consiglio Renzi. Dirò un’amara verità– dice il noto opinionista – che però corrisponde a mio parere ad una realtà che è sotto gli occhi di tutti: forse l’Italia dovrebbe sottoporsi al controllo della Troika internazionale formata dalla Commissione di Bruxelles, dalla Bce e dal Fondo monetario internazionale. Capisco– continua Scalfari, che sente di doversi giustificare sapendo di averla sparata grossa – che dal punto di vista del prestigio politico sottoporsi al controllo diretto della Troika sarebbe uno scacco di rilevanti proporzioni, ma a volte la necessità impone di trascurare la vanagloria e questo è per l’appunto uno di quei casi. Sulla stessa lunghezza d’onda troviamo Alberto Quadrio Curzio, docente emerito della Cattolica di Milano che dalle colonne de Il Mattino di Napoli ha affermato: Avremmo anche noi dovuto utilizzare lo scudo europeo e accettare la Troika. E di qui a breve, c’è da starne certi, seguiranno altri vassalli a perorare l’invasione “leggera” dell’Italia. Ahimé, nessuno di loro si è preoccupato di quell’invasione già avvenuta nel tessuto produttivo italiano da parte di aziende estere, anzi l’hanno spesso definita salvifica, assistendo inermi alla cessione pezzo dopo pezzo di parte dell’eccellenza del “prodotto italiano”. Tale scempio si è compiuto anche grazie alle deregolamentazione effettuata proprio dalla Troika. È recente la notizia comunicata dalla Cgia di Mestre circa l’aumento vertiginoso di imprese nostrane a guida straniera: tra il 2012 e il 2013 sono aumentate del 3,1%, toccando il valore assoluto di 708.317. Quelle condotte da cinesi hanno addirittura registrato un boom, essendo cresciute del 6,1%, superando la soglia delle 66.000 unità. Niente a che vedere con lo sconfortante risultato conseguito dalle imprese italiane che, purtroppo, sono diminuite dell’1,6%. Si pensi che rispetto al 2008, le attività economiche cinesi presenti in Italia sono aumentate addirittura del 42,9%. Un dato che dovrebbe allarmare i giornali italiani, ma nessuno se ne occupa: si ulula alla luna per le percentuali di disoccupati in continua crescita, mentre in silenzio si sta permettendo un’inesorabile colonizzazione del motore produttivo del Paese. Così come in pochi hanno denunciato che la Cassa depositi e prestiti Spa ha ceduto per 2 miliardi di euro ai cinesi di SGID (State Grid Corporation of China) il 35% del capitale sociale di CDP RETI Spa, con al suo interno Terna e Snam Rete Gas. Solo il Fatto Quotidiano, in controtendenza, ha avuto il coraggio di affermare che Ambrose Evans Pritchard, columnist del Telegraph, scrive come l’eurozona si stia rilevando per l’Italia una lenta tortura. Un messaggio che dovrebbe far riflette e anche molto, prima che qualche pennivendolo inviti a “farsi invadere” pacificamente da potenze estere. http://italian.ruvr.ru/2014_08_14/Troika-e-decadenza-rispunta-il-collaborazionismo-e-la-voglia-di-farsi-invadere-1622/

Rispondi
 ·
lorenzojhwh UniusREI
2 giorni fa

ma, se questa invasione PRESUNTA, è la solita calunnia di Kiev, poi, questa volta Kiev, deve essere fermato! questi nazi fascisti Merkel MoGherini BILDENBERG TROIKA, ci stanno spingendo pericolosamente, in una guerra mondiale!
Ucraina: allarme Kiev, incursione di una colonna militare russa
Londra: "Se vero conseguenze potranno essere molto serie"
Rispondi
 ·
lorenzojhwh UniusREI
2 giorni fa

sharia Boko Haram, è la stessa sharia ONU Lega ARABa, ma, nessuno denuncia questo crimine di razzismo e sterminio MAIDUGURI (NIGERIA), 15 AGO - I terroristi della setta islamica nigeriana Boko Haram hanno rapito "decine di persone" fra le comunità di pescatori nel nord-est della Nigeria, caricando parte degli ostaggi su barche che hanno attraversato il Lago Ciad: lo affermano dei testimoni. Domenica scorsa molte persone erano state assassinate in un raid di Boko Haram nella regione di Kukawa, nello Stato nigeriano di Borno, una delle roccaforti dei sanguinari terroristi islamici.
Rispondi
 ·
king Israel Unius REI
2 giorni fa

COME JHWH è RE IN CIELO, COSì UNIUS REI è RE IN TERRA! UNIUS REI IN CIELO è IL SOVRINTENDENTE DI TUTTI GLI AMMINISTRATORI DIVINI, LA PIù ALTA AUTORITà DOPO DIO JHWH.. MA, IN TERRA UNIUS REI è IL GOVERNATORE! NEL CONSIGLIO SUPREMO DI JHWH, è IL PIù INTRANSIGENTE, PERCHé, IL SUO ESSERE UOMO PREDOMINA SEMPRE, SULLA DIMENIONE DI QUELLI, CHE, SONO TOTALMENTE DIVINI, ECCO PERCHé, SATANISTI HANNO PAURA DI ME: GUAI A CHI HA FATTO DEL MALE A PERSONE INNOCENTI, MEGLIO SAREBBE STATO PER LORO, CHE, NON FOSSERO MAI NATI!! La costruzione del tempio davanti al Signore viene.
da Avraham Gileadi Ph.D. Costruire il tempio da cui Geova regnerà è uno degli eventi finali che iniziano con la missione di restauro del servo di Dio. Naturalmente, quando verrà il Signore non risiederà nel giorno tempio e notte, ma vi figurano di volta in volta a dirigere gli affari del suo regno sulla terra: "Così dice il Signore: 'I cieli sono il mio trono e la terra è sgabello dei miei piedi . Che casa vuoi costruire me? Ciò che mi sarebbe servito come un luogo di riposo? Queste sono tutte cose che la mia mano ha fatto, e quindi tutto è entrato in essere ', dice Geova. 'Eppure non ho riguardo per coloro che sono di uno spirito umile e contrito e che sono vigili per la mia parola' "(Isaia 66: 1-2).
Con tali anime, Dio risiede: "Io dimoro in alto nel luogo santo e con colui che è umile e umile di spirito" (Isaia 57:15). Servo di Dio, tuttavia, che incarna i tipi di Mosè, Ciro, e altri, costruisce il tempio terreno: "... chi compie la parola del suo servo, raggiunge gli scopi dei suoi messaggeri, il quale dice di Gerusalemme: 'Sarà ripopolata, 'e delle città di Giuda,' Essi devono essere ricostruiti, le loro rovine io ripristino, 'che dice alla profonda,' Diventa asciutto; Sto asciugando le tue correnti, "che dice di Ciro, 'Egli è il mio pastore; egli farà tutto io 'che dirà di Gerusalemme, che deve essere ricostruita, le fondamenta del tempio Relaid "(Isaia 44: 26-28)..
Building the Temple before Jehovah Comes.
by Avraham Gileadi Ph.D.
Building the temple from which Jehovah will reign is one of the End-Time events that commence with the restorative mission of God’s servant. Of course, when he comes Jehovah will not reside in the temple day and night but appear there from time to time to direct the affairs of his kingdom on earth: “Thus says Jehovah: ‘The heavens are my throne and the earth is my footstool. What house would you build me? What would serve me as a place of rest? These are all things my hand has made, and thus all came into being,’ says Jehovah. ‘And yet I have regard for those who are of a humble and contrite spirit and who are vigilant for my word’” (Isaiah 66:1–2).
With such souls, God resides: “I dwell on high in the holy place and with him who is humble and lowly in spirit” (Isaiah 57:15). God’s servant, however—who embodies the types of Moses, Cyrus, and others—builds the earthly temple: “... who fulfills the word of his servant, achieves the aims of his messengers, who says of Jerusalem, ‘It shall be reinhabited,’ and of the cities of Judah, ‘They shall be rebuilt, their ruins I will restore,’ who says to the deep, ‘Become dry; I am drying up your currents,’ who says of Cyrus, ‘He is my shepherd; he will do whatever I will.’ He will say of Jerusalem that it must be rebuilt, its temple foundations relaid” (Isaiah 44:26–28).
Rispondi
 ·
Leo Groeneveld
4 giorni fa

Man, I hope everyone at YouTube dies of ebola.
Rispondi
 ·
UniusReiOrWarW666IMF
4 giorni fa

la LEGA ARABA ONU OIC, è diventato un incubo: 1000 volte peggio del nazismo! Tutti gli islamici pensano di riconquistare il mondo, e dicono: "la Sicilia è stata nostra per 8secoli", come a dire, stiamo per tornare! Ecco perché Erdogan ha detto che, deve conquistare i Balcani, Egitto, Israele, ecc.. se, non c'erano gli ebrei con i loro valori democratici, satanisti farisei  e bildenberg, con i loro islamici, avrebbero già soffocato tutto il genere umano! ] ANKARA, 13 AGO - Nuova campagna contro il 'machismo' dei politici islamici in Turchia. Decine di donne, ma anche di uomini, hanno aderito a'@geliyorterlik'('@arrivalaciabatta'), pubblicando le foto delle loro scarpe pronte per essere lanciate. Il movimento si ispira al gesto della deputata femminista Aylin Nazhaka, aggredita verbalmente dai colleghi del partito Akp mentre presentava una iniziativa per le donne vittime di violenze, che ha fatto il gesto di prendere una scarpa per lanciarla contro di loro.
Rispondi
 ·
UniusReiOrWarW666IMF
4 giorni fa

14mila firme per la Petizione sull'indipendenza di Lugansk e Donetsk dall'Ucraina. La petizione elettronica che la richiesta alle Nazioni Unite di riconoscere l'indipendenza delle Repubbliche Popolari di Lugansk e Donetsk ha raggiunto quasi le 14.000 firme. L'iniziativa è stata promossa alla fine di giugno dal cittadino russofono della Germania Vladimir e pubblicata sul portale di petizioni pubbliche elettroniche Avaaz.org. Nella nota esplicativa del documento, si afferma che "è necessario cercare di aiutare le persone con il proprio voto per l'indipendenza, piuttosto che rimanere seduti sul divano davanti la tv." Per essere analizzata dalle Nazioni Unite, la petizione deve raccogliere 20mila adesioni. Oggi hanno già firmato il documento circa 13.700 persone.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_13/14mila-firme-per-la-Petizione-sullindipendenza-di-Lugansk-e-Donetsk-dallUcraina-4219/

Rispondi
 ·
Nessuno Unius REI
4 giorni fa

ORMAI, IL CERCHIO NAZISTA DEI FARISEI BILDENBERG, SALAFITI, ANGLO-AMERICANI, SI STRINGE, CONTRO ISRAELE, CHE, è IL NUOVO OLOCAUSTO, DELLA TERZA GUERRA MONDIALE! TANTO è GRANDE, IL LORO ODIO PER LA CIVILTà EBRAICO CRISTIANA, CHE, EVOLUZIONISTI CULATTONI, PER INNALZARE, IL REGNO SATANA, SI FANNO IL SUPPORTO DELLA SHARIA, GENOCIDIO A TUTTI DI ONU OIC. Guarda: israeliani Infiltrarsi 'Regno Unito Città dichiarata' israelo-Free "Bandiere, Starbucks e Bamba:. Attivisti rilasciano il video di protesta creativa radicale anti-Israele MP città:. 2014/08/13, 11:38 attivisti pro-Israele ha pubblicato un video della loro recente "infiltrazione" di una città nel nord dell'Inghilterra ha dichiarato "israelo-libero" di radicali di sinistra parlamentare britannico George Galloway. scozzese Galloway ha dichiarato che la città di Bradford, nel nord dell'Inghilterra non avrebbe accettato la presenza di israeliani in un discorso partito appassionata la scorsa settimana, con orgoglio affermando che egli sceglie di vivere in una "zona franca-israeliana." "non vogliamo nessun merci israeliane. Non vogliamo che i servizi israeliani. Non vogliamo nessun accademici israeliani, arrivando a l'università o il college. Non abbiamo nemmeno vogliamo eventuali turisti israeliani a venire a Bradford se qualcuno di loro aveva pensato di farlo ", ha detto." Noi rifiutiamo questo illegale, barbara, stato selvaggio che si chiama Israele. E tu devi fare lo stesso "Le osservazioni hanno innescato un'indagine di polizia in MP, che ha una lunga storia di anti-Israele bigottismo e dirige il British gruppo pro-Hamas Viva Palestina . Che nel novembre 2013 ha avuto il suo stato revocato a causa di beneficenza per irregolarità finanziarie Gli attivisti ebrei -. compresi i cittadini e guidati da origine israeliana Rabbi Shneur Odze sia britannici e israeliani - visitato Bradford e sventolato bandiere israeliane, distribuito snack israeliani-made ​​e ha fatto un punto di essere servito in un locale Starbucks dopo aver mostrato . loro passaporti israeliani Contrariamente alla dichiarazione della loro città estremista MP, non c'era alcuna politica di discriminare contro gli israeliani, e la maggior parte dei passanti cordiale - con l'eccezione di un piccolo gruppo di attivisti anti-israeliani che ha montato una contro-protesta a un certo punto . "Devo confessare di essere piuttosto ansioso di ciò che tipo di reazione che saremmo arrivati​​", ha detto Odze. "Tuttavia, sono lieto di poter dire, un paio di grida provenienti da tutta la strada a parte, la reception era quasi esclusivamente positivo, con molti venendo verso di noi augurare bene, benvenuto a noi e quasi tutti, spontaneamente sembrava sapere perché eravamo lì "Egli ha aggiunto che un'altra protesta -." con un tocco " è prevista per Domenica prossima. Watch: Israelis 'Infiltrate' UK City Declared 'Israeli-Free". Flags, Starbucks and Bamba: activists release video of creative protest in radical anti-Israel MP's city: 8/13/2014, 11:38 AM. Pro-Israel activists released a video of their recent "infiltration" of a city in northern England declared "Israeli-free" by radical left-wing British MP George Galloway. Scottish-born Galloway declared that the city of Bradford in northern England would not accept the presence of Israelis in an impassioned party speech last week, proudly stating that he chooses to live in an "Israeli-free zone." "We don’t want any Israeli goods. We don’t want any Israeli services. We don’t want any Israeli academics, coming to the university or the college. We don’t even want any Israeli tourists to come to Bradford if any of them had thought of doing so," he said. "We reject this illegal, barbarous, savage state that calls itself Israel. And you have to do the same." The remarks sparked a police investigation into the MP, who has a long history of anti-Israel bigotry and heads the British pro-Hamas group Viva Palestina - which in November 2013 had its charitable status revoked due to financial irregularities. The Jewish activists - including both British and Israeli citizens and led by Israeli-born Rabbi Shneur Odze - visited Bradford and waved Israeli flags, handed out Israeli-made snacks and made a point of being served at a local Starbucks after showing their Israeli passports. Contrary to the declaration by their city's extremist MP, there was no policy to discriminate against Israelis, and most passersby were friendly - with the exception of a small group of anti-Israel activists who mounted a counter-protest at one point. "I must confess to being rather anxious as to what kind of reaction we’d get," said Odze. "However, I’m pleased to say, a few shouts from across the road aside, the reception was almost exclusively positive, with many coming over to wish us well, welcome us and almost everyone, unprompted seemed to know why we were there." He added that another protest - "with a twist" - is scheduled for next Sunday.
Rispondi
 ·
Nessuno Unius REI
4 giorni fa

non sono i ROTHSCHILD, JABULLON, Bildenberg Farisei Rothschild, UE FMI Spa 322 Kerry, Hollywood netWork Satellite TV, MONOPOLIO BANKING SEIGNIORAGE SCAM, che stanno scavando una tomba contro Israele? PROPRIO LORO SONO STATI, SIA DIRETTAMENTE, CHE, INDIRETTAMENTE, CON IL LORO STROZZINAGGIO USUROCRAZIA! Belfast rimuove la placca Onorare israeliano Pres. Più di antisemitismo. Targa in onore presidente israeliano Chaim Herzog abbattuto dopo aumento della violenza antisemita; politici denunciano 'intolleranza' in decisione. 2014/08/13, Chaim Herzog. Una targa che segna il 1918 città natale dell'ex presidente israeliano Chaim Herzog a Belfast è stato rimosso all'inizio di questa settimana, da timori di ulteriore violenza antisemita nella città dell'Irlanda del Nord. La targa blu in onore Herzog, che è stato Presidente di Israele 1983-1993, fu eretta su una proprietà a Cliftonpark Avenue, nel 1998, Il punto di riferimento di 16 anni è stato abbattuto, tuttavia, a causa della preoccupazione per gli ebrei che vivono nella zona. Democratic Unionist Party assessore Brian Kingston ha spiegato la decisione al Belfast Telegraph. "Gli attacchi hanno incluso la scarabocchiare dei graffiti anti-israeliana sulla costruzione e gli elementi gettati alla placca e la casa", ha detto Kingston. "Recentemente alcuni giovani sono stati fermati nel processo di cercare di rimuovere la placca con un piede di porco." "Fuori di preoccupazione per il personale e per i residenti che vivono in case vicine, il gruppo di comunità e l'Ulster History Circolo hanno deciso che era meglio per rimuovere la placca per il prossimo futuro, ed è stato rimosso alla fine della scorsa settimana." "Questo dovrebbe servire come un campanello d'allarme per il pubblico al livello pericoloso di intolleranza e la mentalità anti-Israele, che alcuni sono incoraggianti," Kingston ha dichiarato. "Sarò mantenendo uno stretto interesse per questa materia e mi auguro che al più presto sarà possibile ripristinare questa lapide al suo giusto posto." Ulster Unionist Party ovest di Belfast portavoce Bill Manwaring dichiarato al Irish Times che la rimozione forzata della placca è stato un "atto d'accusa schiacciante dell'intolleranza all'interno di alcuni elementi della nostra società". "Data l'attacco alla sinagoga (a Belfast) il mese scorso e ora questo, dimostra che i cuori e le menti di alcune persone rimangono pieni di odio", ha detto. Copertura mediatica anti-Israele di funzionamento di protezione bordo a Gaza recentemente traboccato a Belfast, dove le finestre di una sinagoga furono distrutte due volte in 24 ore. Rabbino David Singer ha detto alla BBC subito dopo l'incidente che la comunità ebraica era stato "lasciato scioccato" dall'attacco. "Penso che tutta la comunità, prima di tutto, è molto triste che è successo", ha detto il rabbino Singer. "Immagino che ci sia una certa quantità di rabbia che potrebbe accadere, ma arrabbiato nel senso di frustrazione, non arrabbiato nel senso che avevano voglia di fare nulla." "Certo, è molto triste e molto preoccupante che Belfast dimostri la sua faccia come questo", ha aggiunto. L'antisemitismo è aumentato 383% tutto il mondo dal 2013, secondo una Organizzazione Sionista Mondiale (OSM) studio pubblicato Lunedi - tra cui un aumento di crimine di odio 436% in Europa.
Belfast Removes Plaque Honoring Israeli Pres. Over Anti-Semitism. Plaque honoring Israeli President Chaim Herzog torn down after rise in anti-Semitic violence; politicians slam 'intolerance' in decision. 8/13/2014, Chaim Herzog. A plaque marking the 1918 birthplace of former Israeli President Chaim Herzog in Belfast was removed earlier this week, out of fears of further anti-Semitic violence in the Northern Ireland city. The blue plaque honoring Herzog, who was President of Israel from 1983 to 1993, was first erected on a property at Cliftonpark Avenue in 1998. The 16-year landmark was torn down, however, due to concern for Jews living in the area. Democratic Unionist Party Councillor Brian Kingston explained the decision to the Belfast Telegraph. "Attacks have included the scrawling of anti-Israeli graffiti on the building and items being thrown at the plaque and the house," Kingston said. "Recently some youths were stopped in the process of trying to remove the plaque with a crowbar." "Out of concern for staff and for residents living in neighboring houses, the community group and the Ulster History Circle have decided that it was best to remove the plaque for the foreseeable future, and it was removed at the end of last week." "This should serve as a wake-up call for the public to the dangerous level of intolerance and the anti-Israel mentality which some are encouraging," Kingston stated. "I will be maintaining a close interest in this matter and I hope that at the earliest opportunity it will be possible to restore this plaque to its rightful place." Ulster Unionist Party west Belfast spokesman Bill Manwaring stated to the Irish Times that the forced removal of the plaque was a “damning indictment of the intolerance within some elements of our society”. “Given the attack on the synagogue (in Belfast) last month and now this, it shows that some people’s hearts and minds remain full of hatred,” he said. Anti-Israel media coverage of Operation Protective Edge in Gaza recently boiled over in Belfast, where a synagogue's windows were smashed twice in 24 hours. Rabbi David Singer told BBC shortly after the incident that the Jewish community had been "left shocked" by the attack. "I think across the community, first of all, it's very sad that it happened," Rabbi Singer said. "I would imagine that there's a certain amount of anger that it could happen, but angry in the sense of frustration, not angry in the sense that they'd want to do anything about it." "Certainly, it's very sad and very disturbing that Belfast would show its face like this," he added. Anti-Semitism has risen 383% worldwide since 2013, according to a World Zionist Organization (WZO) study released Monday - including a 436% hate crime hike in Europe.
Rispondi
 ·
Nessuno Unius REI
4 giorni fa

kiev hitler mogherini, impediscono che, alla popolazione martoriata del Dombass, possano giungere gli aiuti umanitari? e dove è sharia ONU OIC genocidio a tutti, in questo caso?  13 AGO - Il convoglio russo di aiuti umanitari non entrerà in Ucraina. Lo ha scritto su Facebook il ministro dell'Interno ucraino Arsen Avakov: "Non lasceremo entrare nella regione di Kharkiv - ha scritto il ministro - nessun convoglio di Putin". Avakov ha definito l'iniziativa russa "una provocazione di un aggressore cinico".
Rispondi
 ·
Nessuno Unius REI
4 giorni fa

Hindu Community Supports Initiative Against 'Death to Jews' Town. Interfaith activist Rajan Zed urges French President Francois Hollande to change offensive hamlet's name. By Tova Dvorin: 8/13/2014,  The Hindu community has come out in support of Jews in asking France to change the name of its “Death to Jews” (La Mort aux Juifs) hamlet, located about 60 miles from Paris. Hindu statesman Rajan Zed said in Nevada (USA) Wednesday that it was shocking to learn that such a village name exists in 2014. Zed, who is President of the Universal Society of Hinduism and a notable activist for interfaith tolerance and dialogue, urged French President Francois Hollande to immediately look into changing name of this hamlet. If France refused to change it, the European Commission needs to intervene, stressed Zed. Rajan Zed further said that country of Pascal, Descartes, Voltaire, Baudelaire, Flaubert, Camus, Sartre, Monet, Renoir, Cezanne, Gauguin, Braque, Matisse and "Déclaration des droits de l'homme et du citoyen" (declaration of the rights of man and of the citizen), should show some maturity and remove such a hamlet name from its map. What is baffling in the case is that even the religious elite of France has not come out openly against this unacceptable name of a hamlet, Zed stated, urging Pope Francis to speak on this issue. Zed's comments surfaced after the Simon Wiesenthal Center sent a letter to France's interior minister to demand that the town be renamed. The group's director of international affairs, Shimon Samuels, wrote to Bernard Cazeneuve saying he was "shocked to discover the existence of a village in France officially called 'Death to Jews'." "It is extremely shocking that this name has slipped under the radar in the 70 years that have passed since France was liberated from Nazism and the (pro-Nazi) Vichy regime," he wrote. However, the deputy mayor of the village of Courtemaux brushed off the concerns. "It's ridiculous. This name has always existed," Marie-Elizabeth Secretand told AFP. "No one has anything against the Jews, of course. It doesn't surprise me that this is coming up again."
She added that they should "respect these old names," despite their content. In May, residents of a village in Spain with a similarly unfortunate name, Castrillo Matajudios ("Castrillo Kill Jews"), voted to change the name. In a tight referendum, the citizens opted for the less offensive, older name for the town, Mota de Judios, or "Hill of the Jews." Zed thanked Spain for the move shortly after the change was announced.
 ·
Rispondi
 ·
UniusRei3
4 giorni fa

se, era stata brucita una donna cristiana? forse, non sarebbe stato neanche condannato, tutti gli islamici lo sanno, l'Islam vincerà, perché, sharia è genocidio a tutti! INFATTI, NON HANNO LA LIBERTà DI RELIGIONE! Un tribunale afghano ha condannato ieri a morte a Kabul un uomo riconosciuto colpevole di aver ucciso, bruciandola viva, la cognata che fra l'altro era incinta. La sentenza giunge allorché la Commissione indipendente per I diritti umani dell'Afghanistan (Aihrc) ha ribadito che la violenza contro le donne ha avuto un forte incremento del 25% nel 2013 rispetto all'anno precedente raggiungendo punte record.
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
CIA 322 KERRY, A.I. GMOS, DATAGATE, BIOLOGIA SINTETICA, RETROINGEGNERIA ALIENA DI GOOGLE -- non eravate contenti che, mi avevate escluso dai motori di ricerca, quindi, mi avete messo 5 documenti: di: furto identità, malware, in tutti I miei siti, anche, MA, DIO VEDE E PROVVEDE!
Rispondi
 ·
UniusRei3
5 giorni fa

http://cdn.ruvr.ru/2014/08/13/1508347094/18_AP432761300995.jpg
Lavrov: in Occidente appare la verità sugli eventi nel sud-est dell'Ucraina. In Occidente a poco a poco cominciano a uscire informazioni veritiere su ciò che sta accadendo nel sud-est dell'Ucraina, ha dichiarato il ministro degli Esteri Sergej Lavrov.
Ha ricordato che ieri alle Nazioni Unite è stato pubblicato un bollettino con valutazione della situazione umanitaria nelle regioni di Lugansk e di Donetsk. Secondo Lavrov, il documento descrive un quadro molto triste: migliaia di morti e feriti, assenza di elettricità, acqua potabile, l'impossibilità di garantire il funzionamento degli ospedali, case di cura e altre strutture.
Il ministro ha ringraziato i giornalisti russi che hanno dato un contributo enorme alla verità sugli eventi nel sud-est dell'Ucraina pubblicando sulle pagine dei giornali, alla tv ed giungendo alle organizzazioni internazionali.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_08_13/Lavrov-in-Occidente-appare-la-verita-sugli-eventi-nel-sud-est-dellUcraina-2810/
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI
5 giorni fa

La Lega Araba è peggio gel nazismo, senza reciprocità, senza diritti umani, senza libertà di religione, è il più grande criminale della storia del genere umano, infatti, la sharia, significa trasformare una religione, in una Ummah, che, in 1400 anni è sempre stato, un genocidio di ogni diversità! Islamici: OIC ONU, sono esperti in ogni ipocrisia, e finzione! SONO LORO I MANDANTI DELLA GALASSIA JIHADISTA, DOPOTUTTO CON I TERRORISTI HANNO UNA SHARIA NAZI BLASFEMIA APOSTASIA IN COMUNE! è INDISPENSABIL PUNIRE TUTTI COLORO CHE FANNO IL SUPPORTO DELLA SHARIA! ] [ condanna le violenze dello Stato islamico in Iraq, bollate come crimini contro l'umanità, in particolare ai danni delle minoranze come quella degli Yazidi nel nord e dei cristiani a Mosul. "Gli autori di questi crimini contro l'umanità vanno puniti", ha detto il segretario generale della Lega Araba, Nabil al Arabi, che chiede a tutti i Paesi nella regione e a livello internazionale di "impegnarsi per aiutare l'Iraq a uscire dalla crisi e garantire la sicurezza necessaria alle minoranze irachene, per assicurare il mantenimento dell'indipendenza e dell'unità dell'Iraq". Sono oltre 100.000 i cristiani costretti a fuggire dalle proprie case dalle violenze dei jihadisti dello Stato islamico. Mentre ieri si è diffusa la notizia del massacro di almeno 500 Yazdidi a Sinjar, dove molte vittime "sono state sepolte vive" dagli integralisti. Ogni giorno muoiono 50 bambini Yazidi. "Circa 50 bambini muoiono ogni giorno" per mancanza di acqua e di cibo tra le migliaia di rifugiati Yazidi in fuga dallo Stato islamico e ancora bloccati sulle montagne intorno a Sinjar. Lo ha detto Vian Dakhil, deputata della comunita', aggiungendo che "molti altri moriranno" se non saranno raggiunti dagli aiuti umanitari.
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI
5 giorni fa

Iraq, raffica di attentati a Baghdad. Isis massacra centinaia di soldati. Yazidi in fuga. L'Iran scarica Al Maliki. Ministro francese tuona: "La gente muore, l'Ue rientri dalle ferie". Iraq, Fabius: "La gente muore, l'Ue torni dalle ferie"
12 agosto 2014. sostenitori Maliki in piazza. Yazidi, una minoranza perseguitata LA SCHEDA. Iraq in TIMELINE - La cavalcata dei jihadisti. GRAFICO - L'avanzata dello Stato Islamico. Il Papa all'Isis: "non si fa la guerra in nome di Dio".
VIDEOVideo Iraq, fuggiti 20 mila prigionieri degli jihadisti, FOTORACCONTO Fotoracconto Da Gaza alla Siria: Medio Oriente senza pace. Almeno 10 persone sono morte e una trentina sono rimaste ferite per l'esplosione di due autobomba a Baghdad, secondo fonti della sicurezza. Otto morti e 21 feriti si contano in un attentato nel quartiere centrale di Karrada, contro una moschea sciita. Due persone sono state uccise e ferite invece in un'altra esplosione a Zafaraniya. Vian Dakhil, una deputata irachena della minoranza Yazidi, è rimasta ferita nello schianto di un elicottero su cui si trovava e che portava soccorsi ai profughi bloccati nella regione di Sinjar. Lo ha detto il generale Kassim Atta, portavoce del comando delle forze armate. L'appello del ministro francese Fabius. "Ho chiesto con la ministra italiana Mogherini che venga convocata d'urgenza" una riunione dei ministri degli Esteri Ue sull'Iraq "e mi aspetto che l'urgenza venga rispettata. So bene che in Occidente è periodo di vacanze, ma quando la gente muore, anzi crepa, bisogna tornare dalle ferie", ha detto il ministro francese Laurent Fabius a Radio France Info. "Ancora non c'è una data - ha ribadito Fabius - e io torno a chiedere che venga convocata d'urgenza". Ieri il ministro francese e la titolare della Farnesina Federica Mogherini hanno scritto all'Alto rappresentante per la politica estera Ue affinché i ministri dei 28 si riuniscano per discutere dell'eventuale fornitura di armi ai curdi. "Si tratta di aiutare i curdi, gli iracheni, ad avere i mezzi per resistere e, se possibile, sconfiggere" i jihadisti che vogliono "uccidere tutti coloro che non la pensano come loro, che non rinnegano la loro religione, con la tortura e stupri sistematici". Il primo ministro iracheno Nuri al Maliki ha ordinato all'esercito e alle forze di sicurezza di "non interferire nella crisi politica" e di continuare a "compiere il loro dovere di proteggere il loro Paese". Lo riferisce la televisione irachena Al Iraqiya. L'IRAN SCARICA AL MALIKI - L'Iran sostiene la nomina del nuovo primo ministro iracheno Haidar al-Abadi. Lo ha sottolineato il segretario del Supremo Consiglio di sicurezza nazionale, Ali Shamkhani, secondo quanto riporta l'agenzia Fars. "La Repubblica islamica dell'Iran sostiene il processo legale che è stato condotto per la nomina del nuovo Primo Ministro dell'Iraq", ha detto Shamkhani che è anche il rappresentante del leader supremo iraniano Ayatollah Ali Khamenei.
I MASSACRI DELL'ISIS - Centinaia di militari iracheni e cadetti dell'aeronautica sarebbero stati massacrati dai jihadisti dello Stato islamico (Isis) in giugno nella base aerea Spiker, a nord di Tikrit, dopo che l'avevano conquistata. Ad affermarlo è un cadetto sopravvissuto alla strage, in un'intervista con la televisione Al Hurra.
GLI AIUTI DALL'EUROPA - L'Ue stanzia 5 milioni di euro aggiuntivi per aiuti umanitari in Iraq. I nuovi fondi sono stati annunciati dal commissario europeo Kristalina Georgieva. L'ammontare totale degli aiuti all'Iraq nel 2014 e' di 17 milioni di euro. Durante la notte aerei della britannica Raf sono tornati a paracadutare aiuti sulla zona del Monte Sinjar, nel nord dell'Iraq, dove restano migliaia di yazidi assediati dai jihadisti dell'Isis. Il primo lancio di aiuti era stato effettuato nella notte di sabato, un secondo previsto per domenica era stato rinviato per motivi di sicurezza. Il ministro della Difesa britannico ha confermato ieri che invierà nella zona jet tornado da utilizzare con un ruolo di ricognizione nell'operazione che, ha ribadito Londra, resta al momento di natura umanitaria e non militare.
L'APPOGGIO DEGLI USA - Il presidente Usa, Barack Obama, ha avuto un colloquio telefonico con il premier designato iracheno, Haider al-Abadi, nel corso del quale i due hanno concordato sull'importanza di formare un nuovo governo inclusivo, che rappresenti tutte le comunita', il piu' presto possibile. Lo riferisce la Casa Bianca.
La conferenza di Obama.  Il primo ministro iracheno ancora in carica Nuri al Maliki, sciita, non ha accettato la decisione del presidente Fuad Masum di affidare all'esponente sciita Haidar al Abadi l'incarico di formare un nuovo governo. Maliki ha parlato di "violazione della Costituzione". L'Iran sostiene la nomina del nuovo primo ministro iracheno Haidar al-Abadi. Lo ha sottolineato il segretario del Supremo Consiglio di sicurezza nazionale, Ali Shamkhani, secondo quanto riporta l'agenzia Fars. "La Repubblica islamica dell'Iran sostiene il processo legale che è stato condotto per la nomina del nuovo Primo Ministro dell'Iraq", ha detto Shamkhani che è anche il rappresentante del leader supremo iraniano Ayatollah Ali Khamenei. FORZE SI RITIRANO DA BAGHDAD - Intanto fonti della polizia riferiscono che è stato ritirato l'ingente spiegamento di forze di sicurezza allestito nella notte tra domenica e lunedì intorno alla Zona Verde di Baghdad. Le forze di sicurezza "sono state richiamate all'interno della Zona Verde poco prima del mezzogiorno di oggi", hanno precisato le fonti, aggiungendo che il ritiro è avvenuto su ordine dei comandi delle forze armate. IL GENOCIDIO - In Iraq è in corso un genocidio. A denunciarlo e' rappresentante curdo con la Cnn. L'Isis, denuncia, "non vuole fare altro che un genocidio della minoranza curda". Il presidente americano Barack Obama e il premier Matteo Renzi hanno messo in evidenza, nel corso di un colloquio telefonico, l'urgenza ''degli sforzi per rispondere alla minaccia che l'Isis pone a tutti gli iracheni''. Lo afferma la Casa Bianca, sottolineando che Renzi ha espresso il proprio appoggio per gli sforzi americani in Iraq. Gli Stati Uniti stanno fornendo armi alle forze curde al nord dell'Iraq. Lo ha detto alla CNN una portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Marie Harf.
ISIS AVANZA - Lo Stato islamico (Isis) si e' impadronito in Iraq della citta' di Jalawla, nella provincia di Diyala, 130 chilometri a nord-est di Baghdad, minacciando cosi' i confini meridionali della regione autonoma del Kurdistan. Lo hanno riferito fondi della sicurezza, precisando che la citta' e' caduta ieri "dopo intensi combattimenti".
Lega Araba accusa jihadisti di crimini umanità. La Lega Araba condanna le violenze dello Stato islamico in Iraq, bollate come crimini contro l'umanità, in particolare ai danni delle minoranze come quella degli Yazidi nel nord e dei cristiani a Mosul. "Gli autori di questi crimini contro l'umanità vanno puniti", ha detto il segretario generale della Lega Araba, Nabil al Arabi, che chiede a tutti i Paesi nella regione e a livello internazionale di "impegnarsi per aiutare l'Iraq a uscire dalla crisi e garantire la sicurezza necessaria alle minoranze irachene, per assicurare il mantenimento dell'indipendenza e dell'unità dell'Iraq". Sono oltre 100.000 i cristiani costretti a fuggire dalle proprie case dalle violenze dei jihadisti dello Stato islamico. Mentre ieri si è diffusa la notizia del massacro di almeno 500 Yazdidi a Sinjar, dove molte vittime "sono state sepolte vive" dagli integralisti. Ogni giorno muoiono 50 bambini Yazidi. "Circa 50 bambini muoiono ogni giorno" per mancanza di acqua e di cibo tra le migliaia di rifugiati Yazidi in fuga dallo Stato islamico e ancora bloccati sulle montagne intorno a Sinjar. Lo ha detto Vian Dakhil, deputata della comunita', aggiungendo che "molti altri moriranno" se non saranno raggiunti dagli aiuti umanitari.
Almeno 500 yazidi sono stati "giustiziati" nei giorni scorsi dai jihadisti dello Stato Islamico a Sinjar, nel nord dell'Iraq. Lo riferisce l'agenzia ufficiale egiziana Mena, aggiungendo che molte delle vittime, incluse donne e bimbi potrebbero essere state sepolte vive e che quasi 300 donne sono state rapite per essere trasformate in schiave. Gli Stati Uniti ieri hanno condotto nuovi raid contro l'Isis vicino a Erbil, nel Kurdistan iracheno. Lo affermano - riporta l'agenzia Bloomberg - le autorita americane, sottolineando che i raid sono stati compiuti con aerei e droni. Intanto sono riuscite a fuggire 20.000 delle almeno 40.000 persone della minoranza degli Yazidi intrappolate da giorni sui monti diSinjar, in Iraq, sotto la minaccia dei jihadisti dello Stato islamico (ex Isis). Lo riferisce l'Afp. Già sabato i combattenti curdi avevano annunciato di aver aperto un primo corridoio come via di fuga. Secondo la deputata Vian Dakhil, rappresentante della minoranza Yazidi, gli scampati sono almeno 20.000, mentre un responsabile curdo del valico di Fishkabur, nel nord dell'Iraq, ha indicato un numero fino a 30.000. I fuggitivi sarebbero riusciti a rifugiarsi in Siria, per poi tornare sotto scorta curda nel territorio del Kurdistan iracheno al riparo dai jihadisti.
YAZIDI, CHI SONO - Sinjar, la città irachena situata a 50 chilometri dalla frontiera con la Siria conquistata domenica scorsa dagli jihadisti dell'Isis (Stato islamico), é la "culla" secolare degli yazidi, una minoranza curdofona seguace di una religione pre-islamica, in parte derivata dallo zoroastrismo. Fino a una settimana fa a Sjniar vivevano 310.000 persone ma anche decine di migliaia di profughi in fuga di fronte all'avanzata sanguinaria dei fondamentalisti islamici. Quella yazidica è una delle religioni più antiche a memoria d'uomo, vecchia di almeno 4.000 anni, al punto da essere definita da molti studiosi "il museo dei culti orientali".
E' praticata da circa mezzo milione di persone, in primo luogo in Iraq ma anche in Siria, Turchia, Georgia, Armenia e Iran. Gli yazidi adorano "un angelo decaduto" (il "diavolo"), da loro rappresentato come un pavone. E ciò é valso loro l'appellativo di "adoratori di Satana", con conseguenti persecuzioni e ripetuti massacri. Gli yazidi sono invece una popolazione pacifica e tollerante. Sono circoncisi come gli ebrei, adorano il sole e credono alla trasmigrazione delle anime. Credono anche nell'esistenza di un dio buono, Khoda, dio della luce, e di un dio cattivo, Auz-Melek, il dio-pavone considerato da chi li perseguita il diavolo.
Secondo il loro "Libro della rivelazione", denominato anche "Libro nero", il creato é opera di sette dei. Nel culto yazidita, dato che il dio buono ispira solo sentimenti positivi é inutile adorarlo, mentre bisogna fare offerte e indirizzare preghiere a quello cattivo sperando di placare la sua malvagità. Perciò ogni anno il 10 agosto a Saadli, nella catena montuosa irachena del Jabel Sinjar, si svolge una processione durante la quale i fedeli si flagellano offrendo le loro sofferenze al diavolo. A Saadli c'é anche la tomba del loro santo, Adi Ibn Musafir, morto nel 1163: due fuochi restano accesi in permanenza per onorarlo.
Rispondi
 ·
Jared Cardenas
5 giorni fa

you guys know there is a shooting star right
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI
5 giorni fa

Benjamin Netanyahu -- soltanto io: UNIUS REI, io ho il potere di portare i governi del mondo fuori di questa giostra geopolitica, di fatto imperialista e predatoria, che, Rothschild 322 Bush: hanno creato, per rendere inevitabile la guerra mondiale! QUELLO CHE MI FA RABBIA, è CHE LA LEGA ARABA, ERDOGAN, E I SATANISTI FARISEI, SONO GLI UNICI, CHE, ASPETTANO CON ANSIA LE OPPORTUNITà DI UNA GUERRA MONDIALE!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI
5 giorni fa

Benjamin Netanyahu -- per me: Unius REI, è indifferente pregare in una Moschea, Chiesa, Sinagoga, ecc.. perché, io non ho un Dio da cercare fuori di me!
Rispondi
 ·
Lorenzojhwh Mahdì ALLAH
5 giorni fa

NON C'è, non esiste uno Stato di INGHILTERRA, è soltanto una finzione giuridica! ESISTE SOLTANTO IL TEATRO Bildenberg di ROTHSCHILD IL FMI 322 NWO, QUESTO è IL SISTEMA MASSONICO, ANCHE ISRAELE COME LA RUSSIA DEVE PORTARE SOTTO TERRA, tutta la SUA PRODUZIONE MILITARE, E DEVE DIVENTARE INDIPENDENTE! I VERI NEMICI DI ISRALE SONO: USA E UE! BISOGNA DIVENTARE AUTONOMI, totalmente autonomi! ISRAELE NON PUò CONTINUARE A VIVERE SOTTO IL RICATTO DEI SUOI NEMICI! UK minaccia di tagliare 12 licenze di esportazione di armi a Israele. Governo britannico minaccia di sospendere l'esportazione di radar, jet da combattimento e componenti serbatoio se 'ostilità significativi "in curriculum Gaza. 2014/08/12, Binyamin Netanyahu e Regno Unito omologo David Cameron, il Regno Unito il Martedì minacciato di sospendere le licenze di esportazione 12 armi a Israele se i combattimenti a Gaza si avvia di nuovo, un giorno prima della attuale cessate il fuoco di 72 ore con l'organizzazione terroristica di Hamas termina il Mercoledì a mezzanotte. L'annuncio è stato fatto da British Affari Segretario Vince Cable, un parlamentare del partito democratico liberale. La sospensione colpirebbe le esportazioni di componenti per sistemi radar, aerei da combattimento e carri armati, i rapporti del Regno Unito Huffington Post. Parlando Martedì, Cable ha detto che "il governo del Regno Unito non è stato in grado di chiarire se sono rispettati i criteri di licenza di esportazione. Alla luce di tale incertezza, abbiamo preso la decisione di sospendere le licenze di esportazione esistenti in caso di una ripresa delle ostilità significative . "Si è parlato delle dure misure britanniche esportazioni di armi verso Israele dopo UK vice primo ministro Nick Clegg Martedì scorso ha sostenuto la sospensione delle esportazioni di armi verso Israele. La chiamata è arrivata dopo la baronessa Sayeeda Warsi, un ministro britannico che è stata la prima donna musulmana a sedere in Consiglio dei Ministri, si è dimesso sulla politica del governo britannico su Gaza. Il Regno Unito ha riferito esportato £ 42.000.000 (70,5 milioni dollari) di armi a Israele dal 2010 Cable dipartimento Affari chiarito che la "stragrande maggioranza" delle esportazioni britanniche verso Israele erano "non per gli elementi che potrebbero essere utilizzati dalle forze israeliane in operazioni a Gaza in risposta agli attacchi da parte di Hamas. "Vale la pena notare che l'Unione europea (UE), che il Regno Unito è un membro di, include Hamas nella lista delle organizzazioni terroristiche. Tale elenco comprende in particolare sia "Hamas" e "Hamas-Izz al-Din al-Qassem," il che significa che i rami sia l'militari e governativi di Hamas sono riconosciuti come gruppi terroristici da parte dell'Unione europea, e di conseguenza dal Regno Unito. Nonostante il fatto che l'operazione di protezione bordo si sta combattendo per difendere i civili israeliani da una guerra terroristica lanciata da Hamas, alcuni in Inghilterra evidentemente ritenuto che la minaccia di cavo per punire Israele non è andato abbastanza lontano. Andrew Smith della campagna contro commercio delle armi chiamato la minaccia "una posizione molto debole", che "sarà visto come un segno di sostegno politico per il governo israeliano." Ha chiesto un "embargo completo su tutte le vendite di armi a Israele e fine a ogni collaborazione militare-industriale con Israele." UK Threatens to Cut 12 Arms Export Licenses to Israel. British government threatens to suspend export of radar, fighter jet and tank components if 'significant hostilities' in Gaza resume. 8/12/2014, Binyamin Netanyahu and UK counterpart David Cameron, The UK on Tuesday threatened to suspend 12 arms export licenses to Israel if the fighting in Gaza starts up again, a day before the current 72-hour ceasefire with the Hamas terrorist organization ends on Wednesday at midnight. The announcement was made by British Business Secretary Vince Cable, an MP of the Liberal Democratic party. The suspension would affect exports of components for radar systems, fighter jets and tanks, reports the UK's Huffington Post. Speaking Tuesday, Cable said "the UK Government has not been able to clarify if the export license criteria are being met. In light of that uncertainty, we have taken the decision to suspend these existing export licenses in the event of a resumption of significant hostilities." There has been talk of tougher British arms export measures to Israel after UK Deputy Prime Minister Nick Clegg last Tuesday supported the suspension of arms exports to Israel. The call came after Baroness Sayeeda Warsi, a British minister who was the first Muslim woman to sit in the Cabinet, resigned over the British government's policy on Gaza. The UK has reportedly exported £42 million ($70.5 million) in arms to Israel since 2010. Cable's Business department clarified that the "vast majority" of UK exports to Israel were "not for items that could be used by Israeli forces in operations in Gaza in response to attacks by Hamas." It is worth noting that the European Union (EU), which the UK is a member of, includes Hamas on its list of terrorist organizations. That listing specifically includes both "Hamas" and "Hamas-Izz al-Din al-Qassem," meaning that both the military and governmental branches of Hamas are recognized as terror groups by the EU, and consequently by the UK. Despite the fact that Operation Protective Edge is being fought to defend Israeli civilians from a terror war launched by Hamas, some in England apparently felt that Cable's threat to punish Israel didn't go far enough. Andrew Smith of the Campaign Against Arms Trade called the threat "a very weak position" that "will be seen as a sign of political support for the Israeli government." He demanded a "full embargo on all arms sales to Israel as well as an end to all military-industrial collaboration with Israel."​
Rispondi
 ·
Lorenzojhwh Mahdì ALLAH
5 giorni fa

Benjamin Netanyahu --[ VERGOGNA! ]-- DOPO TUTTI I MISSILI CHE SONO STATI LANCIATI, dopo tutti i soldati che, tu hai fatto morire, per nulla (perché, io TI avevo detto, di usare la artiglieria! ) tu non puoi parlare con chi ti ha detto: ""tu hai fatto delitti, contro, il genere umano!"" perché ad una Arabia SAUDITA del genere? tu gli puoi soltanto sparare! NON CI SONO CONCESSIONI CHE I TERRORISTI POSSONO RICEVERE, ORA! Binyamin Netanyahu 'Softening' Ministers for Concessions to Hamas? One minister defines personal meetings as 'softening talks' to rally support for highly controversial truce conditions with Hamas. 8/12/2014, Prime Minister Binyamin Netanyahu held personal talks with party chairperson coalition members Tuesday night to update them on the Cairo truce talks with Hamas, and according to reports, to prepare them to receive controversial concessions to the terror organization. The ministers Netanyahu met with included Foreign Minister Avigdor Liberman (Yisrael Beytenu), Finance Minister Yair Lapid (Yesh Atid), Economics Minister Naftali Bennett (Jewish Home) and Justice Minister Tzipi Livni (Hatnua), along with Security Cabinet member and Communications Minister Gilad Erdan (Likud).
One of the ministers reportedly defined the meetings as "softening talks" to accept concessions to Hamas, according to Yedioth Aharonoth. In fact, Netanyahu's private meetings came in place of a security cabinet meeting which the prime minister called off, indicating his attempts to rally support for a potentially highly contentious truce agreement.
Truce condition "rewards" for Hamas. According to the details about the truce conditions Israel has reportedly agreed to in order to stop the terror war launched by Hamas, Israel would pay the salaries of Hamas officials through a third-party country, and the siege on the terrorist enclave of Gaza would be lightened, reports Yedioth Aharonoth.
The fishing zone for Gaza would be expanded by six nautical miles, and building materials would be sent in under supervision, despite the fact that cement transported to Gaza helped Hamas build a massive network of terror tunnels used in the operation to kill IDF soldiers. Israel is also reportedly close to agreeing to double the amount of trucks bringing materials to Gaza through the Kerem Shalom Crossing to 600 per day, as well as increasing the monthly amount of entry permits to Israel from the Erez Crossing, and expanding criterion for Gaza residents to enter Israel, Judea and Samaria. As for what Israel gets in return for the numerous concessions, reports have yet to specify what exactly is being offered. One thing they do suggest is that the truce deal does not include a demilitarization of Gaza, despite calls to do so. Will Netanyahu convince the ministers? Despite the private talks Tuesday, it remains to be seen whether the ministers will be "softened" by Netanyahu's meetings. Bennett already voiced his opposition Monday to paying the salaries of Hamas officials in Gaza. The minister said "it is impossible to fight our enemy with one hand and to fund it with the other." Likewise Liberman on Monday came out against Israel caving in to Hamas demands, such as funding Hamas and allowing a Gaza sea and airport, stating that Hamas must not leave the clash "with a feeling that terror pays." For its part, Hamas has bragged of holding negotiations with Israel "at gunpoint," and clarified that even if a truce is reached, it would only be so as to prepare the next terror war on Israel.

Lorenzojhwh Mahdì ALLAH

proprio ONU, con lo avere tradito i suoi diritti umani, del 1948, ha fatto di se stesso, il supporto di tutti gli islamici della sharia, che, è peggio del nazismo, infatti, la sharia è la negazione dei più importanti e fondamentali diritti umani! ] ONU è diventato una minaccia per la sopravvivenza del genere umano. [ Comitato Yair Lapid Slam 'Ridicolo' "crimini di guerra" delle Nazioni Unite Combattere 'certamente potrebbe ricominciare di nuovo domani a mezzanotte', dice Lapid, avvertendo questa volta 'ti colpirà molto più difficile.'2014/08/12, Il ministro delle Finanze Yair Lapid (Yesh Atid) il Martedì ha condannato fermamente la commissione nominata dalle Nazioni Unite (ONU) per indagare "crimini di guerra" accuse israeliane nel modo operativo protetto Bordo a Gaza. Parlando a Channel 2, Lapid ha definito "un comitato ridicolo di commissionership ridicolo, che invece di indagare l'omicidio di milioni di musulmani da parte di altri musulmani, indaga l'esercito più morale del pianeta;. Questa è una vergogna per le Nazioni Unite" Israele e Stati Uniti hanno entrambi rifiutato il pannello di tre uomini nominati dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite (CDU), che è guidato dal Prof. William Schabas, un professore di diritto canadese noto per il suo pregiudizio contro Israele. Schabas il Lunedi respinto le accuse di parzialità, pur avendo una volta proposto in un discorso che egli ritiene il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu dovrebbe essere "sul banco degli imputati di un tribunale internazionale." Per quanto riguarda i colloqui in corso tregua con Hamas al Cairo, che vengono condotti nel corso di un cessate il fuoco di 72 ore che ha avuto inizio la Domenica a mezzanotte, Lapid ha indicato che le cose potrebbero andare in entrambi i modi. "E 'certamente potrebbe essere che domani a mezzanotte i combattimenti riprenderà, e non sarà la stessa lotta, perché ci colpirà molto più difficile", ha avvertito Lapid. "Questo è un tentativo di guadagnare tranquillo per i residenti del sud, e tutte le opzioni sono sul tavolo - Operazione di protezione bordi non è finita." Il ministro delle finanze ha promesso che "fino a quando raggiungiamo la loro sicurezza non ci fermeremo." Le dichiarazioni di Lapid vengono dopo Netanyahu ha incontrato privatamente con Lapid e gli altri membri della coalizione presidente del partito Martedì, in quello che un ministro chiamato "colloqui addolcimento" per provare apparentemente e convincerli ad accettare concessioni a Hamas. I rapporti hanno indicato queste concessioni dovrebbe includere Israele pagamento degli stipendi dei funzionari di Hamas a Gaza, facilitando i confini dell'enclave terrore e l'invio dei materiali da costruzione sotto controllo. Hamas ha chiarito che, anche se viene raggiunta una tregua, sarebbe solo in modo da preparare la prossima guerra terroristica contro Israele.